Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Strumenti migliori per le piattaforme online dedicate all'innovazione sociale

Il progetto CATALYST, finanziato dall'UE, intende sviluppare e testare strumenti di intelligenza collettiva e metterli a disposizione, come soluzioni open source, delle comunità interessate, in particolare quelle che si occupano di innovazione sociale, sostenibilità e impegno civile.
Strumenti migliori per le piattaforme online dedicate all'innovazione sociale
Sappiamo come può crescere la popolarità di certi temi grazie all'utilizzo di strumenti e piattaforme online che riuniscono persone che la pensano allo stesso modo. Soprattutto nel campo dell'innovazione sociale e della sostenibilità, le comunità online hanno un ruolo sempre più determinante nel sostenere le iniziative spontanee. Tuttavia, con l'espandersi di tali piattaforme, i gestori delle comunità hanno sempre più difficoltà a gestirle efficacemente.

Per fornire una soluzione, alcune delle maggiori reti di comunità si sono unite a importanti istituti di ricerca per creare il progetto CATALYST, finanziato dall'UE. Avviato alla fine del 2013, CATALYST intende sviluppare e testare strumenti di intelligenza collettiva e metterli a disposizione delle comunità interessate come soluzioni open source.

Guidato dal coordinatore Sigma Orionis, il team del progetto sta attualmente sviluppando tali strumenti, processi e metodologie di intelligenza collettiva. Il consorzio comprende cinque partner impegnati nella gestione di comunità online molto grandi su piattaforme di innovazione sociale e coinvolgimento cittadino — Imagination for People, Wikitalia, CSCP, Purpose e Euclid Network — e due istituti di ricerca, la Open University e l'Università di Zurigo.

Gli strumenti sui quali il team sta lavorando riguardano una serie di abilità che vanno dal rilevamento collettivo (dove una collettività raccoglie dati sul proprio ambiente), al dare un senso (interpretare i dati per individuare indizi che richiedono un azione), l'ideazione (sviluppare idee su quali azioni intraprendere), la decisione (scegliere le azioni migliori) e infine l'azione collettiva (attuare queste azioni in una maniera coordinata efficace).

Il pacchetto CATALYST sarà pronto per il collaudo alla fine dell'anno e il team ha lanciato una "gara d'appalto a procedura aperta per la collaborazione" invitando le comunità a provare lo strumento. In particolare, i partner sono alla ricerca di comunità in Europa e oltre, per provare i loro strumenti e impegnarsi in un ampio dibattito su un tema sociale predefinito.

L'invito è stato lanciato l'estate scorsa durante la prima edizione dell'evento annuale CATALYST. Organizzato nell'ambito di CAPS2014, l'evento CATALYST ha riscosso un tale successo che - secondo il team del progetto - i partecipanti "facevano la fila fuori la porta". I partner del progetto hanno tenuto una serie di presentazioni spiegando i vari aspetti del loro lavoro, in particolare gli ecosistemi degli strumenti e delle metodologie di intelligenza collettiva nonché la preparazione della fase di sperimentazione. I partecipanti hanno inoltre avuto l'opportunità di provare le funzionalità degli strumenti sviluppati (Assembl, DebateHub, LiteMap ed Edgesense), attraverso varie dimostrazioni.

Le comunità interessate possono adesso presentare domanda per testare gli strumenti CATALYST, che saranno messi a disposizione gratuitamente con il necessario supporto su come utilizzarli e come creare una comunità di partecipanti. Il termine per la presentazione delle domande è il 1º ottobre 2014. Le prove inizieranno alla fine del 2014 – inizi del 2015, e si concluderanno alla fine di aprile 2015.

Per maggiori informazioni, visitare:

CATALYST
http://catalyst-fp7.eu/

Informazioni correlate