Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

I lupi adulti usano i momenti di gioco per rafforzare il loro predominio sui cuccioli

Ricercatori dell’UE hanno svolto il primo studio in assoluto sulle strategie usate dai lupi adulti e dai cuccioli di lupo durante il gioco sociale.
I lupi adulti usano i momenti di gioco per rafforzare il loro predominio sui cuccioli
I lupi adulti mantengono il loro predominio sui cuccioli di lupo anche durante il gioco, è quanto ha scoperto il progetto CANCOOP, finanziato dall’UE. Il gioco è considerato un’interazione competitiva tra compagni di gioco usata per testare e migliorare le loro capacità in un ambiente sicuro.
I risultati, pubblicati sulla rivista PLOS ONE a maggio 2016, confutano la teoria secondo la quale i lupi adulti addolciscono il loro comportamento quando interagiscono con i cuccioli per incoraggiarli a giocare. Al contrario, mantengono la propria posizione dominante.

I lupi sono animali molto sociali che dipendono dalla collaborazione tra gli individui del branco per l’allevamento dei piccoli, la caccia e la difesa del territorio e del cibo. CANCOOP, che continuerà fino a gennaio 2018, sta studiando i processi emotivi e socio-cognitivi nei lupi come l’empatia, l’avversione per l’ingiustizia e la gratificazione differita.

I più recenti risultati del progetto sono fondamentali per capire le interazioni sociali dei lupi – informazioni che possono contribuire a gestire le popolazioni di lupi sia in libertà che negli zoo.

Durante la fase sperimentale del progetto, due branchi di lupi adulti - Canis lupus occidentalis – e cuccioli di lupo di età compresa tra i 3 e i 5 mesi sono stati osservati nelle interazioni del gioco e non. Questo è avvenuto presso il Wolf Science Centre di Ernstbrunn in Austria nel 2009 e nel 2012.

Ogni branco di lupi comprendeva sei cuccioli. Erano stati portati al centro prima di aver raggiunto i dieci giorni di età ed erano stati allevati da addestratori professionisti. I branchi di lupi sono stati poi filmati durante le interazioni di gioco e non nello spazio che ospitava gli animali – una grande zona all’aperto recintata con ripari e zone alberate.

Gli scienziati impegnati nel progetto sono partiti dall’ipotesi che, per facilitare il gioco, i singoli lupi potrebbero agire in modo da mantenere una situazione di uguaglianza con gli altri lupi che partecipano al gioco. Questo comportamento è conosciuto come la “regola 50:50” – secondo la quale ogni giocatore “vince” o “perde” il 50 % delle volte.

Per rispettare questa “regola” di gioco, un animale dominante può auto-sabotarsi in modo da mettersi in una situazione di svantaggio e permettere a un compagno di gioco subordinato di “vincere”. I comportamenti di auto-sabotaggio si verificano quando un singolo animale dà un vantaggio competitivo, per esempio sdraiandosi sulla schiena o mettendosi fisicamente sotto il compagno.

I risultati dello studio però hanno mostrato che i lupi adulti e i cuccioli di lupo non sembravano seguire questa regola. Nelle coppie cucciolo – adulto, era il cucciolo ad assumere comportamenti di auto-sabotaggio o meno aggressivi, non gli adulti. I lupi adulti assumevano molto meno comportamenti di auto-sabotaggio rispetto ai cuccioli che giocavano con loro. Avevano inoltre un comportamento significativamente più aggressivo durante il gioco, mordendo e rincorrendo il compagno, secondo il team di CANCOOP.

I tassi di auto-sabotaggio e comportamento aggressivo nelle coppie di cuccioli e adulti erano legati al rapporto di dominio tra di loro al di fuori del gioco, ha riscontrato il progetto.

Al contrario le coppie costituite da due cuccioli mostravano un gioco in cui era osservabile un più alto livello di parità rispetto alle coppie cucciolo - adulto, anche se il grado di parità variava. Gli scienziati adesso credono che tale comportamento potrebbe rafforzare la gerarchia dell’adulto dominante e del cucciolo subordinato che sussiste al di fuori del gioco in un branco di lupi. Infine lo studio CANCOOP ha scoperto anche che le caratteristiche del gioco dei lupi sono simili a quelle osservabili nelle dinamiche di gioco dei cani domestici.

Per maggiori informazioni, consultare:
Sito web del progetto su CORDIS

Fonte: Sulla base di informazioni diffuse dal progetto

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 125363 / Ultimo aggiornamento: 2016-05-20
Categoria: Progressi scientifici
Fonte: ec