Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programmi di specifici di ricerca (CEE) che saranno eseguiti dal Centro comune di ricerca - Metodi di riferimento e affidabilità delle strutture -, 1988-1991

Programma quadro

FP2-FRAMEWORK 2C

Programma successivo

JRC-MEASTEST 1C

Finanziamento del programma

EUR 34,6 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 286 del 1988-10-20

Riferimento legislativo

88/521/EEC del 1988-10-14
Inteso ad accrescere la capacità di predire la vita residua delle strutture e comprendere il comportamento delle strutture esposte a intensi carichi, sfruttando le tecniche di misurazione dei danni ed i metodi per valutare le proprietà dei materiali al fine di aiutare a fornire alle industrie manifatturiere comunitarie un accesso più facile ad una gamma di materiali avanzati, prodotti a costi competitivi.

Riassunto

Parte del programma quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico (1987-1991) nel contesto della sotto attività 3.4 : "Norme tecniche, metodi di misura e materiali di riferimento".

I metodi fisici esistenti e con essi le tecniche, sono utilizzati per misure non distruttive dei danni e per valutare le proprietà dinamiche dei materiali. L'obiettivo è di costruire modelli per predire l'affidabilità di servizio e la vita residua di componenti e gruppi facenti parte di strutture ampie.

La capacità di prova viene estesa costruendo una parete di reazione presso il Centro comune di ricerca di Ispra che consenta la verifica statica, ciclica e pseudodinamica di modelli di strutture su larga scala o in grandezza naturale.

Suddivisione

Due aspetti:

- predizione della vita residua delle strutture:
ricerca sui materiali strutturali e sui componenti nelle industrie non nucleari intraprese nel laboratorio STRIKE (Structural Reliability Investigation by Knowledge Engineering) creato ad Ispra allo scopo di predire la vita dei componenti;

- studio sul comportamento non lineare delle strutture e dei sistemi meccanici esposti a carichi dinamici pesanti:
formulazione di specifiche di progettazione migliorate e valutazione dell'affidabilità in campi quali l'ingegneria civile, meccanica, nucleare, chimica, costiera e d'alto mare.

Attuazione

La Commissione, assistita dal consiglio d'amministrazione del Centro comune di ricerca (CCR), provvede all'attuazione del programma che è realizzato dall'istituto per la tecnologia di sicurezza del CCR ad Ispra.

La Commissione, d'intesa con il consiglio d'amministrazione, provvede affinché vengano tenute periodiche consultazioni con i pertinenti comitati consultivi in materia di gestione e di coordinamento o comitati equivalenti per assicurare il coordinamento e la concordanza di impostazione tra le azioni a costi ripartiti e le attività del CCR negli stessi settori.

Ogni anno, anteriormente al 31 marzo, la Commissione trasmette al Parlamento europeo ed al Consiglio una relazione sull'attuazione del programma. Il programma viene valutato da un gruppo di esperti esterni indipendenti, costituito dalla Commissione previa consultazione del consiglio d'amministrazione.
Numero di registrazione: 116 / Ultimo aggiornamento: 1990-03-26