Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Il giusto equilibrio tra efficienza energetica e qualità dell’aria interna

Ultimo aggiornamento: 2015-12-04
Le tecnologie per garantire una qualità dell’aria interna accettabile negli edifici europei saranno fondamentali per il successo commerciale di soluzioni energetiche efficienti. Questo ResultsPack presenta alcune delle ultime scoperte in questo settore.
Il giusto equilibrio tra efficienza energetica e qualità dell’aria interna
Se c’è una cosa che le parti coinvolte nel settore edilizio e delle costruzioni hanno imparato dalla crisi dell’amianto, è che i vantaggi offerti da determinati materiali e tecnologie di costruzione dovrebbero sempre essere confrontati con il loro impatto sulla salute umana. Non sorprende, pertanto, che la questione si trova in alto sull’agenda dei ricercatori e decisori interessati a trovare soluzioni efficienti dal punto di vista energetico.
D’altro canto, varie ricerche hanno mostrato che i cittadini dell’UE – che di solito trascorrono il 60-90 % della loro vita all’interno degli edifici – sono sempre più preoccupati della qualità dell’aria. Questo significa anche che il successo commerciale può soltanto essere ottenuto mantenendo il delicato equilibrio tra isolamento e qualità dell’aria interna (indoor air quality, IAQ).
Nel 1996, l’azione collaborativa europea sulla “Qualità dell’aria interna e il suo impatto sull’uomo” aveva già segnalato il possibile conflitto tra i crescenti tassi di ricambio dell’aria e il risparmio energetico. In particolare sottolineò che, oltre a usare materiali e tecnologie adeguati, le parti coinvolte dovevano mirare a sviluppare procedure e strumenti di monitoraggio, manutenzione e gestione.
Questo Results Pack di CORDIS presenta alcuni recenti sviluppi tecnologici finanziati dall’UE che presto permetteranno alla catena del valore del settore di raggiungere entrambi gli obiettivi. Riguarda i materiali – con scoperte nei campi delle nanotecnologie e delle fibre che permettono la produzione di parti edilizie più efficienti – ma anche soluzioni per il monitoraggio intelligente, con sensori che informano gli inquilini o i proprietari in tempo reale sulle molecole presenti nell’aria che respirano.
2016-02-04
Monitorare la qualità dell’aria interna per un ambiente più sano
Un progetto finanziato dall’UE ha fatto grandi passi avanti per assicurare che l’efficienza energetica del riscaldamento, la ventilazione e il condizionamento dell’aria degli...
2015-12-11
Migliorare i climi interni negli edifici ristrutturati
Gli europei trascorrono al chiuso oltre il 90 % del tempo, che sia dedicato al lavoro, alla distensione o ai viaggi. Sia per motivi di salute che di benessere, è importante che...
2015-12-11
Comfort e riduzione dell’impronta di carbonio in un’unica soluzione
Nuovi materiali e componenti di edifici offrono maggiore comfort e un elevato livello di salubrità degli ambienti interni, riducendo nel contempo l’energia grigia e l’impronta di...
2015-12-11
Una boccata d’aria fresca con i pannelli da parete ad alto isolamento
Sono attualmente in fase di sperimentazione nuovi materiali da costruzione all’avanguardia per affrontare il problema della scarsa qualità dell’aria, migliorando al contempo i...
2015-12-11
Rilevare la qualità dell’aria con semplicità
Per garantire un miglioramento della qualità dell’aria degli ambienti interni è importante adottare strumenti in grado di offrire metodi di misurazione e di monitoraggio semplici ed...
2015-12-11
Ridurre i costi dell’isolamento con i materiali nanostrutturati
Un progetto dell’UE ha sviluppato un materiale nanostrutturato che offre un isolamento incredibile e una migliore qualità dell’aria negli ambienti interni. Esso viene ora testato...
2015-12-11
Materiali per interni completamente naturali offrono vantaggi sostenibili per la salute
Alcuni ricercatori dell’UE hanno sviluppato materiali edili naturali per rispondere alla crescente domanda di edilizia sostenibile e ottenere contemporaneamente benefici per la salute.
2015-12-11
Perfezionare un sensore dell’aria gassosa
Anche se un migliore isolamento e un ridotto scambio di aria sono fondamentali per ridurre il consumo energetico degli edifici questo aumenterà anche la concentrazione di COV...
2015-12-11
I nanomateriali per ambienti interni più sani
Stabilire un controllo più efficiente dell’ambiente interno può avere un impatto benefico non solo sul consumo di energia, ma anche sulla salute degli utilizzatori. Un progetto...
More about research and innovation in the field of Energy-efficient Buildings:
Energy-efficient Buildings (EeB) - Research & Innovation - Key Enabling Technologies - European Commission

Related Results Packs

2015-12-04
Nuovi materiali: ridurre l’energia grigia degli edifici
Oltre ad essere uno dei maggiori consumatori di energia e materie prime, il settore dell’edilizia è anche tra i principali produttori di emissioni di gas a effetto serra. La ricerca...
2015-12-04
Finestre intelligenti: una scelta scontata per i nuovi edifici
In tutta Europa sono al lavoro consorzi di ricercatori dell’UE per creare nuovi concetti di finestre intelligenti che contribuiranno a ridurre il consumo energetico degli edifici...
2015-12-04
Il vecchio incontra il verde: nuove tecnologie per la ristrutturazione degli edifici in Europa
Moltissimi progetti finanziati dall’UE si occupano di ristrutturazione edilizia per accelerare l’adozione di materiali e tecnologie efficienti dal punto di vista energetico.