Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Tendenze scientifiche: I miei fianchi non mentono – Come diventare una regina della danza

Ricercatori e psicologi hanno pubblicato un nuovo studio per identificare le mosse che rendono le donne ballerine migliori.
Tendenze scientifiche: I miei fianchi non mentono – Come diventare una regina della danza
Chi ha bisogno di Beyonce o Shakira per diventare la star della discoteca quando gli avatar possono insegnarci tutti i movimenti dei fianchi?

Questo nuovo studio, coordinato da psicologi dell’Università di Northumbria e pubblicato sulla rivista “Scientific Reports” a febbraio, ha identificato quali movimenti degli avatar femminili avevano un indice di gradimento più alto.

Usando una tecnologia 3D per registrare i movimenti di 39 giovani donne che ballavano su un ritmo con percussioni, giudici maschi e femmine hanno dato un voto alle ballerine basandosi sulla qualità della danza e non su altezza, aspetto o altre caratteristiche fisiche.

I risultati hanno rivelato che sia gli uomini che le donne votanti considerano l’oscillazione dei fianchi e i movimenti asimmetrici di cosce e braccia mosse di danza di alta qualità per future gare di ballo. “Non importa il tipo di musica, se una persona segue il ritmo, significa che è un bravo ballerino,” ha spiegato Nick Neave, lo psicologo che ha coordinato la ricerca.

Ballare è un comportamento umano universale osservato in particolare nel corteggiamento e che è sempre stato un argomento interessante per i ricercatori in termini di importanza evolutiva delle nostre azioni e potenziale qualità del partner. “Il modo in cui ci muoviamo è legato in modo molto stretto alla nostra salute, al nostro stato ormonale e alla nostra personalità, e possibilmente anche ad aspetti come l’intelligenza e la creatività,” ha continuato Nick Neave.

Lo stesso team ha condotto un progetto di ricerca nel 2010 pubblicato su “The Royal Society” che ha mostrato che la qualità della danza maschile può essere prevista dalla variabilità nel girare il collo e il torso insieme alla velocità di movimento del ginocchio destro. “Abbiamo poi scoperto che più il maschio era forte, più era ritenuto un bravo ballerino,” ha detto Neave.

In futuro la ricerca del team potrebbe essere rivolta a studiare se l’attrattiva del ballo differisca a seconda di variabili che distinguono gli individui in termini del loro valore o potenziale come partner o avversario.

Anche se questo studio offre sicuramente uno spunto sulle caratteristiche del ballo che sono considerate attraenti in un contesto culturale occidentale, non può affermare di comprendere tutte le culture e tutte le danze di corteggiamento. Al contrario quello che può essere considerato un ballo attraente al leggendario club Ministry of Sound di Londra è sicuramente diverso da quello che è considerato forte nei famosi locali Copacabana o Blue Note di New York. Per chi scrive non fa alcuna differenza dove venga effettuato il movimento oscillatorio, perché il punteggio assegnato alle mie doti di ballerino mostrerebbe una costante mancanza di evoluzione quanto a fascino.

Bronwyn Tarr però, ballerino e ricercatore nel campo della danza e dell’evoluzione umana all’Università di Oxford, ha affermato che “studi come questo aiutano a costruire un quadro più completo di come noi, come molti uccelli e altri animali, possiamo usare la danza per attirare l’attenzione dell’altro sesso.”

E allora, signore, se volete farvi notare in discoteca, alzate le mani e cominciate a ondeggiare i fianchi e ad agitare un braccio o una gamba per dare inizio al divertimento!

Fonte: Sulla base di segnalazioni dei media

Informazioni correlate

Paesi

  • Regno Unito