Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programma (CEE) di progetti di dimostrazione relativi allo sfruttamento di fonti energetiche alternative, al risparmio energetico ed alla sostituzione degli idrocarburi, 1983-1985

Programma precedente

ENG-ENALT 1C

Programma successivo

ENG-ENDEMO C

Finanziamento del programma

EUR 215 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 195 del 1983-07-19

Riferimento legislativo

1972/83/(CEE) del 1983-07-11
fornire un sostegno finanziario a progetti dimostrativi innovativi e rischiosi volti a migliorare l'efficacia e la conservazione dell'energia, a sostituire gli idrocarburi con altre fonti energetiche non rinnovabili ed a sviluppare fonti di energia rinnovabile alternative ai fini di uno sfruttamento commerciale, dello sviluppo dei mercati di esportazione e della riduzione delle importazioni di energia.

Riassunto

Parte del primo Programma quadro (1984-1987), sottosettore 5.3.: "Energie non nucleari", questo secondo programma integra il programma di R&S della Comunità nel settore dell'energia non nucleare.

Lo stadio di dimostrazione di un progetto, come risulta dal programma, serve da collegamento tra lo stadio iniziale di R&S ed il successivo stadio di investimento.

I progetti dimostrativi concernenti la liquefazione e la gassificazione dei combustibili solidi (LIGASF C) sono stati trattati a parte nel regolamento del Consiglio (CEE) N°. 1971/83 (Gazzetta Ufficiale N° L 195 del 19.7.1983), a causa delle differenze tecniche.

Il regolamento relativo al presente programma sostituisce i regolamenti (CEE) Nn. 1302/78, 1303/78, 725/79, 726/79, 727/79, 728/79 e 729/79.

Suddivisione

Tre settori d'applicazione:

- sfruttamento di fonti energetiche alternative:
. energia geotermica:
sfruttamento dell'energia estratta dal sottosuolo a seguito di trivellazioni sotto forma di calore;
. energia solare:
messa a disposizione dell'energia solare per scopi termici tramite tecnologie o processi attivi o passivi o tramite processi fotovoltaici;
. biomassa:
uso di qualsiasi forma di rifiuto vegetale o animale, ad eccezione dei rifiuti industriali ed urbani;
. energia eolica ed oceanica:
uso del vento come fonte energetica per la produzione centralizzata di energia elettrica per l'alimentazione delle reti e per l'applicazione decentrata per l'erogazione diretta di energia agli utenti ed uso dell'energia meccanica generata dalle onde e dalle maree nonché dell'energia termica dell'oceano per la produzione di energia elettrica;
. energia idroelettrica:
sfruttamento delle risorse idroelettriche di scarsa potenza e, generalmente, con piccoli dislivelli, per la produzione dio energia elettrica;

- risparmio energetico:
. dimostrazioni di risparmio energetico in edifici, industria, agricoltura, industria dell'energia e trasporti;

- sostituzione degli idrocarburi:
. uso di fonti energetiche non rinnovabili in sostituzione di idrocarburi in forma liquida o gassosa, sulla base di progetti dimostrativi concernenti la trasmissione, la distribuzione e l'accumulazione di energia elettrica e di calore, nonché di combustibili solidi.

Attuazione

La Commissione ha il compito di decidere o di respingere l'erogazione del sostegno ai progetti, previa consultazione del Comitato consultivo per la gestione dei progetti dimostrativi, formato da rappresentanti degli Stati membri. E' esaminato ogni progetto presentato a seguito di un invito.

Il sostegno finanziario concesso dalla Comunità a un progetto o ad uno studio di fattibilità non supera il 49% dei costi imputabili. La metà del finanziamento deve essere restituita a certe condizioni.

La Commissione presenta al Consiglio ed al Parlamento europeo relazioni periodiche sull'applicazione del regolamento relativo al programma.
Numero di registrazione: 22 / Ultimo aggiornamento: 2000-06-05