Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

ECSC-STEELRES 6C

Programma successivo

ECSC-STEELRES 8C

Finanziamento del programma

EUR 112,8 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

C 294 del 1985-11-16

Riferimento legislativo

85/C294/03
Migliorare la capacità competitiva abbassando il fattore costo nella produzione e nella lavorazione dell'acciaio attraverso il miglioramento e una maggiore uniformità della qualità nei suoi vari aspetti; stimolare il consumo dell'acciaio, nei mercati interni e per l'esportazione, sviluppando qualità di acciaio migliorato e promuovendo nuovi usi di prodotti più evoluti, dal punto di vista tecnologico ed economico, di quelli dei nostri concorrenti.

Riassunto

Ai sensi dell'articolo 55 del Trattato che istituisce la Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA) la Commissione delle Comunità europee deve incoraggiare le ricerche tecniche ed economiche riguardanti la produzione e l'incremento del consumo di acciaio. La politica di ricerca in cooperazione è in armonia con gli obiettivi generali acciaio periodicamente definiti dalla Commissione conformemente all'articolo 46 del Trattato CECA e relativi alla domanda futura di acciaio, alla capacità di produzione necessaria, agli opportuni interventi di ammodernamento e alle tendenze in merito all'utilizzazione del materiale grezzo. La ricerca è sostenuta da fondi provenienti dalle imposizioni sulla produzione di carbone e di acciaio previste all'articolo 49 del Trattato CECA.

L'importo complessivo del sostegno finanziario concesso alla ricerca tecnica sull'acciaio dall'inizio del programma nel 1955 fino al 1985 è stato di circa 271 milioni di unità di conto europee (UCE), vale a dire il 60% dei costi complessivi della ricerca effettuata.

Gli obiettivi tecnici del programma vanno dalla riduzione dei minerali ferrosi e della produzione di acciaio allo studio delle caratteristiche e delle possibilità d'impiego dell'acciaio. Le attuali priorità di R&S comprendono i seguenti aspetti:

- Processi:
. riduzione del costo dell'energia consumata e i suoi effetti sull'ambiente;
. sviluppo di trattamenti per l'affinazione secondaria del metallo liquido;
. miglioramento delle tecniche di misurazione e analisi;
. modellizzazione dei processi produttivi;
. sviluppo del controllo, dell'automazione e dell'uso di robot;
. miglioramento dell'affidabilità degli impianti e gestione dei dati sui prodotti;
. nuovi processi per la produzione e la lavorazione dell'acciaio;
. miglioramento della qualità dell'ambiente e valorizzazione dei sottoprodotti;

- Prodotti: lo sforzo di R&S relativo ai prodotti copre essenzialmente le seguenti aree d'impiego dell'acciaio: trasporti, settore dell'energia, ingegneria civile e strutture in acciaio, impiantistica, ingegneria meccanica, settore domestico e imballaggi, ambiente.

La ricerca riguarda in particolare:
- lo sviluppo dell'impiego di prodotti siderurgici utilizzando tecniche esistenti e nuove;
- lo sviluppo delle proprietà di impiego dell'acciaio, in particolare acciai a proprietà migliorate per applicazioni specifiche, proprietà meccaniche ad alte e basse temperature, resistenza alla frattura (duttile e fragile), resistenza alla fatica, resistenza alla corrosione, comportamento in condizioni di sollecitazioni combinate, proprietà elettriche e magnetiche, resistenza all'usura;
- sviluppo di nuove categorie di materiali, quali i compositi a base di acciaio, che combinano l'acciaio con altri materiali, acciai prodotti con nuovi metodi di lavorazione, per esempio ottenuti per raffreddamento rapido;
- la produzione di dati e informazioni utili all'attività di elaborazione di norme, p.e. degli Eurocodici.

Un programma complementare di progetti pilota e dimostrativi per l'industria siderurgica è stato lanciato dalla Commissione nel 1983 (Gazzetta Ufficiale n. C 81 del 24.3.1983).

Suddivisione

- Riduzione dei minerali ferrosi;
- Produzione di acciaio primaria;
- Produzione di acciaio secondaria;
- Colata e solidificazione;
- Laminazione: prodotti sviluppati in lunghezza e forni di riscaldo;
- Laminazione: prodotti di spessore ridotto;
- Metallurgia fisica della laminazione e della finitura;
- Misurazioni e tecnologia NDT;
- Analisi chimica;
Caratteristiche meccaniche;
- Corrosione;
- Acciai speciali e leghe;
- Fogli sottili;
Lamiere e travi pesanti;
- Strutture in acciaio.

Attuazione

La Commissione, previa consultazione del comitato consultivo costituito da rappresentanti dell'industria siderurgica di tutti gli Stati membri e, su parere conforme del Consiglio, concede sostegno finanziario a progetti di ricerca individuali, partecipando di norma al finanziamento della ricerca per circa il 60% delle spese totali previste.

Possono presentare domanda tutte le imprese, gli istituti di ricerca e le persone fisiche che intendano svolgere ricerche relative ai settori indicati negli orientamenti a medio termine 1986-1990. Non è indispensabile che il richiedente sia in rapporto diretto con l'industria carbosiderurgica. Le domande devono essere presentate entro il 1° settembre di ogni anno per essere valide l'anno seguente. Le modalità per la presentazione delle domande, i termini e le condizioni dell'aiuto nonché gli obblighi concernenti la diffusione dei risultati della ricerca sono esposti in una comunicazione della Commissione (Gazzetta ufficiale delle Comunità europee n. C 159 del 24.6.1982).
Numero di registrazione: 167 / Ultimo aggiornamento: 1996-01-12