Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programma comunitario (CEE) relativo allo sviluppo di talune regioni svantaggiate della Comunità mediante la valorizzazione del potenziale energetico endogeno (VALOREN), 1986-1991

Finanziamento del programma

EUR 392,8 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 305 del 1986-10-31

Riferimento legislativo

3301/86/CEE del 1986-10-27
Attuare una serie di azioni coerenti e pluriennali volte a sfruttare le risorse energetiche locali ed all'utilizzazione razionale dell'energia, nel rispetto della politica comunitaria in materia di ambiente, allo scopo di consolidare la base socioeconomica delle regioni interessate, incoraggiando la creazione di posti di lavoro e promuovendo lo sviluppo tecnologico.

Riassunto

Il regolamento del Consiglio (CEE) n. 1787/84 del 19 giugno 1984 (Gazzetta ufficiale n. L 169 del 28.6.1984) riguardante il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) prevede che tale fondo partecipi a programmi comunitari volti a contribuire alla soluzione di gravi problemi che influiscono sulla situazione socioeconomica in una o più regioni ed a migliorare l'articolazione tra gli obiettivi comunitari di sviluppo strutturale o di riconversione delle regioni e gli obiettivi di altre politiche comunitarie.

In passato certe misure analoghe hanno contribuito a garantire l'approvvigionamento energetico in talune regioni della Comunità tramite nuove tecniche applicate all'energia idroelettrica e fonti energetiche alternative.

Attraverso programmi di assistenza regionale VALOREN dovrebbe non soltanto contribuire in modo sostanziale al miglioramento della situazione energetica nelle regioni interessate, ma anche permettere il rafforzamento generale della loro posizione socioeconomica.

Il programma è legato al programma di dimostrazione nel settore energetico (ENDEMO C).

Suddivisione

Tre generi di misure:

- sfruttamento economico di fonti energetiche locali:
energie alternative e rinnovabili, piccoli giacimenti di torba e lignite;

- utilizzazione razionale dell'energia:
risparmio energetico e sostituzione dei prodotti petroliferi;

- misure promozionali che prevedano l'analisi e la programmazione a livello locale e regionale, servizi di consulenza ed assistenza tecnica alle PMI, nonché la diffusione dell'informazione.

Attuazione

Il programma `e oggetto di cofinanziamento tra gli Stati membri interessati e la Comunità. L'aiuto può essere erogato, interamente o in parte, sotto forma di contributo in conto capitale o di abbuono di interessi su prestiti.

LIl contributo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), che può partecipare a talune operazioni del programma, non può oltrepassare il 55% dell'insieme di spese pubbliche prese in considerazione. I contributi del FESR possono essere concessi ad autorità pubbliche, enti locali, autorità regionali, organismi vari, imprese, cooperative o privati.

I progetti d'investimento contemplati nell'ambito del presente programma non possono essere oggetto di sovvenzioni nel quadro del programma di dimostrazione nel settore dell'energia e non è ammesso il cumulo degli aiuti concessi nel quadro del presente programma con quelli concessi a norma di altre disposizioni del fondo o del regolamento FESR in materia di potenziale energetico.