Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Piano d'azione comunitario (CEE) relativo alla valutazione delle attività di ricerca e sviluppo della Comunità europea nel periodo 1987-1991

Programma precedente

ENV-EVAL 1C

Programma successivo

FP2-MONITOR - FP2-SPEAR

Finanziamento del programma

EUR 7 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

C 14 del 1987-01-20

Riferimento legislativo

87/C14/06
Eseguire valutazioni interne ed esterne dell'efficacia e della pertinenza dei programmi comunitari di R&S, considerati singolarmente o in gruppi, al fine di possibili future modifiche; mettere a punto metodologie di valutazione migliorate sulla base di strette collaborazioni con gli organismi nazionali di valutazione e con la Commissione.

Riassunto

Il piano d'azione relativo alla valutazione, un prolungamento del piano 1983-85 (EVAL 1C), è connesso con il programma quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico (1987-1991) e con il programma MONITOR.

Suddivisione

Sette attività:

- Definizione degli obiettivi e delle tappe principali del programma:
prima che ogni programma di ricerca sia presentato al Consiglio per l'approvazione, la Commissione ne garantirà la definizione degli obiettivi e delle tappe principali, in modo quantitativo laddove possibile;

- Valutazioni interne:
la Commissione garantisce che le informazioni e i dati richiesti per le valutazioni esterne successive siano raccolti sin dall'inizio di ciascun programma come parte della procedura di valutazione interna;

- Valutazioni indipendenti esterne:
la Commissione organizza valutazioni "verticali" per i singoli programmi e valutazioni "orizzontali" inerenti ad attività o meccanismi comuni a diversi programmi. Tali valutazioni forniscono la base per qualsiasi adattamento successivo;

- Utilizzazione dei risultati della valutazione:
i risultati delle valutazioni effettuate da esperti esterni indipendenti sono di norma pubblicati con la massima celerità e ampiamente diffusi;

- Ricerca sulle metodologie di valutazione:
la Commissione svolge studi sui metodi di valutazione, commissionando specifici studi o programmi volti a migliorare le metodologie di valutazione utilizzando anche indicatori quantitativi;

Collaborazione europea nel settore della valutazione dell'attività di R&S: "rete 12 + 1" :
onde conferire una dimensione europea alle valutazioni nazionali, viene creata una rete di collegamento tra i servizi della Commissione e le unità nazionali di valutazione;

- Esperti distaccati:
le attività di valutazione sono migliorate da esperti distaccati, funzionari di ricerca distaccati o studenti, che lavorano presso i servizi della Commissione per brevi periodi di tempo (fino a 24 mesi).

Attuazione

Il piano d'azione sarà condotto dall'unità indipendente di valutazione della Commissione.

I fondi necessari alle valutazioni esterne sono imputati annualmente all'articolo di bilancio di ciascun programma. I fondi per le ricerche sulle metodologie di valutazione e cioè per la rete "12 + 1", per il personale dell'unità di valutazione e per gli esperti distaccati vengono iscritti nel bilancio generale delle Comunità europee al capitolo 73 (Ricerca e sviluppo).

La Commissione presenta al Comitato sulla ricerca scientifica e tecnica (CREST) una relazione annuale sull'attuazione del piano d'azione.

Argomenti

Valutazione