Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Ricercatori dell’UE presentano il loro sistema d’irrigazione integrato e flessibile

Il progetto FIGARO, finanziato dall’UE, ha appena completato lo sviluppo di un Sistema di precisione per il sostegno alle decisioni nel campo dell’agricoltura che permette agli agricoltori di sfruttare gli sviluppi innovativi della tecnologia dell’irrigazione.
Ricercatori dell’UE presentano il loro sistema d’irrigazione integrato e flessibile
Il sistema ha lo scopo di migliorare sostanzialmente la gestione dell’irrigazione per colture ad alto consumo di acqua, come patate, agrumi e mais. Il metodo utilizzato consiste nell’incrementare la produttività dell’acqua e ottimizzare l’uso dell’acqua di irrigazione e il consumo di energia. La nuova piattaforma FIGARO è stata ufficialmente presentata a un incontro con i partner del progetto tenutosi a Kavalla, in Grecia, l’1 e il 2 giugno 2016.

La piattaforma raccoglie dati sul clima, sul terreno e sulle colture, catturati da sensori nell’acqua del suolo, dati raccolti dai satelliti e stazioni meteorologiche che sono poi inseriti in modelli per le previsioni del tempo e in modelli idraulici e di coltivazione, usando dati in tempo reale e frutto di previsioni. Questo permette poi di fare raccomandazioni precise su quanto e quando gli agricoltori dovrebbero irrigare singoli campi. La maggior parte dei dati viene inserita automaticamente, riducendo al minimo il tempo impiegato dagli agricoltori per allestire il sistema. Al contrario, per molti dei sistemi a sostegno delle decisioni attualmente disponibili sul mercato è necessario che gli agricoltori inseriscano grandi quantità di dati, un compito che richiede sia molto tempo che competenze tecniche.

Una volta che l’agricoltore ha allestito il sistema, riceve dalla piattaforma un piano di programmazione settimanale personalizzato per irrigazione e fertirrigazione (la pratica di applicare fertilizzanti per mezzo del sistema di irrigazione). Questo viene aggiornato quotidianamente e, per aumentarne la precisione, gli agricoltori possono installare sensori commerciali wireless nei loro campi per includere dati sul terreno e sulle piante nel sistema di calcolo generale.

Inoltre per incoraggiare e persuadere gli agricoltori a usare la piattaforma FIGARO, il sistema è stato progettato anche in modo da essere modulare e flessibile, in modo che nuove tecnologie e modelli agronomici possano essere facilmente integrati e che i coltivatori siano in grado di personalizzare il sistema per soddisfare le proprie esigenze. Dal punto di vista pratico, il sistema è facilmente accessibile per mezzo di un computer o di un tablet e i partner del progetto stanno prendendo in considerazione lo sviluppo di un’applicazione per iPhone e/o Android che consenta di accedere al sistema dal telefono cellulare.

Oltre a offrire un sistema economico e preciso che aiuta gli agricoltori a organizzare l’irrigazione (secondo le stime dei partner del progetto questo sistema può fare risparmiare fino al 20-60 % dell’acqua di irrigazione degli utenti per lo stesso campo, con un investimento iniziale di compreso tra i 5 e i 20 euro per ettaro), la piattaforma FIGARO potrebbe aiutare gli agricoltori a contribuire agli obiettivi più generali dell’UE, come gli ambizioni obiettivi in materia di produttività dell’acqua.

“Dopo più di tre anni di duro lavoro, la piattaforma FIGARO può finalmente essere applicata dagli agricoltori nel lavoro quotidiano,” ha commentato il coordinatore del progetto, Lior Doron. “Usando FIGARO, gli agricoltori e la comunità più in generale possono trarre vantaggio da questi sviluppi rivoluzionari della tecnologia di irrigazione, ottimizzare l’uso dell’acqua di irrigazione e il consumo di energia e incrementare la produttività dell’acqua.”

Dopo l’introduzione della piattaforma FIGARO, i partner del progetto intendono iniziare una serie di dimostrazioni dal vivo dei vantaggi e delle capacità del sistema, organizzando giornate di ricerca sul campo in sei siti di FIGARO, in Danimarca, Grecia, Israele, Italia, Portogallo e Spagna.

Il progetto FIGARO ha avuto inizio a ottobre 2012 e si concluderà a settembre 2016. Il progetto ha ricevuto quasi 6 milioni di euro in finanziamenti dell’UE.

Per maggiori informazioni, consultare:
Sito web del progetto

Fonte: Sulla base di informazioni diffuse dal progetto

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 125461 / Ultimo aggiornamento: 2016-06-03
Categoria: Nuovi prodotti e tecnologie
Fonte: ec