Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma successivo

ET-SOCRATES 1

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 166 del 1987-06-25

Riferimento legislativo

87/327/EEC del 1987-06-15
Inteso a ottenere un incremento significativo quanto alla mobilità degli studenti e del personale, tra gli istituti di istruzione superiore europei; a promuovere una cooperazione interistituzionale ampia e duratura; a contribuire al concetto di un'Europa dei cittadini e a contribuire allo sviluppo economico e sociale dell'Europa con un importante numero di diplomati di livello di istruzione superiore, con esperienza diretta di cooperazione intereuropea.

Riassunto

Il programma ERASMUS si basa sull'articolo 128 del Trattato di Roma ed è strettamente collegato ad altri programmi complementari quali COMETT, TEMPUS e LINGUA. ERASMUS è stato adottato in forza della decisione del Consiglio del 15 giugno 1987 (87/327/CEE) parzialmente modificata poi il 14 dicembre 1989 (decisione del Consiglio 89/663/CEE). Le attività rientranti in ERASMUS fanno parte del capitolo sull'istruzione superiore del programma SOCRATE proposto, previsto per l'inizio del 1995.

Suddivisione

Cinque aree:

- programmi interuniversitari di cooperazione (PIC):
i PIC sono reti cooperative tra istituti di istruzione superiore di diversi stati ammissibili che di norma collegano facoltà o dipartimenti ma che non coinvolgono la responsabilità completa delle istituzioni interessate. Il sostegno finanziario di ERASMUS ai PIC è disponibile per una o più delle seguenti attività:
. programmi di mobilità degli studenti che consentono ai partner dei PIC di organizzare e sostenere la mobilità degli studenti che intraprendono periodi di studio lunghi (da 3 a 12 mesi) all'estero, in un altro Stato ritenuto idoneo. Tutti questi studi all'estero devono essere riconosciuti appieno, come parte integrante del programma di studi seguito per il conseguimento della laurea o del diploma finale;
. programmi di mobilità del personale docente, che consentono al personale docente degli istituti partecipanti ai PIC di insegnare programmi regolari in altri stati ritenuti idonei, per periodi della durata fino ad un anno;
. programmi di revisione del curriculum, per sostenere lo sviluppo congiunto di nuovi curriculum, oppure la modifica di quelli esistenti, a beneficio di tutti i partner di PIC interessati;
. programmi intensivi fino ad un mese, che riuniscono personale e studenti di diversi stati ritenuti idonei, per lo studio intensivo di una tematica specifica;

-sovvenzioni per visite per personale coinvolto nell'istruzione superiore, al fine di consentire al personale docente ed amministrativo di intraprendere visite informative, preparatorie e didattiche negli istituti di istruzione superiore idonei in altri stati, per un periodo fino a 4 settimane. Le sovvenzioni possono anche essere assegnate a membri del personale di organizzazioni non a scopo di lucro ritenute idonee, oppure di associazioni coinvolte nell'istruzione superiore anche se tali organismi possono non essere in grado di partecipare ai programmi interuniversitari di cooperazione;

- sovvenzioni alla mobilità degli studenti:
disponibile agli studenti ritenuti idonei come contributo ai "costi di mobilità" (vale a dire viaggi, preparazione linguistica e costi differenziali di vitto) necessari per seguire, per un periodo tra i 3 e i 12 mesi, una parte pienamente riconosciuta della loro istruzione in un altro stato ritenuto idoneo. Gli studenti devono essere iscritti a peno titolo ad un corso di studi per una qualifica/un diploma di istruzione superiore (compreso una laurea o un dottorato) presso un istituto riconosciuto e devono anche essere cittadini oppure residenti permanenti di uno Stato della Comunità europea o dell'EFTA (sebbene agli studenti della Svizzera e del Liechtenstein, non membri dello SEE, siano applicabili alcune restrizioni; inoltre gli studenti dei paesi dell'EFTA devono necessariamente recarsi in un paese della Comunità europea). Le sovvenzioni sono gestite da una rete di autorità nazionali di assegnazione delle sovvenzioni (NGAA) in ciascuno degli Stati partecipanti e viene data priorità agli studenti che si muovono nell'ambito dei PIC o del sistema di trasferimento dei crediti accademici (ECTS) e a studenti che riversano in condizioni finanziarie disagiate. Gli studenti del programma ERASMUS non dovranno pagare le tasse per l'istruzione presso l'istituto ospitante e mantengono il diritto di beneficiare di qualsiasi borsa/prestito per cui sono idonei, presso l'istituto di origine;

- misure per promuovere la mobilità mediante il riconoscimento accademico dello studio all'estero e delle qualifiche:
l'iniziativa chiave nell'ambito del programma ERASMUS è il pilotare un sistema di trasferimento dei crediti accademici (ECTS) che coinvolge 145 istituti di istruzione superiore nella Comunità europea e negli Stati dell'EFTA. L'ECTS attualmente è ristretto a cinque materie di studio (amministrazione aziendale, chimica, storia, ingegneria meccanica e medicina), ma al termine della fase pilota altre aree saranno incoraggiate ad utilizzare l'ECTS. Il sistema fornisce una serie di procedure comuni per il riconoscimento accademico ed il trasferimento di crediti accademici da un istituto ad un altro. Inoltre, il programma ERASMUS appoggia una rete della Comunità europea di centri nazionali di informazione sul riconoscimento accademico (NARIC) che facilitano lo scambio di informazioni e l'elargizione di consigli sulle questioni legate al riconoscimento;

- misure complementari:
il supporto finanziario può essere assegnato al fine di assistere associazioni o consorzi di istituti di istruzione superiore aventi una significativa dimensione europea, che lavorano su base europea, nel compiere iniziative pertinenti (pubblicazioni, ecc.) volte a far conoscere meglio l'istruzione superiore in Europa. Un simile sostegno può anche essere assegnato ad associazioni o a consorzi di studenti, docenti o amministratori a patto che siano appoggiati dall'istituto interessato.

Attuazione

La task force per le risorse umane della Commissione europea (TFHR) è responsabile appieno dell'attuazione del programma ERASMUS. Gli aspetti operativi del programma sono gestiti dalla TFHR, con l'assistenza tecnica del Bureau ERASMUS. La Commissione europea riceve l'appoggio del comitato consultivo ERASMUS composto dai rappresentanti per l'istruzione superiore e dei ministri di tutti gli Stati partecipanti, dalla rete delle NGAA (autorità nazionali di assegnazione borse di studio) responsabile della gestione delle borse per la mobilità degli studenti, e dai gruppi consultivi accademici (AAG) che offrono consigli sulla selezione annuale di programmi interuniversitari di cooperazione (PIC).

Il programma ERASMUS riguarda tutte le materie insegnate nel settore dell'istruzione superiore ed è aperto a tutti gli istituti di istruzione superiore della Comunità europea e dell'EFTA, sia per il personale che per gli studenti, ritenuti idonei alla partecipazione da parte delle autorità competenti degli Stati interessati. L'azione II del programma LINGUA (che promuove l'insegnamento e l'apprendimento delle lingue comunitarie) è molto simile al programma ERASMUS ed è gestito congiuntamente con esso.

Le candidature per i programmi interuniversitari di cooperazione (PIC) devono essere presentate alla Commissione entro il 31 ottobre 1994, termine ultimo per l'anno accademico 1995/96. Le candidature per visite di studio possono essere, invece, inoltrate nel corso dell'intero anno. Tutte le informazioni dettagliate sul programma e sulle richieste sono disponibili nella guida per i candidati ERASMUS/LINGUA (azione II) pubblicata ogni anno.

Le borse di studio agli studenti non possono superare i 5.000 ECU, ma sono di norma notevolmente inferiori, superando raramente, per visite di studio, i 1.000 ECU a persona. Le borse di studio per altre azioni dipendono prevalentemente dall'obiettivo della proposta, ma recentemente sono stati assegnati dei finanziamenti ai PIC intorno agli 8.200 ECU (oppure 1.120 ECU per partner PIC).

La Commissione presenta al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato consultivo per la formazione professionale e al Comitato per l'istruzione una relazione annuale relativa all'andamento del programma ERASMUS.

Osservazioni

ERASMUS al momento è messo in atto nel contesto del programma SOCRATE (decisione del Consiglio 819/95/CE del 14.3.1995)
Numero di registrazione: 150 / Ultimo aggiornamento: 1990-06-13