Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma quadro

FP2-FRAMEWORK 2C

Programma successivo

FP3-VALUE 2

Finanziamento del programma

EUR 38 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 200 del 1989-07-13

Riferimento legislativo

89/412/CEE del 1989-06-20
Promuovere un'efficace diffusione e utilizzazione dei risultati delle attività di ricerca e sviluppo tecnologico (RST) comunitarie e creare, a tale proposito, una rete integrata comune delle comunicazioni mediante computer tra centri di ricerca europei.

Riassunto

Parte del programma quadro delle azioni comunitarie di ricerca e di sviluppo tecnologico (1987-1991) nell'ambito dell'attività 8.4. ("Diffusione e utilizzazione dei risultati della ricerca scientifica e tecnica"), il programma VALUE mira a intensificare e migliorare gli sforzi in favore dell'utilizzazione, della protezione e della diffusione dei risultati delle attività comunitarie di RST; si prefigge, inoltre, di armonizzare e riorganizzare le reti esistenti per la diffusione delle informazioni.

La rete di contatto e supporto VALUE fornisce ai contraenti di ricerche dei paesi dell'Europa centrale l'accesso a un'ampia gamma di servizi, sia interni che esterni alla Commissione. Il fulcro di tale rete è rappresentato dal sistema SCREEN, la base di dati riservata di VALUE, nella quale le informazioni vengono raccolte direttamente dai contraenti per assisterli nella diffusione e nella valorizzazione dei propri risultati di ricerca rispettando, al contempo, l'esigenza di proteggerne i legittimi interessi.

I contraenti della ricerca dei paesi dell'Europa centrale sono liberi di richiedere il sostegno di VALUE dal giorno della firma del loro contratto con la Commissione. I possessori di risultati di RST derivanti da ricerche svolte nel quadro di un programma comunitario possono avanzare una proposta di valorizzazione concernente vari metodi di assistenza (consulenti ed esperti, produzione di modelli o prove, trasferimenti di conoscenza e di tecnologia, attività promozionali).

Il servizio comunitario di informazione sulla ricerca e sviluppo, CORDIS, fa parte del programma VALUE nel quadro del sottoprogramma I, linea d'azione 1. A partire dal 1990, sono state lanciate otto banche dati CORDIS, accessibili gratuitamente su base sperimentale mediante l'host centrale ECHO in Lussemburgo.

Suddivisione

Due sottoprogrammi:

- Diffusione e utilizzazione dei risultati di attività comunitarie di RST:
diffondere, tramite i canali adeguati, i risultati delle attività comunitarie di RST in modo da assicurare un miglioramento del livello di sfruttamento e la conseguente creazione di attività economiche. Linee d'azione:
. Raccolta e diffusione di informazioni concernenti programmi comunitari di RST, in corso d'esecuzione o previsti, utilizzando metodi e strumenti adatti come: basi di dati automatizzate; servizi d'informazione elettronici; centri d'informazione e di diffusione negli Stati membri; edizione e distribuzione di materiale stampato;
. Identificazione, caratterizzazione e verifica dei risultati di attività comunitarie di RST per determinare l'idoneità alla diffusione o allo sfruttamento mediante: esame di contratti e relazioni; valutazione del potenziale scientifico/tecnico e di utilizzazione; accertamento della necessità di protezione mediante brevetti;
. Azione relativa alla protezione giuridica dei risultati mediante: ricorso a consulenti selezionati esperti in brevetti; esame delle relazioni prima della pubblicazione per garantire la riservatezza e la protezione dei risultati; assistenza ai contraenti e agli inventori; attività d'informazione/sensibilizzazione;
. Diffusione dei risultati che non richiedono protezione: pubblicazioni; seminari; conferenze; mostre; attività di diffusione prefissate; basi di dati e servizi connessi; distaccamento a breve termine di ricercatori; collaborazione con gli Stati membri per la creazione di meccanismi di diffusione;
. Promozione dello sfruttamento dei relativi risultati mediante: valutazione del loro potenziale di sfruttamento; messa a disposizione del parere di esperti per la creazione e la pianificazione di progetti di sfruttamento; assistenza in materia di protezione giuridica e tecnica; mostre, assistenza nella ricerca di partner per "joint ventures" o lavori su licenza; aiuto finanziario e tecnico per la creazione di prototipi da laboratorio ad uso precompetitivo e di collaborazione; consulenza ai partecipanti per la ricerca di appoggio finanziario da parte di terzi;

- Reti di comunicazione tra elaboratori:
promuovere un'infrastruttura integrata comune delle comunicazioni mediante elaboratore e servizi connessi, accessibile ai diversi centri di ricerca europei, pubblici o privati. Linee d'azione:
. Appoggio generale allo sviluppo di reti di comunicazione tra elaboratori nel settore della RST attraverso: assistenza tecnica e aiuto all'associazione RARE, in particolare ai suoi progetti paneuropei nei settori del trattamento del messaggio e del trasferimento degli archivi, alla fase di esecuzione del progetto EUREKA COSINE e agli Stati membri che desiderino sviluppare o adattare le reti conformemente agli scopi del presente programma;
. Studio delle esigenze di riservatezza e di integrità delle informazioni comunitarie sulla RST.

Attuazione

La Commissione è responsabile dell'esecuzione del programma ed è assistita da un Comitato consultivo composto dai rappresentanti degli Stati membri e presieduto dal rappresentante della Commissione. Essa si serve dell'esperienza acquisita e delle migliori pratiche degli esperti in materia, sia europei che internazionali.

Le attività nell'ambito del programma devono essere svolte, tra l'altro, mediante contratti di studio e di prestazione di servizi da eseguirsi per conto della Commissione. Nel caso di contratti a compartecipazione finanziaria, la Comunità può sostenere sino al 50% della spesa totale mentre, nel caso partecipino università e istituti di ricerca, può finanziare sino al 100% delle spese supplementari. Gli inviti a presentare offerte (procedura ristretta o aperta) saranno pubblicati, all'occasione, nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee.

L'appoggio alle reti europee di cooperazione è un altro sistema per realizzare gli obiettivi del programma. La Commissione può inoltre conferire a organismi indipendenti l'incarico di rappresentanti nel promuovere a livello locale gli obiettivi del programma negli Stati membri o nelle regioni dove è necessario sviluppare l'infrastruttura per queste attività.

La Commissione è autorizzata a negoziare, previa consultazione con il Consiglio, accordi con i paesi terzi partecipanti al progetto di cooperazione europea nel settore della ricerca scientifica e tecnica (COST), nell'intento di associarli totalmente o in parte al programma.

La Commissione riesamina i risultati del programma nel corso del primo semestre del terzo anno di esecuzione e presenta una relazione in merito al Parlamento europeo e al Consiglio. Al termine del programma, essa trasmette alle stesse istituzioni una relazione sui risultati conseguiti.