Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma quadro

FP1-FRAMEWORK 1C

Programma precedente

PRE-STIMULATION 0C

Programma successivo

FP2-SCIENCE

Finanziamento del programma

EUR 60 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 83 del 1985-03-25

Riferimento legislativo

85/197/CEE del 1985-03-12
Istituire una rete di cooperazione e d'interscambio scientifico e tecnico a livello europeo, promuovere la mobilità e la formazione di scienziati europei come pure un più rapido trasferimento dei risultati della ricerca alla produzione e ai servizi, ridurre la sottoccupazione scientifica e contenere la fuga dei cervelli, nonché rafforzare i legami tra le università ed i laboratori di ricerca.

Riassunto

Compreso nel Primo programma quadro (1984-1987), settore 9: "Migliorare l'efficienza del potenziale S/T", il piano stabiliva talune disposizioni in materia di formazione di specialisti ad alto livello e di mobilità dei ricercatori nel quadro dei diversi programmi di R&S settoriali della Comunità. Tali disposizioni sostituivano i precedenti "programmi d'istruzione e formazione tecnica e scientifica", l'ultimo dei quali si è concluso nel 1984 (SCITRAIN 3C).

Suddivisione

Otto misure sono state messe in particolare rilievo:
- chimica: segnatamente chimica di sintesi, materiali compositi e chimica dei monomeri;
- biocomunicazione;
- scienze della terra: tutti gli aspetti relativi alle strutture ed ai materiali;
- ottica: segnatamente le ricerche implicanti ottiche integrate;
- matematica ed elaborazione di dati;
- oceanografia: scienze marine;
chimica e fisica delle superfici: soprattutto catalisi, scambi intersuperficiali, adesione polimero-metallo;
- strumentazione scientifica.

Attuazione

La Commissione ha finalizzato l'attuazione del piano tramite contributi alla ricerca, contratti di incentivazione al gemellaggio dei laboratori e contratti operativi. Era assistita dal Comitato europeo dello sviluppo economico della scienza e della tecnologia (CODEST) e da consulenti.

La Commissione era responsabile della definizione e, previa consultazione del CREST, dell'attuazione di misure complementari adeguate.

L'informazione ottenuta dal programma è stata diffusa come stabilito nel regolamento del Consiglio (CEE) N° 2380/74 del 17 settembre 1974 (Gazzetta ufficiale N° L 255 del 20.9.1974), recante le prescrizioni di diffusione delle informazioni relative ai programmi di ricerca della Comunità economica europea. Fatto salvo il diritto della Commissione di rilasciare sublicenze qualora un contraente rifiutasse di sfruttare i risultati di ricerche in compartecipazione finanziaria.

a Commissione era autorizzata a stipulare accordi con Stati europei non membri, nell'intento di associarli al programma in tutto o in parte.

Nel corso del secondo anno il programma è stato riveduto ed i risultati sono stati comunicati al Consiglio ed al Parlamento europeo.
Numero di registrazione: 35 / Ultimo aggiornamento: 2000-06-05