Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Al via veicoli intelligenti per migliorare la sicurezza e lo scorrimento del traffico stradale

Con l’intento di migliorare la sicurezza stradale e la circolazione del traffico, il progetto ADAPTIVE, finanziato dall’UE, sta per avviare la fase di prova dei suoi veicoli adattati in vari scenari di guida.
Al via veicoli intelligenti per migliorare la sicurezza e lo scorrimento del traffico stradale
Il progetto ADAPTIVE ha recentemente raggiunto un importante traguardo, con l’annuncio che i suoi veicoli di dimostrazione sono tutti completamente equipaggiati e quindi pronti per gli scenari di prova. Si tratta di otto veicoli in totale, sette automobili e un furgone, forniti del loro relativo hardware.

Il progetto si è proposto di migliorare le prestazioni dei veicoli automatici, sviluppando nuove funzionalità che, attraverso una migliore sicurezza ed efficienza stradale, contribuiranno a sostenere l’accettazione da parte del pubblico dei veicoli senza conducente.

Sviluppare una serie di funzioni di guida automatizzata per il traffico giornaliero

Adottando l'approccio “shared control” (controllo condiviso), ADAPTIVE cerca di ottimizzare l’interazione tra conducente e tecnologie automatiche, utilizzando una serie di sistemi tra cui l’interazione tra veicoli (vehicle-to-vehicle, V2V), i sensori di ostacoli e le tecnologie che rispondono allo stato del conducente. Il progetto valuterà quattro dei sei livelli di automazione SAE (Society of Automotive Engineers), ovvero: automazione assistita, parziale, condizionata ed elevata. Gli otto veicoli di dimostrazione comprendono automobili piccole e più grandi, e un furgone per il trasporto di merci pesanti.

I veicoli condividono una serie di funzionalità di automazione tra cui un volante elettrico per le manovre laterali, sistemi di trasmissione e frenaggio per le manovre longitudinali, radar anteriore a lungo raggio, fotocamera anteriore, sensori a 360 gradi e moduli HMI (Human Machine Interface) modificati. La presenza di elementi comuni permette di imparare reciprocamente per quanto riguarda il rischio, l’ergonomica, la tolleranza ai guasti e i fattori umani, come il comportamento del conducente, basandosi sulle TIC (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) come elemento fondamentale per il funzionamento del sistema.

Creare un ambiente abilitante

Con il completamento della fase di progettazione, il progetto si prepara ad avviare la sperimentazione e la valutazione della tecnologia. Le prove prevedono tre tipi di scenari. Le prove su breve distanza, che includeranno le manovre di parcheggio o in ambienti affollati, a velocità inferiore a 30 km/h, con la sfida che i sensori e gli algoritmi devono ancora essere sviluppati. Gli scenari urbani prevedono prove con una vasta gamma di pericoli nel traffico quotidiano, a velocità di 10-70 km/h, con la sfida della complessità dell’ambiente e della densità del traffico. Negli scenari autostradali i veicoli si sposteranno a 130 km/h e saranno condotti test sulle manovre, come il cambio di corsia e il filtraggio del traffico, con la sfida di ottimizzare la tolleranza all’errore.

Dato che gli attuali metodi di valutazione ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) non coprono a sufficienza la guida automatizzata, il progetto svilupperà anche nuovi metodi di valutazione. Verrà eseguita una valutazione d’impatto a livello paneuropeo.

L’introduzione riuscita di sistemi automatizzati sul mercato europeo richiederà inoltre un quadro normativo relativo.

Attualmente la legge è basata sul fatto che la guida sicura sia responsabilità del conducente. I sistemi automatizzati mettono in dubbio questa affermazione. Pertanto, ADAPTIVE sta anche valutando fattori quali la normativa e l’affidabilità stradale, nonché questioni riguardanti la privacy e la sicurezza dei dati. Il progetto passerà in rassegna il quadro normativo di una serie di Stati membri dell’UE e degli Stati Uniti, individuando le possibili conseguenze per i produttori e i conducenti, suggerendo eventuali cambiamenti necessari nella normativa.

Tramite la valutazione della sicurezza e lo scorrimento del traffico, la tecnologia e il comportamento del conducente, nonché degli aspetti legali, ADAPTIVE – grazie all’utilizzo dei suoi nuovi veicoli di dimostrazione – aiuterà le imprese europee a collocarsi alla guida della progettazione di veicoli intelligenti, che dovrebbero aprire un importante nuovo mercato nel settore automobilistico.

Per maggiori informazioni, consultare:
Sito web del progetto

Fonte: Sulla base di informazioni diffuse dal progetto

Informazioni correlate