Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Costituire, a partire dagli attuali programmi di numerazione, una vasta raccolta virtuale distribuita di conoscenze sull'umanità, disponibile al pubblico tramite le reti (è implicita in tale iniziativa una chiara propensione verso la costituzione di una rete globale che colleghi fra di loro le biblioteche locali).

Riassunto

Durante la Conferenza ministeriale del G-7 dedicata alla società dell'informazione (Bruxelles 25-26 febbraio) i membri del G-7, insieme alla Commissione europea, hanno deciso di lanciare 11 progetti pilota tesi a evidenziare i potenziali benefici della società dell'informazione e a stimolarne l'impiego.

Gli obiettivi chiave di tali progetti pilota sono:

- sostenere il consenso internazionale su principi comuni relativi ad applicazioni, accesso e interoperabilità di reti;
definire il lavoro preparatorio per la cooperazione fra i partner del G-7 al fine di costituire una massa critica per affrontare la problematica della società dell'informazione globale;
- creare l'opportunità di scambi di informazioni che risultino in un ulteriore sviluppo della società dell'informazione;
- individuare e selezionare progetti esemplari che offrano vantaggi sociali, economici e culturali tangibili, comprensibili e dimostrabili;
- individuare i fattori che ostacolano l'attuazione di applicazioni relative alla società dell'informazione globale;
contribuire a creare i mercati per nuovi prodotti e servizi.

Il progetto Biblioteche elettroniche intende creare un'infrastruttura avanzata per l'interconnessione delle biblioteche. Le tecnologie multimediali assicureranno l'accesso alle opere e ai documenti principali del patrimonio scientifico-culturale mondiale, contribuendo in tal modo a promuovere il dialogo transfrontaliero e a migliorare i servizi agli utenti finali.

Il progetto garantisce una struttura pratica per la cooperazione internazionale in grado di affrontare i problemi connessi con l'interoperabilità tecnica e amministrativa e di creare un ambiente aperto che agevoli la partecipazione dei paesi non membri del G-7. Il progetto sulle biblioteche elettroniche adotta un approccio cooperativo e si compone dei seguenti elementi:

- collaborazione reciproca nella compilazione di banche dati archiviate nei sistemi di biblioteche elettroniche;
- scambio di informazioni bibliografiche tramite le reti internazionali;
- scambio di informazioni tecnologiche concernenti le norme e i sistemi di biblioteche elettroniche;
- istituzione di strutture di rete per il lancio di reti pilota di biblioteche elettroniche, comprese biblioteche nazionali/parlamentari e di ricerca; questa iniziativa contribuirà alla definizione di norme.

Il progetto dovrebbe rafforzare la funzione delle biblioteche e migliorare a livello internazionale la disponibilità di risorse numeriche, in particolare documenti bibliografici e contenuti dell'informazione (che integrano testo, grafica, immagini fisse, suoni e video). Verrà altresì promossa la numerazione su vasta scala dei materiali sui sistemi di biblioteche elettroniche. Il progetto dimostrerà inoltre in che modo le tecniche di numerazione favoriscono la conservazione a lungo termine dei documenti, consentendone un accesso facile e immediato, e risolvono il problema della dimensione linguistica.

Gli altri progetti pilota lanciati in occasione della Conferenza ministeriale del G-7 di Bruxelles riguardano le seguenti aree tematiche: inventario globale; interoperabilità globale per le reti a larga banda; educazione e istruzione transculturale; musei multimediali; gestione dell'ambiente e delle risorse naturali; gestione globale delle emergenze; applicazioni sanitarie globali; pubblica amministrazione in linea; mercato globale per le PMI; sistemi informativi marittimi.

Devono essere adottati provvedimenti per garantire il coordinamento dei progetti sulle biblioteche elettroniche con i progetti degli altri temi del G-7.

Suddivisione

Per questa sezione non è disponibile alcuna informazione.

Attuazione

Francia e Giappone sono responsabili del coordinamento operativo del progetto Biblioteche elettroniche. Il calendario dei lavori e i gruppi di lavoro verranno definiti dal segretariato, anche questo gestito da Francia e Giappone. Dovrà inoltre essere istituito un comitato direttivo internazionale che assicuri il collegamento internazionale fra le competenti agenzie nazionali/regionali/locali incaricate del collegamento in rete internazionale e delle biblioteche.

Il progetto sulle biblioteche elettroniche è aperto a ogni paese che desideri prendervi parte. L'attuazione del progetto pilota si basa sul collegamento in rete internazionale e sfrutterà gli attuali standard in materia di numerazione di testo, immagini e suoni, nonché gli standard dei protocolli di comunicazione. (Questo comporta l'uso di interfacce comuni e di strumenti di navigazione e reperimento.) L'infrastruttura avanzata da mettere a punto per l'interconnessione delle biblioteche dovrà essere resa disponibile sulle attuali reti telematiche.

Per interconnettere i cataloghi delle biblioteche e razionalizzare l'accesso pubblico ai servizi, il progetto utilizzerà i risultati conseguiti grazie alle attività già avviate dalle biblioteche. I lavori selezionati per l'inserimento nel progetto globale sulle biblioteche elettroniche vengono presentati nella lingua originale, in un ambiente di immagini e voci. I documenti specificati dovrebbero essere di dominio pubblico. Sarà necessario dedicare numerosi anni al lavoro di numerazione prima di poter giungere a un volume sufficiente di opere.

Deve essere accordata un'attenzione particolare ai problemi connessi con l'autenticazione e la protezione della proprietà intellettuale delle opere (dai vecchi materiali alle informazioni attinenti alla ricerca) cui verranno garantiti l'accesso e la distribuzione in forma digitale tramite le biblioteche collegate in rete.

Al fine di fornire informazioni complete e aggiornate circa il progetto Biblioteche elettroniche, le sue politiche e i risultati conseguiti, verrà attivato un apposito server sul World Wide Web.
Numero di registrazione: 562 / Ultimo aggiornamento: 1998-05-07