Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Costruzione imminente di un sistema galleggiante multi-megawatt vicino Le Croisic, Francia

Le turbine eoliche galleggianti sono viste da molti come l’immagine del futuro di questo settore: aggirano il problema di fondali non adatti e potrebbero perfino costare meno delle alternative fisse. Un consorzio guidato da FLOATGEN sta cercando di conquistarsi una posizione di primo piano in questo settore con la prima turbina eolica galleggiante che sarà installata nell’Atlantico vicino alla costa francese.
Costruzione imminente di un sistema galleggiante multi-megawatt vicino Le Croisic, Francia
FLOATGEN sta cercando di farsi pioniere della prevista espansione dei parchi eolici galleggianti nelle acque europee. Per fare questo, installerà una turbina da 2 MW nell’Oceano Atlantico, presso il sito di prova SEM-REV, che si trova a 12 miglia nautiche dalla città di Le Croisic. Il consorzio, che comprende sette membri, spera che questa installazione rivoluzionaria – in un sito che dispone di un sotto-impianto collegato alla rete nazionale – dimostrerà la fattibilità tecnica ed economica delle turbine eoliche galleggianti e permetterà il loro sviluppo in acque ventose e profonde che attualmente sono proibitive dal punto di vista commerciale.

Il dimostratore sta usando una piattaforma galleggiante a forma di anello economicamente efficiente brevettata da Ideol. Vanta nuove proprietà idrodinamiche che, secondo il suo produttore, “rendono le sue prestazioni eccezionali rispetto ad altre piattaforme galleggianti.”

Paul de la Guérivière, CEO di Ideol e coordinatore del progetto, ci parla della tecnologia mentre è in corso la costruzione della base galleggiante.

Perché è importante per la Francia e l’Europa investire in sistemi di turbine eoliche offshore galleggianti?

In un momento in cui l’energia eolica offshore sta assistendo a sviluppi importanti, in molti paesi c’è il problema della mancanza di siti adeguati. Di conseguenza l’energia eolica galleggiante si sta affermando in modo lento ma certo come alternativa attuabile all’energia eolica fissata sul fondo. In questo contesto, l’Europa, e specialmente la Francia con le sue acque profonde nel Mediterraneo, deve essere pronta non solo per competere in questo mercato in espansione, ma per cogliere l’opportunità di diventare veri leader del mercato.

Cosa può dirci sui risultati ottenuti fino a questo momento dal progetto?

Sono state condotte diverse prove in vasca e adesso sono stati completati gli studi di ingegneria. FLOATGEN è attualmente in costruzione: la base galleggiante sta prendendo forma, la turbina eolica e oltre l’80 % del materiale di ormeggio sono già stati portati nel porto di Saint-Nazaire.

Quali sono state le maggiori difficoltà incontrate e come sono state superate?

Il progetto vedrà una turbina eolica offshore collegata alla rete entro la fine dell’anno. Queste tempistiche strette – quattro anni – ci hanno messo in difficoltà perché dovevamo trovare un sito nel quale avremmo potuto ottenere i necessari permessi e autorizzazioni, gestire i vari cambiamenti delle turbine eoliche e garantire che la costruzione fosse fattibile. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, il fattore più difficile è stato l’interfaccia con diversi partner, per l’ottimizzazione della costruzione e per la fornitura della turbine. Il forte interesse di tutti i partner verso la nostra tecnologia e i nostri interessi allineati sono stati fondamentali per superare queste difficoltà.

Quali criteri avete usato per selezionare i siti di prova?

Una serie di criteri ci ha portato a scegliere il sito di prova SEM-REV a largo di Le Croisic, operato da Centrale Nantes: il collegamento con la rete, la profondità dell’acqua, la distanza dalla costa… SEM-REV è il primo sito di prova a MRE multiplo collegato alla rete.

Cosa avete imparato finora per quanto riguarda le prestazioni e i costi di questa tecnologia?

Non abbiamo dubbi sulle prestazioni del sistema galleggiante: i nostri ingegneri hanno lavorato sodo per 5 anni e i test in vasca hanno già confermato le eccezionali prestazioni di tutto il sistema. Per quanto riguarda i costi, FLOATGEN ci permette di acquisire una preziosa esperienza e knowhow e di definire metodi e processi per la costruzione, l’installazione e il funzionamento del sistema galleggiante e quindi di identificare fattori che permetterebbero di ridurre i costi. Stiamo lavorando anche a diversi progetti di R&S per continuare a ottimizzare il sistema di ormeggio che è una parte fondamentale del progetto.

Che progetti avete una volta installata la turbina eolica?

Il periodo di dimostrazione durerà due anni nelle acque di SEM-REV. Questo periodo ci permetterà di valutare le prestazioni del nostro galleggiante, per verificare i costi operativi e di manutenzione e per preparare l’industrializzazione di questa soluzione.

Cosa consiglierebbe ad altre organizzazioni interessate alle turbine eoliche offshore?

Di sbrigarsi perché il mercato sta diventando strutturato e perché la nostra tecnologia è pronta a supportare progetti commerciali!

FLOATGEN
Finanziato nell’ambito di FP7-ENERGY
Sito web del progetto

Fonte: Intervista su research*eu rivista dei risultati n. 57 pagg. 4-5

Informazioni correlate