Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

HS-EHLASS 0

Programma successivo

HS-EHLASS 2

Finanziamento del programma

EUR 2,5 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 319 del 1993-12-21

Riferimento legislativo

93/683/CEE del 1993-10-29
Raccogliere dati sugli incidenti relativi a prodotti di consumo al fine di promuovere la prevenzione degli incidenti, migliorare la sicurezza dei prodotti di consumo e informare ed educare il consumatore ai fini di una migliore utilizzazione dei prodotti.

Riassunto

In seguito ad un progetto di dimostrazione relativo ad un sistema di raccolta dei dati sulla sicurezza dei prodotti di consumo, istituito mediante la Decisione 86/138/CEE, la Decisione del Consiglio del 29 ottobre 1993 (93/683/CEE) introduce un sistema comunitario d'informazione sugli incidenti domestici e durante il tempo libero. Nel contesto del mercato interno e della Direttiva del Consiglio 92/59/CEE del 29 giugno 1992 sulla sicurezza generale dei prodotti, occorre adottare delle misure che rendano possibile per tutti gli Stati membri raccogliere le informazioni necessarie per il monitoraggio dei prodotti coinvolti negli incidenti, ove i dati debbano solitamente essere ottenuti dal pronto soccorso degli ospedali, per garantire la qualità generale dei dati utilizzando metodi di base omogenei.

La Commissione e gli Stati membri dovranno provvedere a che, in occasione della raccolta e della trasmissione delle informazioni, queste siano scevre di qualsivoglia elemento che identifichi o che consenta di identificare le vittime, affinché non ne sia divulgata l'identità. Qualsiasi utilizzazione corredata di un campione di dati negli Stati membri nelle pubblicazioni ufficiali dovrà essere accompagnata dalla seguente menzione: "Il sistema comunitario di informazione sugli incidenti domestici e durante il tempo libero fornisce unicamente indicazioni generali e non può essere considerato quale prova statistica della sicurezza o della mancanza di sicurezza di un determinato prodotto".

Suddivisione

La raccolta dei dati di base verrà effettuata presso il pronto soccorso degli ospedali selezionati dagli Stati membri. Tuttavia per ragioni amministrative e tecniche la raccolta dei dati verrà effettuata in Germania, Spagna e Lussemburgo mediante indagini presso nuclei familiari. Le modalità di tali indagini saranno convenute tra detti Stati membri e la Commissione.

Attuazione

Gli Stati membri assicurano l'attuazione del sistema. Essi procederanno ad un'utilizzazione diretta dei dati raccolti e trasmetteranno alla Commissione una relazione contenente una sintesi ed una valutazione a livello nazionale dei risultati ottenuti e delle conclusioni tratte. Ai fini della trasparenza dell'utilizzazione di fondi comunitari ogni Stato membro assicurerà una pubblicazione adeguata della relazione. Il sostegno finanziario è subordinato alla presentazione della relazione.

Gli Stati membri forniranno alla Commissione, su sua richiesta, i dati disponibili relativi alla sicurezza di taluni prodotti o categorie di prodotti implicati in incidenti domestici e durante il tempo libero, ed alle circostanze in cui si verificano detti incidenti.

Gli Stati membri designeranno la o le autorità responsabili della raccolta e della trasmissione dei dati e ne comunicheranno nome e indirizzo alla Commissione.

La Commissione contribuirà a finanziare l'attuazione del sistema secondo la procedura che segue:
- Il sostegno finanziario comunitario agli ospedali che partecipano alla raccolta delle informazioni verrà concesso secondo un tasso uniforme pari all'80% dei costi reali, fino ad un massimale di sostegno di 28.000 ECU per l'anno 1993 per ospedale.
- Il sostegno finanziario comunitario per le indagini presso nuclei familiari in Germania, Spagna e Lussemburgo verrà concesso secondo un tasso uniforme pari all'80% dei costi reali, fino ad un massimale pari a 380.000 ECU per la Germania, 225.000 ECU per la Spagna e 95.000 ECU per il Lussemburgo.

inoltre previsto un sostegno finanziario comunitario quale contributo al consolidamento delle infrastrutture nazionali meno sviluppate, in particolare per l'elaborazione di reti informatiche adeguate, e affinché un'assistenza tecnica bilaterale possa essere fornita, agli altri Stati membri, da parte degli Stati membri che già dispongono di un sistema di raccolta operativo. Questo sostegno finanziario comunitario non potrà superare il 3% del totale del sostegno finanziario concesso dalla Comunità.

Dopo il 31 dicembre 1993, la Commissione elaborerà il più rapidamente possibile una relazione finale sull'attuazione e sull'efficacia del sistema, che presenterà al Parlamento europeo, al Consiglio ed al Comitato economico e sociale.

Argomenti

Sicurezza
Numero di registrazione: 345 / Ultimo aggiornamento: 1997-01-10