Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Miglioramento del contesto dell'attività e promozione dello sviluppo delle imprese, in particolare delle piccole e medie imprese (1990-1993)

Programma successivo

OTH-SMEAP 2C

Finanziamento del programma

EUR 135 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 239 del 1989-08-16

Riferimento legislativo

89/490/CEE del 1989-07-28
Migliorare il contesto dell'attività e promuovere la creazione e lo sviluppo delle imprese, in particolare delle piccole e medie imprese.

Riassunto

Il 3 novembre 1986, il Consiglio delle Comunità europee ha approvato una risoluzione concernente il programma d'azione per le piccole e medie imprese (Gazzetta ufficiale n. C 287 del 14.11.1986) e, il 30 giugno 1988, una risoluzione relativa al miglioramento del contesto industriale e alla promozione dello sviluppo delle imprese, in particolare delle piccole e medie imprese nella Comunità (Gazzetta ufficiale n. C 197 del 27.7.1988). La Commissione ha presentato al Consiglio una comunicazione su una politica comunitaria per le imprese che dovrebbe essere rafforzata tenuto conto del completamento del mercato interno e dell'Atto unico europeo. Questo programma concernente il miglioramento del contesto dell'attività è stato adottato per incrementare le opportunità offerte alle piccole e medie imprese (PMI) nel quadro dei Fondi strutturali e dei programmi comunitari di ricerca, nonché nell'ambito di altri programmi comunitari.

Il programma si applica, tra l'altro, a tutte le forme di imprese piccole e medie, per esempio le imprese artigianali, cooperative e mutualistiche.

Suddivisione

- Eliminazione dei vincoli amministrativi, finanziari e giuridici ingiustificati che limitano lo sviluppo e la creazione delle imprese:
. valutazione dell'impatto sulle imprese della legislazione esistente e proposta;
. consultazione con gli Stati membri sulle procedure nazionali;

- Informazione e assistenza alle imprese in merito alle politiche, alle attività e ai regolamenti di livello comunitario, nonché di ciascuno Stato membro, che interessano o sono suscettibili di interessare tali imprese:
. Forme classiche di informazione e sviluppo degli Eurosportelli (Euro-Info Centre);
. sviluppo della gestione delle PMI;
. promozione dell'accesso delle PMI ai mercati finanziari;
. promozione dell'accesso delle PMI ai programmi comunitari e ai Fondi strutturali;

-Incoraggiamento della cooperazione e di forme di associazione tra imprese di differenti regioni della Comunità:
. sviluppo delle Rete informatizzata per la cooperazione aziendale (BC-Net) e dell'Europartenariato;
. promozione del subappalto transnazionale, di progetti pilota e dimostrativi per incoraggiare la cooperazione transnazionale e incentivare l'accesso delle PMI ai mercati dei paesi terzi;

- Valutazione e sviluppo della politica:
. miglioramento delle statistiche sulle PMI e studi sull'impatto del grande mercato comune;
. sviluppo della politica e preparazione di nuovi progetti nonché valutazione dei progetti esistenti.

Attuazione

La Commissione è responsabile dell'attuazione del programma ed è assistita da un comitato composto dei rappresentanti degli Stati membri e presieduto dal rappresentante della Commissione. La Commissione assicura uno stretto coordinamento fra i vari programmi adottati e le iniziative prese in applicazione del presente programma laddove l'interesse delle piccole e medie imprese sia evidente: SPRINT, COMETT e Fondi strutturali, in particolare. Tale coordinamento forma oggetto di una relazione al comitato.

La Commissione presenta annualmente al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato economico e sociale una relazione che consiste nella valutazione dell'attuazione del programma.
Numero di registrazione: 338 / Ultimo aggiornamento: 1993-09-22