Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

IS-INFOMAR C

Programma successivo

IS-IMPACT 2

Finanziamento del programma

EUR 36 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 288 del 1988-10-21

Riferimento legislativo

88/524/EEC del 1988-07-26
Finalizzata a realizzare un mercato interno di servizi dell'informazione entro il 31 dicembre 1992, a stimolare e rafforzare la capacità competitiva dei fornitori europei di detti servizi, a rafforzare la solidarietà per la coesione della Comunità per sviluppare i servizi e alla promozione dell'utilizzazione di servizi di informazione avanzati nell'ottica di un mercato mondiale.

Riassunto

Il piano, parte della politica del mercato dell'informazione complementa altre iniziative comunitarie in corso, nella fattispecie nel campo delle telecomunicazioni. Si tratta di un seguito del programma 1984-1988 del settore.

Suddivisione

Sei aree:

- Osservatorio europeo del mercato dell'informazione (OMI):
per migliorare le conoscenze statistiche del mercato comunitario dell'informazione;

- eliminazione degli ostacoli giuridici, amministrativi e tecnici:
con i fornitori di informazioni e gli utenti delle stesse, effettuare un sondaggio destinato a valutare la domanda di semplificazione e di normalizzazione dei servizi di basi di dati;

- miglioramento della cooperazione tra i settori pubblico e privato:
studi e workshop per elaborare orientamenti e raccomandazioni allo scopo di stimolare lo sviluppo di servizi d'informazione europei e instaurare la cooperazione tra i settori pubblico e privato;

- lancio di progetti pilota o dimostrativi;

- incitamento dell'utilizzazione di servizi di informazione europei: completando gli sforzi dei fornitori di informazione del settore privato e gli Stati membri;

- preparazione di un'azione a favore delle biblioteche:
creare un collegamento tra le biblioteche comunitarie, aiutare l'utilizzazione delle biblioteche ed incoraggiare l'introduzione delle nuove tecnologie dell'informazione.

Attuazione

La Commissione, assistita da un comitato consultivo è responsabile dell'attuazione del piano ricorrendo a inviti a presentare manifestazioni di interesse. I contraenti, in generale, devono assumere a proprio carico almeno il 50% del costo del finanziamento di un progetto pilota/dimostrativo.

Nel 1989, la Commissione ha trasmesso al Consiglio e al Parlamento europeo una relazione di valutazione dei risultati ottenuti alla data, presenterà quindi una relazione sui maggiori sviluppi registrati sul mercato dell'informazione.