Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Dimostrare il potenziale delle tecnologie telematiche nel settore della telemedicina per la lotta contro i principali flagelli della salute; promuovere approcci congiunti per questioni come l'uso di cartelle cliniche, norme o meccanismi capacitanti.

Riassunto

Durante la Conferenza ministeriale del G-7 dedicata alla società dell'informazione (Bruxelles 25-26 febbraio) i membri del G-7, insieme alla Commissione europea, hanno deciso di lanciare 11 progetti pilota tesi a evidenziare i potenziali benefici della società dell'informazione e a stimolarne l'impiego.

Gli obiettivi chiave di tali progetti pilota sono:

- sostenere il consenso internazionale su principi comuni relativi ad applicazioni, accesso e interoperabilità di reti;
definire il lavoro preparatorio per la cooperazione fra i partner del G-7 al fine di costituire una massa critica per affrontare la problematica della società dell'informazione globale;
- creare l'opportunità di scambi di informazioni che risultino in un ulteriore sviluppo della società dell'informazione;
- individuare e selezionare progetti esemplari che offrano vantaggi socioeconomici e culturali tangibili, comprensibili e dimostrabili;
- individuare i fattori che ostacolano l'attuazione di applicazioni relative alla società dell'informazione globale;
-contribuire a creare i mercati per nuovi prodotti e servizi.

L'obiettivo del progetto pilota sulle applicazioni sanitarie globali è di migliorare l'attuale cooperazione internazionale attraverso l'impiego di applicazioni telematiche multimediali moderne, facili da usare, economiche ed efficaci al tempo stesso, nonché di dimostrare la propria potenzialità in favore del miglioramento della salute dei cittadini. In tale contesto, una condizione preliminare indispensabile sarà la messa a punto di soluzioni interoperabili volte a proteggere la riservatezza delle informazioni riguardanti il paziente.

I sei sottoprogetti (presentati nella sezione "attuazione" del presente documento) dovrebbero contribuire a migliorare la prevenzione e la cura delle malattie più gravi, come il cancro e le patologie cardiovascolari, limitando pertanto la morbilità e mortalità connesse con tali malattie e migliorando il benessere dei cittadini. I sottoprogetti dovrebbero altresì facilitare la diffusione delle esperienze e delle conoscenze più importanti fra i professionisti del settore sanitario. Questi primi sottoprogetti, una volta attuati, dovrebbero aprire la strada con il loro successo ad analoghe collaborazioni nella lotta contro altre malattie e migliorare la situazione sanitaria in tutto il mondo.

Suddivisione

Per questa sezione non è disponibile alcuna informazione.

Attuazione

La Commissione europea, la Francia, la Germania e l'Italia sono responsabili del coordinamento operativo del progetto pilota sulle applicazioni sanitarie globali. L'attuazione del progetto si sviluppa attraverso i sei seguenti sottoprogetti:

- "Verso una rete pubblica sanitaria globale": con questo tema si intende agevolare il lavoro delle istituzioni sanitarie nella lotta contro i principali flagelli della salute e contro le più gravi malattie infettive rendendo più accessibile l'informazione agli operatori sanitari;

- migliorare la prevenzione, l'individuazione precoce, la diagnosi e la cura del cancro attraverso le reti globali;

- migliorare la prevenzione, la diagnosi e la cura delle malattie cardiovascolari attraverso le reti globali;

- "Sistema per un servizio mondiale multilingue 24 ore su 24 di pronto soccorso e sorveglianza medica telematica":
valutare la fattibilità di un sistema mondiale di teleconsultazione continua (24 ore su 24) per le situazioni di emergenza mediante l'interconnessione dei principali centri pubblici e privati di telemedicina;

- "Meccanismi idonei per le reti sanitarie globali":
Questo sottoprogetto è stato pensato per consolidare gli approcci già esistenti ed è importante per tutte le tecnologie comunemente usate nell'assistenza sanitaria. Più specificamente tratta dei seguenti argomenti: terminologia, codificazione e norme; strumenti per l'accesso e la navigazione in rete; aspetti linguistici, (compresa la traduzione in linea); armonizzazione delle norme di sicurezza per lo scambio di dati relativi ai pazienti;

- armonizzazione internazionale delle cartelle cliniche nel settore sanitario:
Questo sottoprogetto si occupa dello sviluppo e dell'attuazione in fase pilota di una cartella internazionale di pronto soccorso in grado di fornire le informazioni mediche essenziali e di vitale importanza in una situazione di emergenza, nonché di una scheda di dati amministrativi armonizzati a livello internazionale. Verrà inoltre approfondito lo studio di una tessera professionale internazionale che consenta la sicura identificazione di ogni singolo professionista del settore quando si accede ai dati medici e ai servizi di rete.

Il secondo e il terzo sottoprogetto favoriranno il collegamento fra le banche dati distribuite in modo che le istituzioni e i professionisti del settore possano condividere le conoscenze sulle pratiche migliori di screening, di controllo della qualità e di trattamento del cancro e delle malattie cardiovascolari. Entrambi i progetti punteranno a consolidare gli sforzi di cooperazione internazionale tesi a creare banche dati globali che permettano ai professionisti del settore sanitario di tutto il mondo di accedere alle migliori informazioni e competenze possibili.

Dopo la Conferenza ministeriale del G-7 tenutasi a Bruxelles nel febbraio del 1995, è stato istituito il team principale di rappresentanti nominati dai rispettivi paesi del G-7 e sono stati individuati gli esperti di ogni settore. Sono state esaminate le attuali attività di cooperazione in tutto il mondo e instaurati contatti ad alto livello con importanti istituzioni dei paesi del G-7.

Il progetto farà riferimento alle attuali collaborazioni, rafforzandole, fra governi e ospedali, istituti didattici e di ricerca sanitaria, organizzazioni non governative e organizzazioni internazionali (in particolare l'Organizzazione mondiale della sanità - OMS).
Numero di registrazione: 576 / Ultimo aggiornamento: 1998-05-07