Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Finanziamento del programma

EUR 500 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

C 180 del 1994-07-01
Promuovere la diversificazione della attività economiche nelle regioni più strettamente dipendenti dal settore della difesa o dalle basi militari tramite la creazione di attività economiche complementari, favorendo tra l'altro lo sviluppo delle PMI, finanziando la formazione o la riformazione dei lavoratori in esubero del settore della difesa, preservando il potenziale tecnologico delle regioni in questione, rigenerando i siti e le basi militari sotto il profilo ambientale e riusando le infrastrutture a fini civili e, in generale, incentivando qualsiasi azione in grado di contribuire alla conversione economica delle zone considerate.

Riassunto

A seguito dei drastici tagli ai bilanci della difesa conseguenti alla fine della guerra fredda il Parlamento europeo ha deciso misure speciali nel quadro di Perifra I e II (rispettivamente 1991 e 1992), per sostenere la conversione delle zone notevolmente dipendenti dall'industria della difesa. Nel 1993 le misure Perifra sono state sostituite dall'iniziativa KONVER. E' stato stanziato un importo di 130 MECU da distribuire nelle regioni colpite dal declino del settore della difesa per un periodo di 12 mesi. Il costante declino del settore della difesa e la necessità di mantenere un potenziale tecnologico e di R&S di alto livello per assicurare la futura competitività delle regioni interessate hanno indotto a trasformare l'iniziativa KONVER in un'iniziativa comunitaria pluriennale, da concludere alla fine del 1997.

Dei 130 MECU assegnati alle attività KONVER nel 1993, quasi 100 MECU provenivano dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), mentre il saldo proveniva dal Fondo sociale europeo (FSE). Gli stanziamenti sono stati ripartiti tra gli Stati membri in base alla proporzione di lavoratori attivi in settori legati alla difesa. Ne hanno usufruito principalmente: la Germania (38,2 MECU), la Francia (32,63 MECU), il Regno Unito (23,15 MECU) e l'Italia (17,88 MECU).

Le azioni attuate nell'ambito di KONVER sono assai simili a quelle previste nel quadro di altre iniziative comunitarie volte ad aiutare il processo di riconversione in regioni economicamente dipendenti da industrie in crisi. KONVER attribuisce particolare importanza al trasferimento tecnologico, alle reti di cooperazione nel settore R&S, agli scambi di esperienze, alle attività di formazione e riformazione.

Suddivisione

- Migliorare le competenze fornendo alle imprese un aiuto destinato a pagare dei servizi di consulenza ed attrezzature (ad esclusione dei macchinari di produzione) necessarie per mettere in pratica quanto consigliato sotto il profilo della progettazione, controllo di qualità, produzione e progettazione assistite da computer, marketing ed organizzazione interna dell'azienda, nonché della salute e della sicurezza degli addetti;

- aiuti all'istituzione di associazioni imprenditoriali locali ed alla realizzazione di altri programmi di collaborazione al fine di:
. migliorare le competenze nei settori succitati;
. accelerare la diffusione dei metodi di produzione innovativi e delle nuove forme di organizzazione dell'attività imprenditoriale;
. cooperazione tra imprese e centri di ricerca, università, centri di trasferimento tecnologico e centri di formazione;
. commercializzazione e diversificazione della produzione;
. rafforzamento dei legami tra le imprese ed i loro fornitori e clienti, al fine di soddisfare le nuove esigenze di flessibilità e qualità;
. migliore informazione sulle tendenze del mercato unita a programmi di sostegno della progettazione, della qualità e della commercializzazione;
. creazione di reti di contatti con il resto dello Stato membro ed il resto della Comunità in relazione alle azioni sopra indicate;

-creazione di un gruppo incaricato di elaborare idee e pareri conformi ai programmi di aiuti per i settori che comprendono un numero importante di PMI, sotto forma di verifiche interne delle aziende, di consapevolezza dei cambiamenti che avvengono nell'ambiente che le circonda, assistenza all'attuazione dei progetti di ammodernamento;

- programmi di formazione professionale per il personale delle imprese, delle associazioni di imprese e dei fornitori di servizi comuni, presenti nelle regioni considerate, nonché per il personale di imprese o di installazioni militari in esubero o già disoccupato;

- miglioramenti ambientali e rigenerazione di siti ed aree militari particolarmente danneggiati dalle attività militari;

- promozione di attività economiche alternative, con particolare riguardo alla creazione o allo sviluppo delle PMI;

- studi di fattibilità e strategie di riconversione;

- Rinnovo ed ammodernamento delle infrastrutture sociali ed economiche nelle aree della difesa;

- aiuti alla promozione del turismo;

-azioni volte a favorire una maggiore occupazione delle donne, tenendo conto delle necessità particolari di queste in fatto di formazione.

Attuazione

I programmi operativi selezionati nel quadro dell'iniziativa KONVER II sono finanziati congiuntamente dalla Comunità e dagli Stati membri. Il contributo comunitario alle iniziative KONVER fino alla fine del 1997 ammonta a circa 500 MECU ai prezzi 1994. E' anche possibile ricorrere a prestiti della Banca europea degli investimenti (BEI).

La Commissione è incaricata di pubblicare un elenco riveduto delle zone ammesse al finanziamento a norma di KONVER II. Gli Stati membri hanno la facoltà di proporre altre zone conformi ai criteri che prevedono per l'ammissibilità la perdita di un certo numero minimo di posti di lavoro nel settore della difesa e, entro certi limiti, altre zone, a condizione che esse presentino una stretta dipendenza dalle attività della difesa e siano colpite da altri problemi, quali disoccupazione elevata, degrado ambientale, situazione isolata o periferica. Le zone che non rientrano negli obiettivi 1, 2 e 5(b) potranno beneficiare al massimo del 50% dei fondi comunitari assegnati a KONVER.

Gli Stati membri che hanno zone ammissibili nell'elenco pubblicato dalla Commissione sono invitati a presentare proposte dettagliate di programmi operativi o sussidi globali prima del 1° novembre 1994.

Le proposte degli Stati membri devono comprendere una valutazione della situazione, con la menzione degli obiettivi da raggiungere, nonché un calendario ed i criteri e le procedure di attuazione, controllo e valutazione. Durante il periodo di progettazione ed a conclusione di questo la Commissione esaminerà i risultati dei programmi presentati, in collaborazione con gli Stati membri interessati. Il Parlamento europeo, il comitato di gestione delle iniziative comunitarie e le commissioni di controllo saranno informati circa i risultati delle valutazioni e le azioni avviate di conseguenza.

Sarà favorita la cooperazione tra i beneficiari, all'interno e tra gli Stati membri, per incentivare lo scambio di esperienze, la diffusione delle pratiche migliori, le operazioni comuni e le valutazioni comparative. La Commissione invita gli Stati membri a tener conto di tale obiettivo al momento della preparazione e della successiva gestione dei programmi.

Osservazioni

KONVER II è stato istituito con decisione della Commissione europea riunitasi il 15 giugno 1995, conformemente alle prescrizioni del regolamento dei Fondi strutturali.

Argomenti

Sviluppo regionale
Numero di registrazione: 490 / Ultimo aggiornamento: 1998-05-07