Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma quadro

FP1-FRAMEWORK 1C

Programma precedente

PRE-RAWMAT 2C

Programma successivo

FP2-MATREC C

Finanziamento del programma

EUR 70 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 159 del 1986-06-14

Riferimento legislativo

86/235/CEE del 1986-06-10
Sviluppare e promuovere mezzi economici di fornitura di materie prime primarie e secondarie, sviluppare e gestire la tecnologia dei materiali avanzati, migliorare la gestione delle materie prime e aumentare la concorrenzialità industriale, e promuovere la cooperazione all'interno dei circoli scientifici europei in tutte le fasi del ciclo dei materiali.

Riassunto

Parte del Primo programma quadro (1984-1987) nell'ambito dell'attività 3: "Migliorare la gestione delle materie prime", il programma ha continuato quello del 1982-1985 sulle materie prime e quello del 1979-1983 sul riciclaggio dei rifiuti urbani e industriali. Il suo obiettivo era quello di coprire l'intero ciclo dei materiali: ricerca di giacimenti ed estrazione dei minerali, produzione di legname, lavorazione dei materiali, ricupero e riciclaggio. La componente più innovativa era dedicata ai nuovi materiali, si trattava del sottoprogramma EURAM, concepito per aiutare a migliorare la capacità di produzione all'interno dei paesi europei di materiali sofisticati (leghe leggere, ceramiche e materiali compositi) essenziali per il progresso in diverse aree della tecnologia.

Suddivisione

Quattro sottoprogrammi:

- Materie prime primarie (Minerali):
. esplorazione;
. tecnologia mineraria;
. lavorazione dei minerali;

- Materie prime secondarie :
. riciclaggio dei metalli non ferrosi;
. riciclaggio e utilizzo dei rifiuti;

- Legno, ivi compreso il sughero, come materia prima rinnovabile:
. produzione di legname;
. raccolta, immagazzinaggio e trasporto del legname;
. il legno come materiale;
. lavorazione meccanica del legno e utilizzo dei prodotti finiti di legno;
. produzione e lavorazione della pasta e della carta e sostanze chimiche per il legno;

- Materiali avanzati (EURAM):
. materiali metallici;
. ceramiche per uso tecnico;
. materiali compositi.

Attuazione

La Commissione, assistita dal Comitato consultivo di gestione e di coordinamento (CGC) sulle materie prime ed altri materiali, era responsabile per l'attuazione del programma mediante contratti di ricerca, coordinamento e formazione i cui costi sono stati ripartiti tra le parti coinvolte, e azioni concertate. In relazione alla subarea "Riciclaggio ed utilizzo dei rifiuti", una delle azioni concertate è stata inclusa nel programma "Uso della lignocellulosa contenente sottoprodotti ed altri residui vegetali negli alimenti per animali (COST 84a).

Gli Stati membri partecipanti hanno dovuto fornire alla Commissione tutte le informazioni rilevanti ai fini del coordinamento nonché informazioni su ricerche simili in programma o condotte da enti che non rientravano nella loro sfera di competenze.

Alla luce dell'esperienza acquisita nel corso dell'attuazione del programma e dopo aver ricevuto l'opinione del CGC, la Commissione poteva, se necessario, trasferire fondi da un sottoprogramma all'altro, a condizione che l'assegnazione finale per qualsiasi sottoprogramma non differisse, in eccesso o in difetto, di oltre il 15% dallo stanziamento iniziale indicato nella decisione del Consiglio.

La Commissione era autorizzata a negoziare accordi con altri Stati, in particolare quelli coinvolti nella Cooperazione europea nel campo della ricerca scientifica e tecnica (COST), al fine di associare tali stati in toto o in parte con il programma stesso.

Il programma è stato riveduto alla fine del secondo anno di attuazione. Al suo completamento, la Commissione ha inviato agli Stati membri ed al Parlamento europeo un rapporto riassuntivo sull'attuazione e sui risultati dell'azione concertata.