Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Piano d'azione comunitario (CEE) relativo alla valutazione delle attività di ricerca e sviluppo della Comunità europea nel periodo 1983-1985

Programma successivo

ENV-EVAL 2C
Valutare i risultati dei programmi comunitari nel settore ricerca e sviluppo utilizzando esperti esterni, sviluppando precedenti esperienze di valutazione su una base più ampia e sistematica e perfezionando ulteriormente le procedure e le metodologie applicate in precedenza allo scopo di migliorare il processo decisionale circa le priorità, la scelta dei settori di ricerca e lo stanziamento dei fondi.

Riassunto

Il piano d'azione, che è stato preceduto da una fase sperimentale, era considerato parte integrante del processo continuo di formulazione, esecuzione e revisione dei programmi e della politica di R&S e, come tale, ha svolto un ruolo chiave in seno al Primo programma quadro (1984-1987).

Suddivisione

Quattro attività:

- Rafforzamento continuo degli attuali metodi di valutazione interni applicati durante l'attuazione dei programmi di RST al fine di controllare efficacemente lo stato di avanzamento dei lavori e adattarsi ai cambiamenti;

- Valutazione retrospettiva dei risultati dei programmi comunitari di RST condotta da gruppi di esperti esterni;

- Studi su alcuni aspetti della valutazione svolti su incarico della Commissione;

- Organizzazione di workshop e seminari e graduale istituzione di una rete informale comunitaria di valutazione al fine di incoraggiare gli scambi di informazioni.

Attuazione

In conformità alla risoluzione del Consiglio che regola il presente piano d'azione, la Commissione ha costituito un'unità indipendente di valutazione dei programmi di R&S per eseguire sette o otto valutazioni all'anno e organizzare due seminari e una conferenza.

Ai programmi a compartecipazione finanziaria veniva applicato il metodo di valutazione in contemporanea delle proposte simili. Tale metodo è stato applicato nel caso di valutazioni combinate nelle quali si percepiva che per le attività comunitarie in un particolare settore di ricerca interessato da diversi metodi di attuazione occorrevano valutazioni simultanee.

Nell'eventualità di programmi eseguiti dal Centro comune di ricerca (CCR), la Commissione applicava un metodo di valutazione a doppio livello: il primo comprendente la pertinenza e l'impatto dei risultati di ricerca su una base programma per programma e il secondo concernente i problemi delle corrette pratiche di gestione.

Nel caso di azioni concertate, comprese le azioni in ambito COST, veniva applicato il più leggero metodo "dell'audizione" per tenere conto delle dimensioni più ridotte (in termini di esborsi da parte della Comunità) e della portata di questo tipo di azioni di ricerca.

I risultati di tali valutazioni sono stati pubblicati.

Al termine del periodo di tre anni coperto dal piano d'azione, la Commissione ha proceduto al riesame della propria attività nel settore e, sulla base di tale riesame, ha avuto la possibilità di sottoporre al Consiglio un'ulteriore comunicazione circa l'attuazione di un successivo e interamente operativo sistema di valutazione.

Argomenti

Valutazione
Numero di registrazione: 57 / Ultimo aggiornamento: 1990-03-26