Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma successivo

HS-DRUGS C

Riferimento Gazzetta ufficiale

C 184 del 1986-07-23

Riferimento legislativo

86/C184/01 del 1986-05-29
Contribuire verso il miglioramento della competenza indispensabile per le attività settoriali comunitarie relative alla tossicologia; promuovere lo sviluppo della tossicologia sperimentale, della tossicologia clinica e l'integrazione dei dati sperimentali clinici e analitici; contribuire a garantire la qualità e la comparabilità dei dati tossicologici; e promuovere un'utilizzazione più razionale e più economico degli esperimenti tossicologici e l'armonizzazione dei metodi di prova tossicologici.

Riassunto

Nella loro Risoluzione del 29 maggio 1986 su un programma d'azione delle Comunità europee sulla tossicologia per la protezione della salute (Gazzetta ufficiale n. C 184 del 23.7.1986), il Consiglio ed i rappresentanti governativi degli Stati membri hanno espresso la volontà politica di adottare le misure richieste affinché si potesse attuare, entro la fine del 1990, una serie di azioni prioritarie nel campo della tossicologia.

L'obiettivo principale del programma è la tossicologia orientata alla protezione della salute mediante la prevenzione delle malattie che possono essere causate dall'esposizione alle sostanze tossiche. Il lavoro svolto tra il 1986 e la fine del 1990 ha messo in evidenza la sempre maggiore importanza di un'impostazione mirata al deterioramento degli organi o dei sistemi biologici nella loro globalità e verrà preso in considerazione nei lavori futuri volti a migliorare le misure per una individuazione precoce delle condizioni che portano allo sviluppo delle malattie.

Il programma ha prestato particolare attenzione al deterioramento dei parametri biochimici e fisiologici precoci nei sistemi immunitario, renale e riproduttivo. Ciò è essenziale per l'individuazione delle deviazioni patologiche e può essere di grande aiuto nella lotta alle epidemie su grande scala.

In occasione dell'incontro del 15 maggio 1992, dopo aver esaminato la comunicazione della Commissione sul programma (COM(91) 341 del 30.9.1991) e dopo aver preso nota dei risultati ottenuti, il Consiglio ed i Ministri della Sanità degli Stati membri hanno invitato la Commissione a diffondere ampiamente questi risultati, a completare i lavori in corso e, alla luce dell'esperienza acquisita, identificare, se appropriato, l'azione relativa alla tossicologia da attuare nel contesto delle future politiche sanitarie della Comunità (Gazzetta ufficiale n. C 148 del 12.6.1992).

Suddivisione

Azioni prioritarie:

- tossicologia sperimentale, ad eccezione dell'ecotossicologia:
. compilazione e aggiornamento di un elenco delle strutture di prove tossicologiche esistenti negli Stati membri, e di un elenco di prove tossicologiche condotte in tali strutture, al fine di valutare la tossicità dei prodotti e preparati chimici;
. valutazione dei metodi e delle prassi tossicologiche correnti e di quelli in fase di sviluppo, per migliorare la qualità e la comparabilità dei dati tossicologici, per facilitare la loro accettabilità all'interno della Comunità ed a livello internazionale, tenendo in considerazione le attività svolte in questo campo dalle agenzie internazionali, prestando particolare attenzione alle prove che comportano la riduzione del numero e delle sofferenze degli animali usati per tali fini ed alle nuove impostazioni (in vitro, ecc.);
. valutazione dell'affidabilità dell'estrapolazione dei dati tossicologici dalle prove condotte sugli animali e in vitro agli esseri umani e promozione dello sviluppo di nuovi approcci in merito;
. esame della variabilità normale dei parametri biochimici e psicologici negli animali da sottoporre alle prove tossicologiche per disporre di criteri comuni di valutazione della tossicità;

- tossicologia clinica:
. revisione sistematica del ruolo e del funzionamento dei servizi tossicologici clinici, centri antiveleni e altre strutture appropriate per attuare progetti pilota relativi agli scambi di esperienza e di informazioni e sviluppare l'uso dei dati clinici sulla tossicologia (acuta e cronica) nell'ambito della valutazione generale dell'impatto dei prodotti e preparati chimici sulla salute umana;
. revisione sistematica della prassi corrente nella valutazione della variabilità normale dei parametri biochimici e fisiologici e ricerca di criteri comuni;

- formazione e informazione:
. promozione dello scambio di esperienze tra gli Stati membri sulla necessità di esperti in tossicologia in tutti i settori ed a tutti i livelli, e definizione di linee guida per la formazione degli esperti in tossicologia;
. promozione dello scambio di competenze e informazioni tra gli Stati membri sui dati tossicologici.

Attuazione

La Commissione è responsabile per l'attuazione del programma, in collaborazione con gli Stati membri, mediante un'azione di coordinamento.

La Commissione opera in stretta collaborazione con istituti e laboratori degli Stati membri e con le organizzazioni internazionali (come gli enti specializzati delle Nazioni Unite), agenzie non governative ed associazioni mondiali ed europee che riuniscono specialisti competenti nelle varie aree.

Un programma di lavoro annuale, insieme ad una relazione sui risultati ottenuti, viene presentato dalla Commissione al Consiglio, al Parlamento europeo ed al Comitato economico e sociale.
Numero di registrazione: 295 / Ultimo aggiornamento: 1996-07-15