Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

PRE-FUSION 1C

Programma successivo

PRE-FUSION 3C

Finanziamento del programma

EUR 33,9 million
Studio dei fenomeni prodotti da plasmi densi molto caldi e dei meccanismi del confinamento, onde ottenere, in generale, una migliore conoscenza delle propriet del plasma e, in particolare, del plasma confinato da un campo magnetico.

Riassunto

Questo secondo programma sulla fusione era parte del secondo programma comunitario di ricerca e di formazione nel settore dell'energia nucleare. Allo stesso modo del primo, stato eseguito in conformit del Trattato del 1957 che istituisce la Comunit europea dell'energia atomica (Euratom).

Suddivisione

- Studio dei fenomeni provocati da plasmi densi molto caldi prodotti da scariche rapide;
- Studio del meccanismo di formazione del confinamento in dispositivi quasi stazionari e della stabilit di tale confinamento.

Attuazione

Il Trattato Euratom del 1957 contemplava l'istituzione da parte della Commissione, previa consultazione del Comitato scientifico e tecnico, di un Centro comune di ricerche nucleari per garantire l'esecuzione dei programmi di ricerca e di formazione comunitari nonch degli altri compiti assegnati al Centro. Tale Trattato autorizzava la Commissione ad affidare, per contratto, l'esecuzione di determinate parti dei programmi agli Stati membri, persone o imprese, e parimenti a paesi terzi, organizzazioni internazionali ovvero a cittadini di paesi terzi.

Al fine di promuovere il coordinamento e l'integrazione delle ricerche intraprese negli Stati membri, il Trattato autorizza la Commissione a invitare gli Stati membri, le persone o le imprese a comunicarle i loro programmi; a seguito della comunicazione, pu esprimere un parere motivato su tali programmi allo scopo di sconsigliare doppi impieghi inutili e di orientare la ricerca verso i settori non sufficientemente studiati. Per incoraggiare l'esecuzione dei programmi di ricerca che le vengono comunicati, la Commissione pu: apportare un sostegno finanziario nel quadro di contratti di ricerca; fornire, a titolo oneroso o gratuito, il materiale sorgente o le materie fissili speciali di cui dispone; mettere a disposizione degli Stati membri, delle persone o delle imprese, a titolo oneroso o gratuito, impianti, attrezzature o l'assistenza di esperti. Al fine di procedere a consultazioni reciproche e a scambi di informazioni, la Commissione pu anche riunire i rappresentanti dei centri di ricerca pubblici e privati e gli esperti che svolgono ricerche negli stessi settori o in altri a questi connessi.

Nel quadro del secondo programma quinquennale di ricerca e di formazione, proseguito lo sviluppo degli impianti del Centro comune di ricerche nucleari a Ispra, Karlsruhe, Petten e Geel. La ricerca sulla fusione stata eseguita sia dal Centro che per mezzo di contratti esterni, in particolare attraverso contratti di associazione.

La dotazione di bilancio del secondo programma quinquennale stata fissata inizialmente a 445,5 milioni di unit di conto (u.c.), comprensive di 20,5 milioni di u.c. provenienti dal primo programma. Di tale importo, 31 milioni di u.c. sono stati riservati per le ricerche inerenti alla fusione e alla fisica dei plasmi. Successive modifiche, intervenute nel 1965 e nel 1967, hanno aumentato il bilancio generale a 455 milioni di u.c. e fissato la dotazione di bilancio per le ricerche relative a fusione e fisica dei plasmi in 33,9 milioni di u.c..

Il Trattato stabilisce che la Commissione presenti al Consiglio relazioni annuali sull'attuazione dei programmi di ricerca e di formazione e che tenga informato il Comitato economico e sociale in merito alle linee generali contenute in tali programmi. Per quanto concerne la diffusione di informazioni sulle quali la Comunit abbia il potere di cessione, la Commissione pu concedere licenze e sub-licenze a condizioni da fissare di comune accordo con i beneficiari.

Argomenti

Fusione nucleare
Numero di registrazione: 103 / Ultimo aggiornamento: 1992-12-14