Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma successivo

ECSC-WORKENV 4C

Finanziamento del programma

EUR 10 million
Promuovere lo sviluppo di dispositivi di lotta contro gli inquinamenti nell'industria siderurgica, concentrando l'attenzione sulle tecniche di prevenzione più importanti e sullo sviluppo di metodi volti alla riduzione concreta ed efficace delle emissioni di sostanze inquinanti nonché tenendo conto dei problemi posti dall'inquinamento industriale delle acque e dall'eliminazione o idoneo smaltimento dei rifiuti industriali, in particolare quelli tossici.

Riassunto

Ai sensi dell'articolo 55 del Trattato che istituisce la Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA), la Commissione deve incoraggiare le ricerche tecniche ed economiche concernenti la produzione e l'incremento del consumo del carbone e dell'acciaio e parimenti la sicurezza del lavoro nelle industrie carbosiderurgiche. I fondi per tali sovvenzioni provengono dalle imposizioni sulla produzione carbosiderurgica previste all'articolo 49 del Trattato CECA.

Mentre il primo e il secondo programma di ricerca relativi alla lotta tecnica agli inquinamenti nell'industria siderurgica (1958-1973) hanno affrontato principalmente il problema dell'inquinamento atmosferico, questo terzo programma ha esteso il proprio campo d'azione per comprendere i problemi connessi con il trattamento delle scorie e delle acque residue. Particolare attenzione è stata accordata allo smaltimento controllato dei residui derivanti dalla depurazione dei gas inquinanti, nonché delle acque di scarico oppure provenienti dal trattamento dei prodotti di scarico.

Informazioni particolareggiate sul programma sono state pubblicate nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee (n. C 92 del 6.8.1974).

Suddivisione

- Cokerie:
esame dei problemi attinenti all'infornamento del carbone e alla estinzione del coke in modo particolare negli impianti di vecchio tipo, alla captazione e alla depurazione dei fumi durante lo sfornamento del coke nonché al trattamento delle acque di scarico nelle cokerie;

- Produzione della ghisa:
. Agglomerazione dei minerali:
esame dei problemi attinenti alle emissioni di polveri e di gas nocivi dagli impianti;
. Altiforni:
riduzione delle emissioni di SO2 in sede d'impiego del gas d'altoforno e dell'inquinamento risultante a livello della colata all'altoforno nonché trattamento delle scorie di altoforno;

- Acciaierie:
riduzione dei fumi rossi e dell'inquinamento atmosferico risultante dai processi di acciaierie LD, LDAC, OLP, Kaldo e di altri tipi nonché esame dei problemi di igiene industriale e di inquinamento attinenti all'aumentato uso di forni elettrici nella produzione di acciaio;

-Laminatoi:
studio di misure atte a prevenire l'emissione di polveri o fumi dai forni pit e da quelli di riscaldo;

- Problemi di carattere generale:
. riduzione degli inquinamenti derivanti dall'accumulo e dalle manipolazioni di sostanze polverulente o fangose e di residui;
. trattamento, preparazione e reimpiego dei residui della produzione siderurgica, nonché degli impianti di lotta contro l'inquinamento dell'aria e delle acque;
. misure atte a ridurre il volume delle acque di scarico e la loro concentrazione in sostanze inquinanti;
. prevenzione dei rischi connessi con l'inalazione di polveri o gas tossici;
. riduzione del livello di rumore di taluni impianti siderurgici;

- Misura degli inquinamenti:
determinazione della natura chimica e fisica degli inquinamenti, nonché della loro quantità e della loro concentrazione sul posto di lavoro, nell'aria, nell'acqua e nel suolo; individuazione delle proprietà delle sostanze inquinanti, eventualmente in rapporto ad altri prodotti suscettibili di alterare l'ambiente, separatamente o in combinazione tra di loro; messa a punto ed elaborazione di metodi di taratura.

Attuazione

La Commissione era responsabile dell'attuazione del programma. Come per i due programmi precedenti, un comitato per la ricerca era incaricato del controllo dello sviluppo delle ricerche sotto il duplice profilo tecnico e scientifico e, inoltre, curava l'indispensabile coordinamento dei lavori nel settore. Sono stati costituiti gruppi di esperti con il compito specifico di seguire lo sviluppo di settori specializzati.

Il programma è stato concepito in funzione della partecipazione, a partire dal 1° gennaio 1973, dei tre nuovi Stati membri della Comunità europea (Regno Unito, Irlanda e Danimarca).

I progetti, della durata di due o tre anni, di norma, sono stati eseguiti da istituti di ricerca nelle industrie carbosiderurgiche. L'aiuto finanziario Comunità era limitato a un massimo del 75% dei costi diretti dei progetti.
Numero di registrazione: 212 / Ultimo aggiornamento: 1996-07-18