Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

HS-EURCAN 2C

Finanziamento del programma

EUR 64 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 95 del 1996-04-16

Riferimento legislativo

646/96/EC del 1996-03-29

Attuazione

La Commissione assicura l'attuazione del piano d'azione, assistita da un comitato consultivo composto da rappresentanti di ciascuno Stato membro e presieduto dal rappresentante della Commissione. La Commissione garantirà che le azioni rientranti nel piano d'azione vengano attuate in stretta cooperazione con gli Stati membri e con le istituzioni e le organizzazioni attive nella prevenzione del cancro. I Comitati di coordinamento nazionale continueranno a rivestire un ruolo importante nell'attuazione del piano.

Nell'attuare il piano d'azione, la Commissione deve garantire che sussistano coerenza e complementarità con altri programmi ed iniziative comunitarie, in particolare il programma biomedicina e sanità nell'ambito del quarto programma quadro.

Per l'attuazione del programma nel quinquennio è stata stanziata una dotazione di 64 milioni di ECU. L'autorità di bilancio determinerà le risorse finanziarie disponibili per ciascun anno finanziario.

La cooperazione con i paesi non membri e con le organizzazioni internazionali competenti nel campo della sanità pubblica sarà promossa nel corso dell'attuazione del piano d'azione. I paesi facenti parti dell'Associazione europea di libero scambio così come i paesi dell'Europa centrale e orientale possono partecipare alle attività indicate nel programma conformemente alle condizioni stabilite negli accordi conclusi con la Comunità.

La Commissione è tenuta a presentare relazioni annuali sui progressi compiuti nell'attuazione del piano d'azione e sul potenziale contributo finanziario comunitario nei diversi settori, tenendo conto delle relazioni che gli Stati membri devono redigere. Le relazioni annuali vengono trasmesse al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale nonché al Comitato delle regioni.

Il Consiglio ed il Parlamento europeo valuteranno le azioni intraprese sulla base di una relazione intermedia che la Commissione dovrà presentare prima della fine del 1997. Al termine del piano d'azione sarà presentata una relazione generale.

Argomenti

Medicina e sanità
Numero di registrazione: 478 / Ultimo aggiornamento: 2001-06-28