Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma quadro

OTH-STAT 2C

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 328 del 1994-12-24

Riferimento legislativo

94/808/EC del 1994-12-15
Fornire serie regolari di informazioni sull'ambiente, destinate ad essere integrate con altre statistiche ufficiali e messe a disposizione di tutti gli Stati membri entro la fine del 1995.

Riassunto

L'elaborazione di statistiche fa parte del programma statistico delle Comunità europee (1989-1992) definito dalla risoluzione del Consiglio del 19 giugno 1989 (Gazzetta ufficiale n. C 161 del 28.6.1989). Il quinto programma d'azione delle Comunità europee a favore dell'ambiente (1993-2000), adottato il 1° febbraio 1993 (Gazzetta ufficiale n. C 138 del 17.5.1993), si basa sui principi dello sviluppo sostenibile, di un'azione preventiva e precauzionale e della responsabilità comune, come stabilito nella dichiarazione dei capi di Stato e di governo della Comunità, del 26 giugno 1990, e nel nuovo Trattato sull'Unione europea, che introduce come obiettivo prioritario la promozione di una crescita sostenibile e rispettosa dell'ambiente (articolo 2) e specifica che la politica ambientale deve mirare a un elevato livello di tutela e deve essere integrata nella definizione e nell'attuazione delle altre politiche comunitarie. La politica della Comunità in materia ambientale deve promuovere sul piano internazionale misure destinate a risolvere i problemi dell'ambiente a livello regionale o mondiale. Il quarto programma d'azione delle Comunità europee in materia ambientale (1987-1992) aveva affermato l'intenzione di rafforzare la componente ambientale del programma statistico, allo scopo di completare le informazioni prodotte nel quadro del programma CORINE (1985-1990).

Insieme ai dati forniti dall'Agenzia europea dell'ambiente, con l'integrazione di quelli raccolti da CORINE, il programma è destinato a rispondere alle esigenze di informazione della Comunità per quanto riguarda la politica dell'ambiente e gli aspetti ambientali di altre politiche comunitarie. Esso terrà conto dei lavori di statistica ambientale eseguiti da altri organismi comunitari e da organizzazioni internazionali. Il programma contribuirà alla preparazione delle appropriate misure legislative della Commissione volte a regolare la fornitura dei dati da parte degli Stati membri e comprenderà:
- Studi metodologici e teorici;
- Studi pratici;
- Indagini pilota;
- Concertazione;
- Raccolta di dati;
- Diffusione;
- Concretizzazione in strumenti giuridici comunitari.

Suddivisione

Settori prioritari:

- Statistiche in campo economico delle spese e degli investimenti correnti in favore della tutela ambientale;

- Raccolta di dati in collaborazione con l'OCSE e la Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite;

- Statistiche relative alla gestione dei rifiuti e dei prodotti pericolosi;

- Statistiche relative alla qualità e alla gestione delle acque;

- Collegamento delle statistiche nel settore dei trasporti con quelle ambientali (compreso il trasporto di merci e rifiuti pericolosi);

- Collegamento delle statistiche nel settore dell'energia con quelle ambientali;

- Integrazione delle statistiche ambientali negli studi relativi alle industrie (definizione di industrie ambientali);

- Integrazione delle statistiche ambientali negli studi relativi all'agricoltura e alla selvicoltura;

- Collegamento dell'ambiente con altre statistiche mediante informazioni sul territorio (raccolta di dati relativi al territorio).

Attuazione

Il programma sarà attuato dalla Commissione e dai servizi statistici nazionali competenti degli Stati membri, con l'assistenza del comitato del programma statistico delle Comunità europee istituito a norma della decisione 80/382/CEE del Consiglio. In attesa dell'avvio dell'Agenzia europea dell'ambiente e al fine dell'esecuzione del programma, la Commissione si occuperà del coordinamento. La Commissione si rivolgerà al personale impegnato nel programma CORINE, e attualmente impiegato nella task force dedicata all'Agenzia europea dell'ambiente, onde utilizzare la fonte di informazioni CORINE finché questa non venga integrata e proseguita sotto l'egida dell'Agenzia europea dell'ambiente. Il programma statistico sarà coordinato con le attività dell'agenzia, nei sei mesi successivi all'istituzione di quest'ultima.

La Commissione, entro il mese di dicembre 1994, sottoporrà al Parlamento europeo e al Consiglio una relazione sullo stato di avanzamento dei lavori e un'ulteriore relazione al termine dei lavori.
Numero di registrazione: 333 / Ultimo aggiornamento: 1998-06-22