Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 223 del 1993-09-02

Riferimento legislativo

2427/93 del 1993-09-01
Finanziare programmi di ricerca e di informazione per promuovere una maggiore conoscenza degli effetti nocivi del tabacco e delle idonee misure preventive e curative per contrastare tali effetti; riconvertire la produzione comunitaria di tabacco verso le varietà e le qualità meno nocive.

Riassunto

Il "Fondo comunitario di ricerca e di informazione nel settore del tabacco" è stato istituito nel quadro dell'articolo 13 del regolamento (CEE) n. 2075/92 relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore del tabacco greggio. In conformità delle disposizioni dettate dal sopracitato articolo 13, il regolamento (CEE) n. 2427/93 ha stabilito le modalità di applicazione del Fondo.

Suddivisione

Settori ammissibili:

- approfondimento delle conoscenze del pubblico, in particolare dei giovani, sugli effetti nocivi del consumo di tabacco attraverso l'informazione e l'educazione sanitaria;

- analisi delle attuali possibilità di prevenzione degli effetti nocivi del consumo di tabacco attraverso l'informazione e l'educazione sanitaria;

- riconversione della produzione del tabacco verso le varietà, le qualità e i prodotti meno nocivi, in particolare mediante metodi appropriati di coltivazione e di essiccazione, pratiche limitative dell'uso di prodotti fitosanitari e introduzione di nuove varietà.

Attuazione

Il "Fondo comunitario di ricerca e di informazione nel settore del tabacco" è gestito dalla Commissione, assistita da un comitato scientifico e tecnico. Tale comitato è costituito da nove membri designati dalla Commissione; i produttori vi sono rappresentati da almeno due membri.

Conformemente alle disposizioni del regolamento, la Commissione finanzia programmi di ricerca o di informazione nei settori coperti dal Fondo (vedere in proposito la sezione "Ripartizioni" del presente documento) a seguito della pubblicazione di bandi di gara nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee.

Per essere ammissibili al finanziamento da parte del Fondo, le proposte di progetto devono:

- per quanto concerne la ricerca:
. presentare un interesse particolare rispetto all'innovazione perseguita;
. essere orientate verso un'applicazione concreta;

- per quanto concerne l'informazione:
. prevedere un'informazione efficace e obiettiva dei produttori o dei consumatori di tabacco;
. dar prova di originalità, fattibilità ed efficacia a breve termine.

Verranno privilegiati i progetti di ricerca e di informazione idonei ad avere effetti rapidi a livello della produzione e quelli che prevedono una rapida diffusione presso i produttori delle conoscenze o dei risultati ottenuti. Nel valutare i progetti vanno presi in considerazione i seguenti elementi:

- la notorietà scientifica dell'interessato nel settore considerato;
- i lavori realizzati o in corso nel settore considerato;
- il fatto che i lavori sono il frutto della collaborazione tra soggetti residenti in più Stati membri.

Le proposte relative a progetti di ricerca e di informazione possono essere presentate da qualsiasi persona fisica o giuridica residente nella Comunità, la quale:

- disponga di competenze notorie e di un'esperienza professionale almeno quinquennale nel settore considerato;
- si impegni a contribuire, con i propri mezzi, al finanziamento del progetto in misura almeno pari al 25% del totale;
- si impegni a realizzare il programma proposto entro i termini stabiliti (in genere nell'arco di uno o due anni ma comunque non oltre i cinque anni);
- accetti di fornire relazioni intermedie periodiche sull'andamento dei lavori;
- accetti di mettere a disposizione della Commissione, ai fini delle verifiche, la propria contabilità e tutti gli altri documenti giustificativi delle spese;
-accetti le modalità di pagamento stabilite dal regolamento (CEE) n. 2427/93.

Previo esame dei progetti presentati da parte di un gruppo di esperti indipendenti, la Commissione sottopone al comitato scientifico e tecnico citato in precedenza un elenco dei progetti sovvenzionabili.

Il Fondo viene finanziato dai proventi di una detrazione (non superiore all'1%) dai premi comunitari per il tabacco.
Numero di registrazione: 597 / Ultimo aggiornamento: 1996-05-16