Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

ENG-ALTENER 1

Riferimento Gazzetta ufficiale

L159 del 1998-06-03

Riferimento legislativo

98/352/EC del 1998-05-18
Contribuire a creare le condizioni necessarie per l'attuazione di un piano d'azione comunitario concernente le fonti rinnovabili di energia e, in particolare, le condizioni legali, socioeconomiche ed amministrative; incoraggiare gli investimenti pubblici e privati nel settore della produzione e dell'utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili.

Riassunto

La presente proposta intende continuare e rafforzare le misure avviate nella prima fase del programma Altener, che scade nel dicembre 1997. Altener è stato istituito nel 1993 al fine di promuovere la penetrazione e l'uso di fonti rinnovabili di energia (FRE) nella Comunità (decisione del Consiglio 93/500/(CEE), GU N° L 235, 18.9.1993).

Altener II, la cui durata va dal 1998 al 2002, contribuirà a raggiungere gli obiettivi della Comunità ed al rispetto degli impegni da essa presi nelle aree in cui le FRE possono avere una funzione determinante, ossia: limitazione delle emissioni di CO2; aumento della proporzione di FRE nell'equilibrio energetico; riduzione della dipendenza dalle importazioni di energia; sicurezza dell'approvvigionamento energetico; inoltre, sviluppo economico, coesione economica e sociale, sviluppo regionale e locale.

In maniera più specifica il programma ha il seguente duplice obiettivo:

- contribuire a creare le condizioni necessarie per l'attuazione di un piano d'azione comunitario a favore delle fonti rinnovabili di energia e, in particolare, le condizioni legali, socioeconomiche ed amministrative;

incoraggiare gli investimenti pubblici e privati per la produzione e l'utilizzazione di energia proveniente da fonti rinnovabili di energia.

Detti obiettivi devono essere raggiunti rafforzando ed allargando gli aspetti riusciti di Altener I ed introducendo nuove misure imperniate sulla promozione della penetrazione delle FRE nonché sull'attuazione, sul seguito dato e sul controllo della strategia comunitaria nel settore delle fonti rinnovabili di energia. I dettagli delle attività che devono essere attuate sono riportati nella sezione "Suddivisioni" del presente sommario.

Le azioni che devono essere attuate nel quadro di Altener II integrano quelle attuate nel quadro di altri programmi comunitari pertinenti, segnatamente il programma nel settore dell'energia non nucleare che fa parte dei Programmi quadro comunitari di ricerca e sviluppo tecnologico. Altener, tuttavia, è imperniato sulla promozione della penetrazione e dell'uso delle FRE e non finanzia attività di ricerca o di dimostrazione.

Suddivisione

- Attuazione ed integrazione delle misure comunitarie volte a sviluppare il potenziale delle energie rinnovabili:
. studi sulle strategie di mercato settoriali;
. base di armonizzazione;
. sviluppo do norme e specifiche;

- infrastrutture e strumenti per la promozione delle energie rinnovabili:
. pianificazione locale e regionale;
. progetti di sviluppo di strumenti destinati alla pianificazione, progettazione, valutazione ed all'esame;
. progetti concernenti nuovi strumenti finanziari e di mercato;
. sviluppo di infrastrutture concernenti programmi di informazione, istruzione e formazione;

- diffusione dell'informazione:
. avvenimenti e pubblicazioni comunitarie;
. reti temporanee per compiti specifici concernenti la biomassa, i rifiuti, i liquidi, i combustibili biologici, l'energia termica solare, l'energia fotovoltaica solare, l'edilizia, ecc.;
. Sistema centralizzato di raccolta e divulgazione dell'informazione;

- misure volte ad incentivare lo scambio di esperienze e di know-how:
. sostegno ad azioni nazionali, regionali e locali in collaborazione con gli Stati membri e le autorità locali, inclusi i paesi dello Spazio economico europeo e di altri paesi terzi europei;
. sostegno alle reti, associazioni ed altri operatori esistenti;

- azioni mirate per la promozione della penetrazione delle energie rinnovabili e l'incentivazione degli investimenti nei settori seguenti:
. biomassa, incluse le colture energetiche, la legna da ardere, i residui della forestazione e dell'agricoltura, i rifiuti urbani, combustibili e gas biologici liquidi;%;
. sistemi solari, termici e fotovoltaici, negli edifici;
. sistemi solari attivi e passivi negli edifici;
. progetti idroelettrici su scala ridotta;
. energia eolica;
. energia geotermica;

- attuazione di una nuova strategia e di un nuovo piano d'azione comunitari per lo sviluppo delle energie rinnovabili, comprendenti azioni volte a:
. controllare l'attuazione della strategia e del piano d'azione comunitari per la promozione delle energie rinnovabili;
. sostegno alle iniziative prese per attuare il piano d'azione, soprattutto in vista di favorire la sinergia tra le azioni;
. controllo dei progressi fatti nella Comunità e negli Stati membri per la promozione delle energie rinnovabili;
. valutazione delle misure decise ed attuate nel quadro del programma.

Attuazione

La Commissione è incaricata di eseguire il programma, assistita da un comitato consultivo composto dai rappresentanti degli Stati membri e presieduto dal rappresentante della Commissione.

Il livello del finanziamento comunitario dipende dal tipo di misura prevista.

Per le azioni seguenti la Comunità può finanziare il 100% dei costi:

- attuazione ed integrazione delle misure comunitarie prese per sviluppare il potenziale di FRE:
- diffusione dell'informazione;
attuazione di una nuova strategia comunitaria e di un nuovo piano d'azione per lo sviluppo delle FRE.

La Comunità può finanziare fino al 50% dei costi (il saldo può provenire da fonti pubbliche e/o private) delle misure seguenti:

- iniziative pilota volte ad ampliare o a creare infrastrutture nel campo delle energie rinnovabili;
- misure volte a favorire lo scambio di esperienze e know-how proposto da organismi diversi dalla Commissione.
Il livello del finanziamento delle "azioni mirate volte a promuovere la penetrazione delle energie rinnovabili e ad incoraggiare gli investimenti" è fissato su base annua per ciascuna delle azioni mirate.

I dettagli relativi a tali azioni mirate ed a ogni altra misura da attuare nel quadro del programma sono riportati nella sezione "Suddivisioni" del presente sommario.

Nel quadro del programma s'intendono per fonti rinnovabili di energia:

- biomassa, incluse le colture energetiche, la legna da ardere, i residui della forestazione e dell'agricoltura, i rifiuti urbani, combustibili e gas biologici liquidi;
- potenza idraulica su vasta scala e su scala ridotta (<10MW);
- energia eolica;
-energia termica solare e fotovoltaica solare;
- energia geotermica;
- energia delle maree, delle onde ed altre energie oceaniche.

Al programma possono partecipare i paesi associati dell'Europa centrale ed orientale e Cipro, conformemente alle condizioni fissate nei rispettivi accordi di associazione.

La Commissione presenta una relazione sulle misure avviate per promuovere le energie rinnovabili dopo due anni dall'entrata in vigore del programma. La relazione è corredata di proposte relative ai cambiamenti che potrebbero essere necessari alla luce della valutazione effettuata. Alla scadenza del programma, la Commissione valuta i risultati ottenuti e la coerenza delle azioni nazionali e comunitarie. Essa presenta una relazione in merito al Consiglio, al Parlamento europeo, al Comitato economico e sociale ed al Comitato delle regioni.
Numero di registrazione: 630 / Ultimo aggiornamento: 1998-05-07