Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

ECSC-MINEHYG 4C

Programma successivo

ECSC-MINEHYG 6C

Finanziamento del programma

EUR 11 million
Migliorare i metodi tecnici di controllo e di sorveglianza strumentale dei fattori ambientali in miniera e studiare i rapporti tra tali fattori e la salute, al fine di rendere l'industria mineraria il più possibile sicura e salubre.

Riassunto

Ai sensi dell'articolo 55 del Trattato che istituisce la Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA), la Commissione deve incoraggiare le ricerche tecniche ed economiche concernenti la sicurezza del lavoro nelle industrie carbosiderurgiche. I fondi per tali sovvenzioni provengono dalle imposizioni sulla produzione carbosiderurgica previste all'articolo 49 del Trattato CECA.

Informazioni particolareggiate in merito alla realizzazione del programma in materia di "Igiene industriale in miniera" (1983-1988) sono state pubblicate nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. Il programma costituisce una continuazione dei precedenti quattro programmi di ricerca relativi all'igiene nelle miniere e alla lotta contro l'impolveramento che risalgono al 1957; tali programmi hanno preso in esame aspetti connessi con la prevenzione della pneumoconiosi e, inoltre, i problemi posti dagli inquinanti diversi dalle polveri, segnatamente quelli derivanti dall'impiego di macchinari a motore diesel e di esplosivi nei lavori in sotterraneo.

Gli studi si sono concentrati sulle polveri e sui gas nocivi ma sono stati tenuti in considerazione anche i problemi del rumore, della visibilità e del microclima.

Nel campo dell'igiene e della sicurezza industriale, la Comunità ha finanziato anche programmi "Ergonomia", "Affezioni croniche dell'apparato respiratorio" e "Controllo dell'inquinamento nell'industria siderurgica". I programmi comunitari nel settore carboniero e in materia ambientale hanno compreso problemi strettamente correlati all'igiene industriale. Nel 1976 è stato realizzato un programma comunitario "Sicurezza nelle miniere".

Suddivisione

Quattro sottoprogrammi:

- Lotta contro gli inquinamenti:
relativa a cantieri di lavorazione in sotterraneo (cantieri a lunghi tagli, a camere e pilastri, per strati orizzontali, a forte pendenza, bunker, ecc.);

- Misurazione delle polveri e determinazione delle loro caratteristiche:
esame o messa a punto di strumenti di registrazione in grado di fornire letture in continuo e misurazioni saltuarie dei livelli d'impolveramento al fine di completare dati ottenuti con i normali metodi di misurazione;

- Pneumoconiosi e fattori ambientali:
esecuzione di studi epidemiologici e di altra natura per determinare gli effetti a lungo termine sull'apparato respiratorio di esposizioni prolungate alla polvere e ad altre sostanze inquinanti;

- Rumori e vibrazioni:
esecuzione di ricerche relative alla riduzione del rumore alla fonte, allontanando la manodopera dalle fonti di rumore, all'insonorizzazione e a tecniche di telecomando, nonché combinazione di tali ricerche con quelle concernenti la misurazione dei livelli di rumore e la perdita dell'udito.

Attuazione

La Commissione era responsabile dell'attuazione del programma ed era assistita da tre comitati: comitato di ricerca, comitato dei produttori e dei lavoratori per la sicurezza e la medicina del lavoro e comitato di esperti governativi.

I lavori di ricerca sono stati svolti da istituti di ricerca mineraria degli Stati membri della Comunità. I progetti di ricerca dovevano pervenire alla Commissione entro il 1° ottobre di ciascun anno per essere esaminati e, se del caso, finanziati nel corso dell'anno successivo. La durata dei progetti variava dai due ai tre anni e l'aiuto finanziario della Comunità non poteva superare il 75% dei costi. I fondi disponibili nel quadro del programma hanno consentito l'assegnazione di aiuti finanziari a 66 progetti di ricerca, diversi dei quali costituiti da società a capitale misto comprendenti istituti di Stati membri differenti. Gli ultimi di questi progetti sono stati completati nel 1990.

La diffusione delle informazioni era affidata ai membri dei comitati di esperti sopra citati. Al fine di una più ampia diffusione, le sintesi pubblicate dalla Commissione fornivano informazioni delle ricerche intraprese, dei risultati delle stesse e dei brevetti da esse scaturiti.
Al termine del programma è stata elaborata e ampiamente diffusa una completa relazione di sintesi. In alcuni casi, la Commissione ha organizzato simposi per specifiche categorie di personale di miniera.

Argomenti

Medicina e sanità
Numero di registrazione: 232 / Ultimo aggiornamento: 1996-07-18