Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Iniziativa comunitaria in materia di occupazione e di valorizzazione delle risorse umane: "Occupazione-INTEGRA" (migliore accesso al mercato del lavoro e migliori opportunità di lavoro per i gruppi vulnerabili), 1996-1999

Finanziamento del programma

EUR 385 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

C 200 del 1996-07-10
Promuovere iniziative volte a migliorare l'accesso al mercato del lavoro e le opportunità occupazionali di coloro che ne sono esclusi.

Riassunto

Alla riunione dell'8 maggio 1996 la Commissione ha deciso di aggiungere una quarta parte all'iniziativa OCCUPAZIONE, al fine di migliorare l'accesso al mercato del lavoro e le opportunità occupazionali dei gruppi vulnerabili. Le altre tre parti sono: OCCUPAZIONE-NOW (promozione delle pari opportunità per le donne), OCCUPAZIONE-HORIZON, (promozione dell'inserimento dei portatori di handicap sul mercato del lavoro) ed OCCUPAZIONE-YOUTHSTART (promozione dell'inserimento dei giovani nel mercato del lavoro).

INTEGRA promuove le iniziative volte a migliorare l'accesso al mercato del lavoro e le opportunità occupazionali di coloro che ne sono esclusi. E' rivolto ai gruppi vulnerabili gravemente svantaggiati sul mercato del lavoro a causa della mancanza di istruzione, di formazione o di esperienza lavorativa sufficienti e che necessitano di un aiuto sostanziale per un inserimento o reinserimento effettivo sotto il profilo economico e sociale.

Particolare importanza dev'essere attribuita ad azioni riguardanti le particolari esigenze di migranti, rifugiati ed altri gruppi vulnerabili analoghi. Inoltre sono enfatizzate le azioni rivolte alle aree urbane svantaggiate dove criteri comunitari per la rivitalizzazione del territorio potrebbero essere opportunamente combinati con iniziative di creazione di occupazione.

Suddivisione

Iniziative ammissibili:

- sviluppo di modelli, segnatamente su base transnazionale, volti a migliorare l'accessibilità e la qualità dell'offerta di una vasta gamma di servizi pubblici per i gruppi vulnerabili e le persone svantaggiate nonché per sviluppare capacità fondamentali e criteri comunitari per la promozione dei diritti e del piano inserimento dei gruppi considerati. Le attività includono:
. aiuti alla creazione o allo sviluppo di servizi di consulenza su misura ed agenzie di sviluppo locali al fine di contribuire alla creazione di occupazione per le persone svantaggiate, segnatamente nei settori in cui l'occupazione sembra in forte crescita;
. inserimento occupazionale delle persone svantaggiate con l'aiuto dell'infrastruttura comunitaria, dell'informazione, della consulenza e dello sviluppo di servizi;
. aiuti allo sviluppo ed all'offerta di servizi integrati comunitari destinati ai gruppi vulnerabili ed alle persone svantaggiate;
. sostegno ad azioni sul mercato del lavoro destinate al personale dei pubblici servizi ed alle parti sociali, nell'intento di promuovere la tolleranza e di lottare contro la discriminazione nell'accesso al mercato del lavoro;
. sostegno ad azioni dirette al mercato del lavoro e volte a costruire fiducia ed a dare facoltà ai gruppi locali di svolgere un ruolo attivo nel processo decisionale relativo alla formazione, nonché aiuti allo sviluppo ed alla gestione di progetti, competenze in materia di comunicazione aziendale, organizzazione di attività comunitarie e di altre attività volte a stimolare il dialogo tra i principali attori nei settori pubblico, privato e del volontariato;
. aiuti alla realizzazione di sistemi flessibili di insegnamento e formazione, quali l'insegnamento a distanza e l'insegnamento interattivo tramite computer;
. rafforzamento della cooperazione e dell'interazione tra istituti professionali, formazione professionale ed imprese in materia di attuazione di nuove forme di formazione sul lavoro ed esterne;

. creazione di centri di accoglienza/orientamento e per l'occupazione, inclusi luoghi di transito multiuso destinati all'inserimento iniziale dei rifugiati;

- Offerta di formazione, segnatamente tramite cooperazione internazionale, incluso:
. formazione di persone svantaggiate a nuove specializzazioni e qualificazioni, soprattutto nei settori in cui la crescita dell'occupazione appare forte e nei settori della RST e delle tecnologie innovative;
. formazione delle persone svantaggiate (riabilitazione psicologica e sociale, preformazione, miglioramento delle competenze di base, formazione ulteriore) preceduta ed accompagnata da valutazione e consulenza continue;
. formazione o miglioramento delle competenze di tutti gli attivi del settore al fine di aumentare la loro comprensione e sensibilizzazione per gli aspetti riguardanti l'inserimento delle persone svantaggiate in settori in cui la crescita dell'occupazione appare forte;

- creazione di occupazione ed aiuti all'avviamento di imprese, cooperative e collaborazioni pubblico/private, segnatamente su base transnazionale, incluso:
. iniziative di creazione di occupazione volte a sfruttare il potenziale locale di sviluppo di nuovi tipi di occupazione basati su criteri innovativi in materia di organizzazione del lavoro;
. criteri innovativi per la riduzione del costo del lavoro a carico degli imprenditori per i gruppi a più bassa produttività sul mercato del lavoro;
. sviluppo di occupazione sovvenzionata e di nuovi programmi occupazionali (ad esempio tramite occupazione protetta e cooperative);
. azioni volte alla creazione di occupazione, al fine di favorire l'inserimento nel mercato del lavoro e di evitare possibili perdite di vantaggi nella transizione da un ambiente protetto;
. aiuti alle iniziative locali a favore dell'occupazione che prevedono una collaborazione pubblico/privata e coinvolgono le comunità locali, segnatamente in settori in cui la crescita dell'occupazione intensiva appare alta;

- azioni di diffusione dell'informazione e di sensibilizzazione, incluso:
. aiuti ad un'ampia diffusione delle informazioni sull'occupazione e le opportunità di formazione in un formato accessibile ai gruppi svantaggiati;
. azioni volte a migliorare il grado di sensibilizzazione del pubblico in generale, delle parti sociali e del personale dell'insegnamento, dei servizi di formazione e di collocamento, in materia di potenziale di occupazione per i gruppi vulnerabili e le persone svantaggiate, in particolare tramite la pubblicazione di codici di buone pratiche;
. Sviluppo e promozione di reti di mutuo sostegno e di attività di lavoro autonomo per i gruppi vulnerabili e le persone svantaggiate.

Attuazione

Le attività rientranti nel programma INTEGRA fanno parte dell'iniziativa comunitaria in materia di occupazione e valorizzazione delle risorse umane (OCCUPAZIONE), 1995-1999.

Le azioni previste nell'INTEGRA saranno finanziate in compartecipazione dagli Stati membri, dalla Comunità e, qualora opportuno, dalle imprese ed altri organismi. Se i dipendenti di un'impresa partecipano alle varie operazioni che rientrano nel programma, l'impresa in questione è tenuta a finanziare una parte proporzionale dei loro costi di partecipazione. Il programma si applica all'intero territorio dell'Unione, sebbene si presti particolare attenzione alle necessità delle regioni svantaggiate. Di conseguenza, alcune iniziative si applicheranno soltanto alle regioni prioritarie (obiettivi 1, 2, 5b).

Gli Stati membri sono invitati a presentare proposte di aiuti nel quadro della parte INTEGRA sotto forma di programmi operativi o di contributi globali. Conformemente alle norme che regolamentano i Fondi strutturali, dette proposte devono comprendere una valutazione generale della situazione con l'indicazione degli obiettivi da raggiungere ed includere un calendario, i criteri e le procedure di attuazione, controllo e valutazione. Le proposte presentate dagli Stati membri sono approvate dalla Commissione.

Le proposte selezionate ricevono un aiuto comunitario sotto forma di contributi tratti da uno stanziamento di 1,835 MECU, di cui 385 MECU sono riservati all'attuazione di azioni che rientrano nel programma INTEGRA.

LNell'ambito del programma, la ripartizione delle risorse tra gli Stati membri si basa sulla relativa gravità dei problemi strutturali, con particolare rilievo per i relativi livelli di disoccupazione, nonché sulla qualità delle proposte presentate ai fini di programmi operativi e contributi globali. Al fine di incentivare i programmi operativi transnazionali due o più Stati membri possono presentare una domanda unica di aiuto finanziario, di loro iniziativa o per iniziativa della Commissione.

L'assistenza tecnica può comprendere la diffusione di informazioni ed altre azioni di sensibilizzazione, consulenza e servizi specializzati, la creazione o lo sviluppo di reti su scala comunitaria, volte a favorire l'innovazione e la cooperazione transnazionale, lo sviluppo e l'uso comune di basi di dati sui servizi di formazione ed occupazione, oltre ad altri aspetti dell'organizzazione del mercato del lavoro, ecc.

In ciascuno Stato membro, un unico comitato di controllo sarà responsabile dell'attuazione delle azioni del programma. Nel corso del periodo di pianificazione ed alla fine di esso la Commissione procederà alla valutazione dei risultati dei programmi presentati, in collaborazione con gli Stati membri. La Commissione userà gli obiettivi specificati dagli Stati membri nelle loro proposte come base di valutazione dei progressi. Il Parlamento europeo, il Comitato di gestione delle iniziative comunitarie ed i comitati di controllo nazionali saranno tenuti perfettamente al corrente dei risultati di tali valutazioni e delle azioni avviate a seguito di esse.
Numero di registrazione: 610 / Ultimo aggiornamento: 1998-05-07