Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programmi specifici di ricerca (Euratom) da svolgere presso il Centro comune di ricerca - Combustibili nucleari e ricerca sugli attinidi - (1988-1991)

Programma quadro

FP2-FRAMEWORK 2C

Programma precedente

JRC-NUCFUEL 4C

Programma successivo

JRC-NUCFUEL 6C

Finanziamento del programma

EUR 69 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 286 del 1988-10-20

Riferimento legislativo

88/522/Euratom del 1988-10-14
Migliorare la conoscenza scientifica e tecnica connessa con la fissione e investigare le proprietà, la gestione dei rischi e le possibilità di applicazione tecnologica degli elementi più pesanti nella tavola periodica.

Riassunto

Parte del programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico (1987-1991) nell'ambito dell'azione 5.1 ("Fissione: sicurezza nucleare").

Questo programma, connesso con i programmi di ricerca ambientale e dei materiali, comporta numerosi esperimenti su vasta scala, studi congiunti sul comportamento osservato degli impianti in esercizio, la messa a punto di modelli comuni relativi sia ad incidenti ipotetici che alla gestione sicura di materiali e residui nucleari, e ricerca su elementi nucleari speciali. Il reattore ad alto flusso (HFR) del sito di Petten del Centro comune di ricerca (CCR) dispone di una vasta gamma di mezzi per la prova e la sperimentazione.

Le attività contemplate sono in sintonia con l'articolo 4 del Trattato Euratom, il quale specifica che la chimica e la metallurgia del plutonio e dei transuranici sono campi per i quali la Commissione dovrebbe mettere a disposizione i mezzi necessari per la ricerca comunitaria.

Suddivisione

Quattro temi:

- Studi di sicurezza per i combustibili nucleari:
comportamento dei prodotti di fissione per i combustibili dei reattori ad alto flusso in condizioni normale e anormali, nonché miglioramento delle capacità operative di combustibili avanzati;

- Sicurezza del ciclo del combustibile e sue conseguenze sull'ambiente:
formazione di attinidi in pila e valutazione degli scenari risultanti dall'accumulo di attinidi secondari, partendo dal presupposto di una loro trasmutazione in reattori veloci o in speciali bruciatori di attinidi secondari;

-Ricerca sugli attinidi:
preparazione sistematica di singoli cristalli di composti degli attinidi con identica struttura dei cristalli singoli e preparazione di nuovi composti dotati di proprietà potenzialmente importanti per la scienza di base e dei materiali applicati;

- Centro di informazione sugli attinidi:
sistema di reperimento dati per i riferimenti bibliografici informatici sugli attinidi.

Attuazione

La Commissione, assistita dal consiglio di amministrazione del Centro comune di ricerca (CCR), è responsabile dell'esecuzione del programma.

La ricerca è realizzata dall'Istituto dei transuranici di Karlsruhe.

La Commissione provvede affinché vengano tenute periodiche consultazioni con i pertinenti comitati CCG (comitati consultivi in materia di gestione e coordinamento) o comitati equivalenti per assicurare il coordinamento e la concordanza di impostazione fra le azioni a costi ripartiti e le attività del CCR negli stessi settori.

Entro il 31 marzo di ogni anno, la Commissione presenta una relazione sull'attuazione della decisione.

Successivamente, la ricerca realizzata dal CCR in conformità della decisione sarà valutata da un gruppo di esperti indipendenti costituito dalla Commissione.

Le relazioni di valutazione sono trasmesse al Parlamento europeo e al Consiglio.

Argomenti

Fissione nucleare