Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 63 del 1991-03-09

Riferimento legislativo

563/91/CEE del 1991-03-04
Intensificare gli sforzi per la protezione e il miglioramento della qualità dell'ambiente mediterraneo; rendere più efficaci la politica e le azioni comunitarie nella regione interessata; integrare la cooperazione e il coordinamento a livello regionale, nazionale, comunitario e internazionale; incentivare il trasferimento delle opportune tecnologie; concorrere a una maggiore integrazione della dimensione ambientale nelle altre politiche comunitarie.

Riassunto

Integrata nei programmi d'azione comunitari nel settore ambientale relativi al periodo 1987-1992, l'azione MEDSPA (1991-1994) costituisce il proseguimento di una fase preparatoria quadriennale (1986-1989) durante la quale sono stati finanziati 76 progetti dimostrativi, per un investimento complessivo di oltre 22 milioni di ECU.

L'azione MEDSPA riguardava l'insieme della regione mediterranea, comunitaria e non comunitaria, nonché i territori spagnolo e portoghese della penisola iberica non rivieraschi del Mediterraneo, situati a sud del Tago.

Il programma comprendeva progetti dimostrativi che consistevano nell'attuazione e nella gestione di un'installazione, processo o tecnica di dimensioni reali, al fine di raccogliere tutti i dati necessari per la sua attuabilità economica e tecnica onde procedere ad applicazioni su vasta scala. Non vengono presi in considerazione studi o proposte di ricerca, a meno che non siano collegati con tale progetto.

Altre azioni comunitarie nel settore ambientale comprendono ACE, iniziative nel quadro dei Fondi strutturali (RESIDER, RENAVAL, RECHAR, ENVIREG) e i programmi comunitari di RST (Ambiente, STEP/EPOCH, programmi nel settore ambientale e nel telerilevamento del Centro comune di ricerca, MAST e MONITOR).

Il presente programma viene abrogato dal Regolamento (CEE) del Consiglio n. 1973/92 del 21.5.1992 che istituisce uno strumento finanziario per l'ambiente (LIFE).

Suddivisione

Misure prioritarie:

- Azioni nella Comunità europea:
. raccolta, trattamento, stoccaggio e smaltimento degli effluenti liquidi e dei rifiuti solidi (per le città costiere di meno di 100.000 abitanti e le isole minori);
. raccolta, trattamento, stoccaggio, riciclo e smaltimento dei fanghi di depurazione e dei rifiuti tossici e pericolosi;
. trattamento delle acque di stiva contenenti residui di idrocarburi e di altre sostanze chimiche;
. gestione integrata dei biotopi di interesse comunitario nelle zone costiere;
. protezione del suolo minacciato o degradato da incendi a dalla desertificazione;
. protezione del terreno contro l'erosione costiera;

- Azioni in seno sia alla Comunità che ai paesi mediterranei non comunitari:
. aiuti per la creazione di strutture amministrative nel settore ambientale;
. assistenza tecnica necessaria per la messa a punto di politiche e programmi di azione in materia di ambiente;

- in casi eccezionali, possono essere prese in considerazione azioni che costituiscono una risposta a un problema suscettibile di provocare a breve termine una mutazione durevole delle condizioni ecologiche della zona interessata.

Attuazione

La Commissione, assistita da un comitato di natura consultiva, assicurava una sorveglianza efficace dell'attuazione della presente azione per mezzo di relazioni elaborate secondo procedure adottate di comune accordo tra la Commissione stessa e il beneficiario dell'operazione, nonché di controlli per sondaggio.

L'importo stimato necessario per l'esecuzione dell'azione durante i primi due anni ammontava a 25 milioni di ECU.

Possono beneficiare del sostegno finanziario le operazioni che rispondono alle misure prioritarie MEDSPA, ad eccezione di quelle che già fruiscono degli aiuti dei fondi a finalità strutturale o di qualsiasi altro strumento finanziario comunitario.

Il sostegno finanziario ha assunto la forma di contributi in conto capitale, destinati a investimenti diversi dai progetti nel campo delle infrastrutture, o di contributi finanziari a favore di esperienze pilota o dimostrative nonché misure volte ad acquisire le informazioni necessarie per l'esecuzione dell'azione MEDSPA o a favore delle misure di assistenza tecnica attuate per iniziativa della Commissione, oppure di abbuono di interessi per progetti nel campo delle infrastrutture o, infine, di anticipi rimborsabili, da determinarsi caso per caso.

Il sostegno finanziario era limitato a un massimo del 50% del costo totale in caso di investimenti pubblici, esperienze pilota o dimostrative, a un massimo del 30% in caso di investimenti privati a scopo non commerciale, e a un massimo del 100% del costo complessivo delle campagne d'informazione e di sensibilizzazione del pubblico e delle spese di esecuzione delle misure attuate per iniziativa della Commissione.

Poteva beneficiare del sostegno finanziario qualsiasi persona fisica o giuridica o qualsiasi associazione responsabile in ultima istanza dell'esecuzione delle operazioni.
Numero di registrazione: 218 / Ultimo aggiornamento: 1997-08-13