Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

OTH-MEDIA 0

Programma successivo

OTH-MEDIA 2

Finanziamento del programma

EUR 200 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 380 del 1990-12-31

Riferimento legislativo

90/685/CEE del 1990-12-21
Contribuire alla realizzazione di un settore audiovisivo europeo; stimolare e potenziare la capacità dei produttori europei di film e programmi audiovisivi; moltiplicare gli scambi intraeuropei di film e di programmi audiovisivi, per migliorare la posizione occupata dalle imprese europee di produzione e di distribuzione sui mercati mondiali; favorire l'accesso alle nuove tecnologie della comunicazione, in particolare europee, e il loro impiego nella produzione e nella distribuzione di opere audiovisive.

Riassunto

Questo programma d'azione, basato sull'invito a migliorare il contesto economico dell'industria audiovisiva in preparazione del mercato unico, costituisce il proseguimento di progetti pilota riuniti nell'ambito del programma "MEDIA": questi progetti sono stati studiati per vagliare tutte le modalità possibili per fornire sostegno economico all'industria cinematografica e televisiva europea. I progetti, a loro volta, sono stati oggetto di consultazione con i rappresentanti dell'industria audiovisiva (1987).

Il programma d'azione 1991-1995 deve garantire che gli obiettivi e gli orientamenti emergenti durante la fase di prova producano risultati significativi e, se necessario, siano integrati mediante piani di collaborazione con EUREKA-Audiovisivo.

Suddivisione

- Meccanismi di distribuzione:
. distribuzione di film nelle sale cinematografiche;
. distribuzione in videocassette;
. sostegno al pluralismo dei programmi televisivi;
. sviluppo dei mercati e sostegno della diffusione della produzione indipendente;

- Miglioramento delle condizioni di produzione:
. sviluppo della preproduzione;
. ristrutturazione delle industrie del film di animazione;
. sfruttamento di nuove tecnologie, in particolare europee, nella produzione di programmi;
. contributo alla creazione di un "mercato secondario" in particolare in base alla valorizzazione degli archivi;

- Incentivazione degli investimenti finanziari:
favorire la costituzione e lo sviluppo di strutture atte a mobilitare e a stimolare gli investitori (quali MEDIA-Venture, garanzia Euro-Media, pool di investimento, ecc.);

- Miglioramento delle competenze dei professionisti in materia di gestione economica e commerciale:
. proseguire e diversificare le misure adottate dagli imprenditori dell'Audiovisivo europeo EAVE a favore della formazione dei giovani produttori nella prospettiva del grande mercato;
. sviluppare, in collaborazione con le istituzioni nazionali, altre misure di perfezionamento, in particolare coordinate dalla Media Business School, per rispondere ai problemi economici e commerciali cui sono confrontati i mestieri dell'audiovisivo su scala europea;

- Sviluppo del potenziale nei paesi aventi minore capacità di produzione audiovisiva e/o un'area geografica e linguistica ristretta;

- Partecipazione a progetti EUREKA- Audiovisivo mediante due tipi di sinergie:
. il programma d'azione comunitario esteso a nuovi partner;
. la Comunità in quanto partner dei progetti EUREKA-Audiovisivo.

Attuazione

La Commissione è responsabile dell'attuazione del programma d'azione ed è assistita da un comitato consultivo composto di rappresentanti designati da ciascuno Stato membro e presieduto dal rappresentante della Commissione.

Verrà dedicata particolare attenzione alla partecipazione comunitaria ai progetti Eureka. La Comunità può altresì contribuire a promuovere la cooperazione con i professionisti dell'audiovisivo nei paesi dell'Europa centrale e orientale. La Commissione contribuisce alle spese di funzionamento del segretariato EUREKA-Audiovisivo, nonché all'istituzione di un Osservatorio europeo dell'audiovisivo.

I contraenti della Commissione forniscono una parte sostanziale del finanziamento, pari ad almeno il 50% del costo totale.

Dopo due anni di attuazione del programma, ed entro sei mesi dalla scadenza di questo periodo, previa consultazione del comitato consultivo, la Commissione presenta al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato economico e sociale una relazione di valutazione sui risultati conseguiti, corredata, se del caso, da adeguate proposte.

Al termine del programma, la Commissione invia al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato economico e sociale una relazione sulla realizzazione e i risultati del programma.
Numero di registrazione: 206 / Ultimo aggiornamento: 1996-03-04