Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Incentivare iniziative di applicazione, convalida o dimostrazione concentrate sulle norme - o contributi a nuove norme potenziali - che reggono aspetti riguardanti la società dell'informazione con un elevato impatto economico o sociale.

Riassunto

Nel 1995 la Commissione ha lanciato una serie di sei progetti, riconoscendo la necessità di azioni di normalizzazione specifiche a sostegno della società dell'informazione. Tutti questi progetti stimolano norme originali esistenti ovvero sviluppano o specificano nuove norme potenziali da presentare agli organismi di normalizzazione competenti.

Nel 1996 è stato lanciato un invito alla presentazione di proposte basato su un programma di lavoro elaborato conformemente alla decisione del Consiglio in materia di normalizzazione nel settore delle tecnologie e telecomunicazioni (87/95/CEE). Un nuovo invito alla presentazione di proposte è previsto verso la fine del 1997 o l'inizio del 1998.

Suddivisione

Per questa sezione non è disponibile alcuna informazione.

Attuazione

La DG III, direzione B (Legislazione, normalizzazione e reti telematiche) della Commissione è responsabile dell'attuazione del programma. E' assistita dal gruppo degli alti funzionari per la normalizzazione delle tecnologie dell'informazione (SOGITS), formato da rappresentanti delle amministrazioni degli Stati membri.

La Comunità eroga in compartecipazione finanziaria fino al 50% del finanziamento di progetti di consorzi multinazionali al fine di favorire iniziative di applicazione, convalida o dimostrazione concentrati sulle norme - o che contribuiscono a nuove norme potenziali - che reggono aspetti riguardanti la società dell'informazione che presentano un impatto economico e sociale elevato. Si attribuisce speciale attenzione all'individuazione dei bisogni degli utilizzatori in fatto di norme e/o accettazione di nuovi progetti normativi, nonché l contributo all'interoperabilità ed alla convalida di interfacce critiche necessarie per un'interazione adeguata di servizi ed applicazioni.

Nel quadro di ISIS, s'intende per applicazione una progettazione, una ricerca e/o una sperimentazione che porti a progettare un contributo a una nuova norma potenziale. La convalida implica la verifica della fattibilità tecnica di una nuova norma non ancora sperimentata controllando che sia sostanzialmente esente da errori. Questo è possibile ricorrendo ad un complesso di metodi di verifica tradizionali, simulazione "in-silico" e prove sul campo. La dimostrazione - che comprende prove utente pilota all'estremità superiore - significa la costruzione di realizzazioni realistiche di dimensioni ridotte, basate su norme di valutazione del rendimento complessivo.

Gli obiettivi secondari comprendono la promozione mirata e la sensibilizzazione alle possibilità offerte dall'uso di norme nei settori specificati.

ISIS è aperto a tutte le persone giuridiche che hanno sede negli Stati membri dell'Unione europea (società industriali - grandi industrie o PMI -, università, organismi di ricerca, associazioni di cittadini, parti sociali, ecc.) ed al Centro comune di ricerca (Ccr). I consorzi che intendono fruire del finanziamento dei loro progetti devono comprendere almeno due partner di Stati membri diversi dell'UE. I partner dei paesi terzi hanno la facoltà di partecipare ma non fruiscono di sussidi comunitari.
Numero di registrazione: 631 / Ultimo aggiornamento: 2002-03-12