Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programma comunitario (CEE) nel campo dell'analisi strategica, previsione e valutazione nel campo della ricerca e della tecnologia (MONITOR) - previsione FAST -, 1989-1993

Programma quadro

FP2-FRAMEWORK 2C

Programma precedente

PRE-FAST 2

Finanziamento del programma

EUR 4,5 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 200 del 1989-07-13

Riferimento legislativo

89/414/EEC del 1989-06-20
Al fine di condurre analisi globali degli effetti a lungo termine dello sviluppo scientifico e tecnologico e le interazioni con i cambiamenti sociali ed economici nella Comunità e a livello planetario, con particolare attenzione al raggiungimento del mercato interno, il miglioramento della competitività industriale e il rafforzamento della coesione sociale ed economica nella Comunità.

Riassunto

Parte del secondo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico (1987-1991) in seno alla sottoattività 8.3: "Previsione e valutazione e altre misure di supporto, comprese le statistiche, questo terzo programma FAST è un seguito riorientato sui programmi precedenti. E' attuato come parte del programma MONITOR, che comprende anche SAST (Analisi strategiche in scienza e tecnologia) e SPEAR (Programma di supporto per la valutazione delle attività nel campo della ricerca).

Suddivisione

- Preparazione delle relazioni ("pratiche di previsione") sui principali argomenti o fenomeni di carattere globale sia nei confini che all'esterno della Comunità;
intraprendere studi sulle implicazioni e sulle conseguenze nel futuro di sviluppi scientifici e tecnici selezionati che presentano importanti sfide per la società;
- le sintesi e le analisi critiche degli studi previsionali principali pubblicati a livello mondiale;
preparazione, con scadenza biennale, di una relazione sulle implicazioni economiche e sociali del cambiamento tecnologico, in particolare in Europa.

Attuazione

La Commissione, assistita da un comitato consultivo composto dai rappresentanti degli Stati membri e presieduto dal rappresentante della Commissione, è responsabile dell'attuazione del programma.

Le attività comprendono la partecipazione di esperti e gruppi di lavoro provenienti dall'esterno della Commissione sotto la responsabilità e la guida del gruppo FAST, con la consulenza di altri servizi della Commissione interessati (compreso, ove necessario, funzionari di altre Direzioni generali spostati nel gruppo FAST per periodi limitati) e trasferta di scienziati visitatori dagli Stati membri e dai paesi non membri.

Le attività FAST si intendono per continuare a stimolare lo sviluppo degli sforzi di previsione europei e gli esperti. A questo scopo, la rete FAST "12 + 1" sarà rinforzata e sarà incoraggiata la creazione di una rete informale di esperti europei nel campo della prospezione. (La rete "12 + 1" comprende le 12 unità nazionali FAST citate dagli Stati membri onde garantire l'interazione tra le attività della Comunità e simili lavori intrapresi nei propri paesi.)

Altre attività complementari comprendono la partecipazione al forum di previsione europeo (EFT), che raggruppa istituti di ricerca ed individui competenti nel campo delle previsioni, e ulteriori sviluppi della Rete europea di valutazione della tecnologia regionale (EURETA) al fine di promuovere lo scambio di informazioni ed esperienze tra le istituzioni regionali, relative alle implicazioni del cambiamento scientifico e tecnologico.

Le attività sono realizzate principalmente tramite contratti per studi e servizi da realizzare per conto della Commissione. Il contributo finanziario della Comunità può raggiungere il 100% delle spese. Di norma, i contratti, ove appropriato, sono assegnati sulla base dei bandi di gara o delle gare di appalto (ristrette o pubbliche) pubblicate nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. I contratti avviati dalla Commissione regolamentano i diritti e gli obblighi di ciascuna parte, compresi metodi di divulgazione, protezione e sfruttamento dei risultati delle ricerche.

Nel corso del terzo anno di attuazione, la Commissione deve fare un esame del programma e sottoporre una relazione al Parlamento europeo e al Consiglio. A conclusione del programma, agli stessi enti dovrà sottoporre la valutazione finale dei risultati raggiunti.

Argomenti

Previsioni
Numero di registrazione: 270 / Ultimo aggiornamento: 1996-03-27