Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programma di azione comunitario per la promozione delle Organizzazioni non governative attive principalmente nel campo della protezione ambientale (1998-2002)

Programma successivo

ENV-ENVNGO 2C

Finanziamento del programma

EUR 10,6 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 354 del 1997-12-30

Riferimento legislativo

del 1997-12-16
Contribuire allo sviluppo e all'attuazione della normativa e della politica ambientale comunitaria mediante la promozione delle organizzazioni non governative (ONG) che sono attive principalmente nel campo della protezione ambientale a livello europeo.

Riassunto

L'obiettivo della decisione che istituisce il presente programma d'azione quadriennale è di far fronte agli impegni che la Commissione ha assunto nel 1994 nei confronti dell'autorità di bilancio a proporre una base giuridica che disciplini le sovvenzioni concesse attraverso la voce di bilancio B4-306 del bilancio generale delle Comunità europee. Tale voce di bilancio comprende tre distinte attività: azioni di sensibilizzazione, sovvenzioni in favore delle organizzazioni europee attive nel settore ambientale e pubblicazioni.

Il programma, che opera nel quadro del quinto programma d'azione in materia ambientale, consoliderà e coordinerà le informazioni e le attività volte alla sensibilizzazione operate attraverso le ONG attive nel campo della protezione ambientale. Si prevede che le azioni attuate nel quadro del programma si aggiungano, estendendone la portata, a quelle condotte a livello di Stati membri, mediante il rafforzamento della dimensione comunitaria in settori quali le attività connesse alla tutela della natura e all'ambiente transfrontaliero.

Suddivisione

Settori che possono essere assistiti:

- Informazione ambientale:
. favorire il dialogo e lo scambio di informazioni tra organizzazioni ambientaliste che operano a livello europeo e le istituzioni comunitarie;
. sviluppare infrastrutture informative di documentazione sulla protezione ambientale ad uso di professionisti e politici e per la diffusione delle informazioni a gruppi obiettivo individuati in precedenza;

- Analisi delle attività ambientali:
. sostegno e coordinamento per progetti ambientali che accrescono l'effetto moltiplicatore dei risultati del progetto;
. relazioni sul livello, la misura e la natura dei problemi ambientali che potrebbero essere trattati a livello comunitario e rispetto ai quali la Comunità potrebbe essere maggiormente attiva;
. effettuare analisi della penetrazione della dimensione ambientale in altri settori delle politiche comunitarie;

- Cooperazione tra attori ambientali e ONG attive a livello europeo:
. promuovere la cooperazione tra le parti individuate dal quinto programma d'azione a favore dell'ambiente;
. favorire un approccio multisettoriale alla protezione dell'ambiente;
. nel quadro del principio di sussidiarietà, completare i programmi comunitari con attività ambientali a livello nazionale, regionale e locale che operano nel settore del volontariato.

Attuazione

La Commissione è responsabile dell'attuazione a livello generale del programma e per la definizione delle attività prioritarie da finanziare nell'ambito dei campi d'intervento interessati dal programma (vedi sezione relativa alla ripartizione nel presente riassunto). Entro il 30 settembre dell'anno precedente alla concessione delle sovvenzioni, nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee viene pubblicata una comunicazione nella quale si indicano le attività prioritarie da finanziare e si specificano i criteri di selezione e concessione e le procedure di richiesta e d'approvazione. In base alle proposte presentate in risposta a tale comunicazione, entro il 30 aprile di ogni anno, la Commissione selezionerà le azioni alle quali concedere il sostegno finanziario nell'anno successivo.

L'assistenza finanziaria concessa nel quadro del programma consiste in un contributo finanziario destinato a coprire le spese amministrative e/o le sovvenzioni alle azioni di un numero limitato di ONG rappresentative che operano a livello europeo (compresi i paesi dell'Europa centrale e orientale e della regione mediterranea) e che promuovono interventi di tutela nel settore ambientale di particolare interesse per la Comunità. L'assistenza finanziaria è destinata ad attività da realizzare nell'anno in corso o in quello successivo alla concessione del contributo. La percentuale di assistenza comunitaria non supera, in linea di principio, il 40% delle spese operative e amministrative previste delle ONG partecipanti. La sovvenzione destinata al sostegno amministrativo non supera, di norma, i tre anni.

Entro tre mesi dal completamento dell'azione, i beneficiari del finanziamento comunitario inviano alla Commissione una relazione, il cui contenuto e la cui forma sono stabiliti in anticipo dalla Commissione stessa. Tali relazioni, unitamente all'esecuzione di controlli a campione, favoriranno i compiti di sorveglianza della Commissione verso l'attuazione delle azioni previste dal programma.

Entro il 30 giugno 1999, la Commissione invierà una relazione al Parlamento europeo e al Consiglio circa l'attuazione del presente programma relativamente ai primi tre anni. La relazione presenterà anche eventuali proposte di modifica da apportare al programma allo scopo di proseguire l'azione oltre la fase attuale. Il Consiglio potrà adottare una decisione circa l'attuazione di una successiva fase del programma dopo il 1° gennaio 2000.
Numero di registrazione: 580 / Ultimo aggiornamento: 1998-01-08