Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

In linea con gli obiettivi e gli orientamenti generali dei programmi PHARE e TACIS nel contesto della riforma economica e sociale, promuovere lo sviluppo dei sistemi di istruzione superiore nei nuovi Stati indipendenti dell'ex Unione Sovietica e nella Mongolia attraverso la cooperazione, quanto più equilibrata possibile, con partner di tutti gli Stati membri della Comunità.

Riassunto

I paesi dell'Europa centrale e orientale, i nuovi Stati indipendenti dell'ex Unione Sovietica e la Mongolia, beneficiari dei programmi PHARE e TACIS, ritengono che la formazione, in particolare l'istruzione superiore, sia uno dei settori chiave che rendono possibile il processo di riforma economica e sociale. Il programma Tempus è stato concepito quale risposta alle particolari esigenze di questi paesi, in modo distinto dai programmi esistenti nel settore dell'istruzione superiore quali LEONARDO DA VINCI o ERASMUS.

Il programma Tempus è stato riconosciuto in grado di contribuire efficacemente a questo sviluppo strutturale nonché di contribuire a ristabilire la cooperazione tra regioni vicine alla Comunità. La relazione di valutazione della seconda fase del programma Tempus ha dimostrato la capacità di Tempus di contribuire efficacemente alla diversificazione dell'offerta di istruzione e alla cooperazione inter-università, che crea condizioni favorevoli allo sviluppo della cooperazione scientifica, culturale ed economica.

I paesi associati in fase di preadesione che hanno partecipato ai programmi Tempus I e Tempus II potrebbero ora utilmente cooperare, accanto agli Stati membri, per assistere i paesi partner che hanno beneficiato più tardi del programma a ristrutturare i loro sistemi di istruzione superiore.

In particolare, Tempus III ha lo scopo di assistere i sistemi di istruzione superiore dei paesi beneficiari potenziali nell'affrontare:
- i problemi in materia di sviluppo e revisione dei programmi di studio;
- la riforma e la gestione dell'istruzione superiore;
- lo sviluppo di una formazione destinata a conferire qualifiche per sopperire a specifiche carenze di specializzazione a livello superiore durante la riforma economica, in particolare mediante migliori e più estesi legami con l'industria.

Nel contesto di TEMPUS, come nei connessi programmi comunitari suddetti, il termine "università" comprende tutti i tipi di istituti postsecondari di istruzione e formazione professionale che rilasciano qualifiche o titoli nell'ambito di una istruzione e formazione superiore. I termini "industria" e "impresa" sono utilizzati per designare tutti i tipi di attività economica, a prescindere dal loro statuto giuridico, gli enti pubblici e locali, le organizzazioni economiche autonome, le camere di commercio e dell'industria e/o loro equivalenti, le associazioni professionali e le organizzazioni che rappresentano i datori di lavoro e i lavoratori, nonché gli organismi di formazione delle suddette istituzioni e organizzazioni.

Suddivisione

Tre azioni:

- Progetti europei comuni:
interessano almeno un'università di un paese beneficiario potenziale, un'università di uno Stato membro e un istituto partner (università o impresa) di un altro Stato membro. Le sovvenzioni dei progetti europei comuni possono essere concesse per attività a seconda delle esigenze specifiche degli istituti interessati e in base alle priorità stabilite, tra cui:

. azioni congiunte in materia di istruzione e formazione;
. misure a favore di riforma e sviluppo dell'istruzione superiore e delle sue capacità;
. promozione della cooperazione tra l'università e l'industria, mediante azioni congiunte;
. sviluppo della mobilità dei docenti, del personale amministrativo delle università e degli studenti, nel quadro di progetti europei comuni;
. attività che contribuiscono al successo di progetti europei comuni cui partecipano due o più paesi beneficiari potenziali;

- Provvedimenti di carattere strutturale e/o complementare:
forniscono un aiuto finanziario (in particolare assistenza tecnica, seminari, studi, pubblicazioni, attività di informazione) destinato a sostenere gli obiettivi del programma, in particolare lo sviluppo e la ristrutturazione dei sistemi di istruzione superiore nei paesi beneficiari potenziali. Nell'ambito di tali provvedimenti a scopo strutturale, si concederà un aiuto finanziario anche per:

. sviluppare e rafforzare le capacità e la realizzazione di una programmazione strategica e dello sviluppo istituzionale degli istituti di istruzione superiore a livello di università e di facoltà;
. stabilire un piano di sviluppo delle università sotto forma di contratti strutturali volti a sviluppare le relazioni internazionali;
. sostenere la diffusione delle azioni di cooperazione riguardanti gli obiettivi del programma Tempus;
. elaborare una strategia nazionale in un paese beneficiario potenziale determinato per lo sviluppo di un aspetto specifico dell'insegnamento superiore;

- Borse individuali;
aiuto aggiuntivo sotto forma di erogazione di borse individuali a docenti, formatori, amministratori di università, alti funzionari dei ministeri, amministratori dei sistemi di istruzione e altri esperti in materia di formazione, provenienti da paesi beneficiari potenziali o dalla Comunità, per visite destinate alla promozione della qualità, dello sviluppo e della ristrutturazione dell'istruzione e della formazione superiori nei paesi beneficiari potenziali. Potranno essere coperti i settori seguenti:

. sviluppo di corsi e materiali didattici;
. sviluppo del personale, attraverso periodi di riqualificazione e tirocini nell'industria;
. missioni di istruzione;
. attività volte a sostenere lo sviluppo dell'istruzione superiore;

Verranno intraprese anche azioni di sostegno, tra cui:
- assistenza tecnica, compresa la verifica dell'attuazione del programma;
- sostegno alla valutazione esterna del programma.

Attuazione

La Commissione è responsabile dell'attuazione del programma in base agli orientamenti particolareggiati da adottare ogni anno e secondo obiettivi e priorità dettagliati concordati con le autorità competenti di ciascun paese beneficiario potenziale. Gli obiettivi e le priorità dovranno essere conformi agli obiettivi generali dei programmi PHARE e TACIS. La Commissione sarà assistita da un comitato composto da due rappresentanti designati da ciascuno Stato membro e presieduto dal rappresentante della Commissione. I membri del comitato possono essere assistiti da esperti o consulenti.

La Commissione provvede affinché il programma sia coerente e, se necessario, complementare con altre azioni intraprese a livello comunitario, sia all'interno della Comunità che nell'ambito dell'assistenza ai paesi beneficiari potenziali, con particolare riguardo alle attività della Fondazione europea per la formazione professionale. La Commissione assicura anche il coordinamento con le azioni intraprese da paesi che non sono Stati membri della Comunità, oppure da università e imprese di questi paesi, concernenti lo stesso settore del programma Tempus III, compresa, se del caso, la loro partecipazione ai progetti del programma Tempus III. Tale partecipazione può assumere le forme seguenti:

- partecipazione ai progetti del programma Tempus III mediante il cofinanziamento;
- orientamento di azioni di scambio già finanziate bilateralmente;
- coordinamento del programma Tempus III con iniziative a base nazionale aventi scopi analoghi, ma finanziate e dirette separatamente;
- reciproco scambio di informazioni su tutte le iniziative pertinenti prese nel settore.

La Commissione coopererà con i servizi di coordinamento costituiti nei singoli paesi beneficiari potenziali e con gli enti nazionali competenti designati dagli Stati membri.

La Commissione istituisce modalità per la regolare verifica e la valutazione del programma e sottopone al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato economico e sociale, nonché ai paesi partecipanti, una relazione annuale. Anteriormente al 30 aprile 2004 sarà presentata una relazione intermedia ed entro il 30 giugno 2009 una relazione finale.

Il programma riguarderà i paesi dell'Europa centrale e orientale non associati ammessi a fruire di aiuto economico, quali potenziali beneficiari, dal regolamento (CEE) n. 3906/89 (programma PHARE, Gazzetta ufficiale n. L 375 del 23.12.1989) modificato da ultimo dal regolamento (CEE) n. 2334/92 (Gazzetta ufficiale n. L 227 dell'11.8.1992), oltre ai nuovi Stati indipendenti dell'ex Unione Sovietica e alla Mongolia menzionati nel regolamento (CEE, Euratom) n. 1279/96 (programma TACIS, Gazzetta ufficiale n. L 201 del 24.7.1991).
Numero di registrazione: 654 / Ultimo aggiornamento: 2013-08-20