Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma successivo

ENG-ENERGY C

Finanziamento del programma

EUR 200,4 million
Garantire la sicurezza dell'approvvigionamento di energia; assicurare la competitività; promuovere la compatibilità tra lo sviluppo del mercato energetico e gli obiettivi di protezione dell'ambiente.

Riassunto

Questo programma pluriennale mette a disposizione un quadro che stabilisce gli obiettivi generali, gli elementi finanziari, le misure di coordinamento e la durata delle azioni comunitarie nel settore dell'energia. L'obiettivo è di massimizzare la coerenza e l'efficacia delle azioni comunitarie nel settore dell'energia riunendo sotto un unico programma svariate politiche e programmi attuati dalla Direzione generale per l'energia (DG XVII) della Commissione europea.

Il primo programma quadro nel settore dell'energia copre il periodo 1998-2002. Nel corso di tale periodo saranno attuati sei programmi specifici che riguardano settori sia orizzontali che tematici. I programmi già adottati (SAVE, ALTENER, SYNERGY) saranno ora condotti in seno al nuovo programma pluriennale.

L'approccio è basato sul collegamento di azioni orizzontali o tematiche oppure di programmi in un quadro trasparente e integrato.

Programmi orizzontali:

- analisi prospettiche e controllo dei mercati;
-cooperazione energetica internazionale (SYNERGY).

Programmi tematici:

-promozione delle fonti energetiche rinnovabili e attuazione di una strategia comunitaria e di un piano d'azione fino al 2010 (ALTENER 2);
- promozione dell'utilizzazione razionale ed efficiente dell'energia (SAVE 2);
- promozione di tecnologie dei combustibili solidi pulite ed efficienti (CARNOT);
- cooperazione nell'ambito del settore nucleare in merito a sicurezza, cooperazione industriale con i nuovi Stati indipendenti, trasporto di materiali radioattivi, incluse misure volte alla lotta al traffico illegale.

Oltre a garantire un maggior grado di coordinamento tra misure condotte nell'ambito di questi sei programmi, verranno intraprese azioni volte a coordinare attività connesse con il settore dell'energia attuate nell'ambito di altre politiche e quadri comunitari, segnatamente:

- attività pertinenti attuate nell'ambito dei programmi quadro di ricerca e sviluppo tecnologico (RST);

- reti transeuropee nel settore dell'energia.

Sarà posta particolare attenzione anche a un maggior coordinamento fra tutte le altre attività comunitarie che abbiano una componente energetica, in modo particolare nel settore della cooperazione internazionale (PHARE, TACIS, MEDA), dei Fondi strutturali e del sostegno agli investimenti.

Il programma quadro nel settore dell'energia non deve essere confuso con i programmi quadro comunitari di RST.

Suddivisione

Sei programmi specifici:

programmi orizzontali:

- sviluppo, in cooperazione con gli Stati membri, di un programma di controllo regolare dell'evoluzione dei mercati e delle tendenze energetiche in modo che le decisioni politiche relative all'energia possano essere prese sulla base di un'analisi condivisa;

- rafforzamento, nei limiti delle competenze del programma quadro, della cooperazione internazionale nel settore dell'energia, soprattutto per incoraggiare, da un lato, una maggiore diversificazione delle fonti energetiche e, dall'altro, una maggiore trasparenza e stabilità dei mercati internazionali, in particolare del gas e del petrolio (SYNERGY);

programmi tematici:

- promozione di fonti energetiche nuove e rinnovabili e attuazione di una strategia e di un piano d'azione della Comunità per le fonti energetiche rinnovabili per il 2010 (ALTENER 2);

- incoraggiamento dell'utilizzazione razionale ed efficiente delle risorse energetiche (SAVE 2);

- rivitalizzazione del settore carboniero, soprattutto grazie all'impiego di tecnologie compatibili con l'ambiente (CARNOT);

- utilizzazione più sicura dell'energia nucleare mediante la cooperazione nel settore nucleare in merito a sicurezza, cooperazione industriale con i nuovi Stati indipendenti, trasporto di materiali radioattivi, incluse misure volte alla lotta al traffico illegale.

Attuazione

Il programma quadro nel settore dell'energia viene attuato attraverso sei programmi specifici che saranno adottati con singola decisione normativa (vedi sezione "Ripartizioni" del presente documento).

La Commissione è responsabile dell'esecuzione del programma quadro e dell'elaborazione dei progetti di linee direttrici applicabili alle azioni e misure da intraprendere a titolo di ciascun programma specifico. La Commissione è assistita da un comitato consultivo composto dei rappresentanti degli Stati membri. Questo comitato svolgerà un ruolo importante nell'azione di promozione del coordinamento fra i sei programmi specifici e con le altre attività comunitarie nel settore dell'energia, in particolare attraverso una maggiore cooperazione con altri organismi e comitati comunitari pertinenti (p.e. il comitato consultivo sull'energia, gli organismi di gestione dei programmi di RST e il comitato di orientamento per le reti transeuropee nel settore dell'energia).

La Commissione esamina ogni anno lo stato di avanzamento del programma quadro, valutandone l'efficacia globale e il contributo agli obiettivi della politica comunitaria. Essa valuta altresì se gli obiettivi, le priorità e i mezzi finanziari rispondono sempre all'evoluzione della situazione e presenta, qualora necessario, proposte per adeguare o completare il programma quadro e/o i programmi specifici.