Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Finanziamento del programma

EUR 30 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 327 del 1996-12-18

Riferimento legislativo

96/715/CE del 1996-12-09
Realizzare infrastrutture standardizzate a livello europeo per la raccolta dei rendiconti sugli scambi di beni presso le imprese, il controllo e la prima elaborazione di tali dati, nonché la diffusione delle statistiche risultanti.

Riassunto

Il programma Edicom (Electronic data interchange on commerce) si propone di istituire una serie di azioni che agevoli la conversione dei sistemi regionali, nazionali e comunitari verso sistemi interoperabili a livello europeo. In una prima fase, tali misure saranno incentrate sulla raccolta dei rendiconti sugli scambi di beni presso le imprese, il controllo e la prima elaborazione di tali dati, nonché la diffusione delle statistiche risultanti.

Tali sistemi si articolano attorno a sistemi di informazione ripartiti a livello regionale, nazionale e comunitario. I sistemi si basano, in particolare, sull'impiego delle tecniche di scambio elettronico di dati (EDI) per la trasmissione delle dichiarazioni statistiche. Procedure automatizzate possono essere messe a disposizione delle amministrazioni nazionali e comunitarie competenti nonché dei fornitori dell'informazione statistica, d'intesa con le autorità nazionali competenti.

L'interoperabilità a livello europeo dei sistemi regionali, nazionali e comunitari è garantita dall'elaborazione e dall'impiego di norme e procedure di controllo armonizzate.

Una decisione del Consiglio che adottava un programma Edicom per il periodo 1994-1999 è stata adottata per la prima volta con decisione del Consiglio 94/445/CE dell'11 luglio 1994. Tale decisione è stata annullata dalla Corte di giustizia con la sentenza del 26 marzo 1996.

Suddivisione

Cinque azioni:

- realizzazione della rete telematica;

- accesso dei fornitori dell'informazione statistica alla rete telematica;

- adeguamento dei sistemi nazionali e comunitari;

- lavori di normalizzazione internazionale;

- promozione, formazione, sostegno, controllo, coordinamento.

Attuazione

La Commissione è responsabile dell'attuazione del programma. Essa è assistita dal comitato del programma statistico, istituito dalla decisione 89/382/CEE, Euratom, per l'elaborazione, la determinazione dei costi e l'approvazione del programma di lavoro annuale del programma Edicom. Per l'approvazione dei bandi di gara e la valutazione dei progetti e delle azioni di un valore totale superiore a 200.000 ECU, la Commissione è assistita dal comitato delle statistiche degli scambi di beni tra Stati membri, istituito dal regolamento (CEE) n. 3330/91.

Si intraprendono azioni nel quadro di Edicom solo quando ne venga individuata chiaramente la necessità a livello comunitario. L'azione Edicom può, d'intesa con le autorità competenti degli Stati membri e privilegiando il ricorso a tecnologie e prodotti esistenti, comprendere in particolare:

- la concezione, lo sviluppo e la promozione di software per la raccolta, il controllo e la trasmissione dell'informazione statistica nonché l'assistenza agli Stati membri per la messa a disposizione presso le imprese di tale software;

- la concezione, lo sviluppo e la promozione del software per l'accettazione, la convalida, l'elaborazione e la diffusione dei dati, l'assistenza agli organismi regionali, nazionali e comunitari che rilevano l'informazione statistica, la messa a disposizione presso i suddetti organismi di tale software, nonché, all'occorrenza, l'adeguamento delle attrezzature;

- la concezione, lo sviluppo, l'attuazione e la messa a disposizione di formati per lo scambio di informazioni basati sulle norme europee e internazionali;

- la concezione, la documentazione e la promozione di metodi, protocolli e interfacce che saranno utilizzati negli scambi di informazioni;

- la sensibilizzazione dei fornitori di software e di servizi alle necessità della statistica nazionale e comunitaria.

Nell'attuazione delle azioni si tiene conto dei seguenti orientamenti:

-agevolare la realizzazione e l'uso dei sistemi in questione mediante azioni di promozione e di sensibilizzazione, in particolare rivolte a imprese e a utenti, effettuate dagli organismi comunitari competenti, d'intesa con gli organismi nazionali e regionali;

- intraprendere azioni particolari a favore degli organismi regionali e nazionali meno evoluti, affinché possano integrarsi nei sistemi in questione;

- favorire, da un lato, l'utilizzazione delle tecniche e degli strumenti telematici più adeguati per soddisfare le esigenze del sistema statistico e, dall'altro, la loro integrazione nei rispettivi ambienti informatici delle amministrazioni interessate.

Per l'attuazione delle azioni del programma, nel periodo 1997-1999, è stato destinato un importo di 30 milioni di ECU. Gli stanziamenti annui sono autorizzati dall'autorità di bilancio entro i limiti delle prospettive finanziarie.

La Commissione ha la responsabilità di garantire che le iniziative condotte nel quadro di Edicom siano coordinate con il programma comunitario pluriennale inteso a favorire la creazione di reti telematiche transeuropee destinate allo scambio di dati tra amministrazioni (IDA). Il programma IDA è stato adottato con decisione del Consiglio 95/468/CE del 6 novembre 1995 (Gazzetta ufficiale n. L 269 dell'11.11.1995).

La Commissione presenta al Parlamento europeo e al Consiglio, al termine del programma Edicom, una relazione sulla sua realizzazione, corredata, all'occorrenza, di proposte relative a ulteriori azioni.
Numero di registrazione: 622 / Ultimo aggiornamento: 1998-03-30