Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma successivo

ENV-ACE 2

Finanziamento del programma

EUR 13 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 176 del 1984-07-03

Riferimento legislativo

1872/84/CEE del 1984-06-28
Sviluppare tecnologie pulite quali misure di prevenzione per garantire una riduzione dell'inquinamento; mettere a punto nuove tecniche e metodi di misurazione e di controllo della qualità dell'ambiente naturale; contribuire al mantenimento o al ristabilimento di biotopi fortemente minacciati.

Riassunto

In linea con il programma d'azione della Comunità europea relativo all'ambiente (1982-1986), questa azione implicava ricerca comunitaria e programmi di sviluppo connessi all'ambiente e alle materie prime.

Suddivisione

Tre settori di applicazione:

- Tecnologie pulite:
progetti dimostrativi tesi allo sviluppo di nuove tecnologie "pulite", vale a dire poco o per nulla inquinanti, e tali da consumare meno risorse naturali, nei settori seguenti:
. trattamento delle superfici;
. industrie della cellulosa e della carta;
. industrie estrattive;
. industria chimica;
. industria agroalimentare;

Metodi di misurazione e sorveglianza:
progetti dimostrativi volti alla messa a punto di nuove tecniche di misurazione e sorveglianza della qualità dell'ambiente naturale, nei settori seguenti:
. messa a punto di metodi di misurazione e di procedure di campionamento di routine per l'inquinamento atmosferico;
. apparecchiature e metodi migliorati per il controllo della qualità dell'acqua;
. prove di comparabilità dei metodi di analisi delle forme chimiche nel terreno;
. messa a punto di nuovi metodi di misurazione e analisi per ambienti differenti;
. progetti dimostrativi relativi a indicatori biologici interregionali;

- Biotopi:
progetti a carattere incentivante volti a contribuire al mantenimento o al ristabilimento di biotopi fortemente minacciati che accolgono specie in pericolo, particolarmente nelle zone umide (costiere o interne), nelle zone costiere, nelle zone montagnose, nelle brughiere e in altre zone.

Attuazione

La Commissione, dopo aver consultato il comitato consultivo, decideva se concedere o rifiutare un sostegno finanziario ai progetti in questo settore e negoziava anche i contratti necessari. Un elenco delle azioni che hanno beneficiato del sostegno finanziario comunitario è stato pubblicato annualmente. Tale sostegno finanziario è stato concesso alle persone fisiche o giuridiche responsabili del progetto e variava dal 30% del costo dei progetti (tecnologie pulite e misurazioni) al 50% (biotopi). Erano esclusi dal sostegno finanziario i progetti rientranti in altri programmi comunitari.

La Commissione presentava al Parlamento europeo e al Consiglio una relazione annuale in merito all'azione.