Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

JRC-SAFEFM 1C

Programma successivo

JRC-SAFEFM 3C

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 200 del 1977-08-08

Riferimento legislativo

77/488/CEE,Euratom del 1977-07-18
Fornire sostegno tecnico alla Commissione nell'adempimento dei propri compiti di controllo di sicurezza e assistere gli esercenti di centrali nucleari nell'attuazione delle misure relative al controllo di sicurezza.

Riassunto

Il programma è stato elaborato conformemente alla risoluzione del Consiglio del 17 dicembre 1970 relativa alle modalità di adozione dei programmi di ricerca e d'insegnamento (Gazzetta ufficiale n. L 16 del 20.1.1971). Adottato inizialmente per un periodo di quattro anni (1977-1980), il programma è stato prorogato per un ulteriore periodo di quattro anni a partire dal 1° gennaio 1980 e i fondi inutilizzati sono stati assegnati al nuovo programma.

L'attività di ricerca del Centro comune di ricerca (CCR) in questa direzione è stata coordinata nell'ambito di attività analoghe svolte da altri gruppi di ricerca all'interno della Comunità appartenenti all'Associazione europea di ricerca e sviluppo per la sicurezza e affidabilità (European Safety and Reliability Research and Development Association - ESARRDA). Tuttavia, in alcuni settori particolari, è stata instaurata una collaborazione diretta tra il CCR e le aziende.

Questo programma era conforme al precedente programma del CCR in questo settore.

Suddivisione

Otto progetti:

- Sviluppo di un sistema di valutazione dei materiali non rintracciabili (Material Unaccounted For - MUF);

- Banca dati delle composizioni isotopiche dei combustibili nucleari irradiati;

- Esperimenti di correlazione isotopica organizzati dall'ESARRDA;

- Analisi della metodologia per l'esatta determinazione dell'arricchimento in uranio dei più importanti materiali incontrati nella fabbricazione di combustibili;

-Strumenti di protezione dall'irradiazione neutronica di campioni da analizzare e per il calcolo immediato e differito dei neutroni;

- Automazione del controllo e dell'elaborazione dei dati e sistemi di recupero degli strumenti d'ispezione di campioni non distruttivi;

-Spettrometro di massa trasportabile;

Nuove tecniche di sigillatura per il controllo dei materiali nucleari.

Attuazione

La Commissione, assistita dal consiglio di amministrazione del Centro comune di ricerca (CCR), era responsabile dell'attuazione del presente programma; a tal fine si avvaleva dei servizi del CCR (Ispra).