Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Finanziamento del programma

EUR 312 million
Contribuire alle attività di salute pubblica per ridurre gli infortuni in ambito domestico e nel tempo libero.

Riassunto

Il programma d'azione comunitario per la prevenzione delle lesioni personali(IPP) è stato adottato nel 1999 per un periodo di 5 anni, con dotazione finanziaria di 14 milioni di euro. Si è concluso nel 2002 con l'adozione del nuovo programma d'azione per la sanità pubblica. Tuttavia gli ultimi programmi nell'ambito IPP sono stati realizzati nel 2003/2004.
Uno degli obiettivi principali era creare un database comune (ISS – Injury Surveillance System - nell'ambito della rete telematica EUPHIN – European Public Health Information Network) per la raccolta di dati di qualità tramite l'uso di metodi raffrontabili e sistemi comuni di classificazione. Oltre ai progetti di raccolta dati, sono stati avviati progetti epidemiologici (ad es. "Social influences on injuries, sports injuries" – Influenze sociali sulle lesioni, lesioni sportive - "costs of injuries in Europe" – costi delle lesioni in Europa).

Dopo il completamento dell'IPP, le attività continuano nell'ambito del nuovo programma d'azione per la sanità pubblica (2003-2008) nell'ambito degli aspetti "Health Information" ("Informazione in materia di salute") e "Health Determinants" ("Determinanti della salute").
Il programma IPP è uno degli otto programmi individuali riuniti in un unico quadro coerente nell'ambito del "New Public Health Programme 2003-2008" ("nuovo programma d'azione per la sanità pubblica 2003-2008"), i cui obiettivi generali sono:
- migliorare la conoscenza e l'informazione e la conoscenza per lo sviluppo della salute pubblica;
- aumentare la capacità di reagire rapidamente e in modo coordinato ai rischi per la salute;
- promuovere la salute e prevenire le malattie tenendo conto dei fattori determinanti per la salute mediante tutte le politiche e attività.

Suddivisione

Le attività del programma per la prevenzione delle lesioni personali (IPP) proseguono nel nuovo Programma d'azione per la sanità pubblica (2003-2008) segnatamente all'interno dei due aspetti "Health information" ("Informazione in materia di salute") e "Health Determinants" ("Determinanti della salute").

1.) I determinanti della salute possono essere classificati come segue: stili di vita e comportamenti personali; influenze, all'interno della comunità, che possono favorire o danneggiare la salute; condizioni di vita e di lavoro e accesso all'assistenza sanitaria; condizioni generali socioeconomiche, culturali e ambientali.

Le attività sui determinanti della salute comprendono:
- preparare e attuare strategie e misure, anche in materia di consapevolezza pubblica, sui determinanti della salute legati allo stile di vita, come la nutrizione, l'attività fisica, il tabacco, l'alcol, le droghe ed altre sostanze e sulla salute mentale, comprese misure che abbraccino tutte le politiche comunitarie e le strategie specifiche in materia di età e genere;
- analisi della situazione e sviluppo di strategie sui determinanti della salute sociali ed economici, al fine di identificare e combattere le ineguaglianze nel campo della salute e di valutare l'impatto dei fattori sociali ed economici sulla salute;
- analisi della situazione e sviluppo di strategie sui determinanti della salute riguardanti l'ambiente e in grado di contribuire al lavoro di identificazione e valutazione delle conseguenze dei fattori ambientali sulla salute;
- analisi della situazione e scambio di informazioni sui determinanti genetici e sull'uso dello screening genetico;
- sviluppo di metodi per valutare la qualità e l'efficienza delle misure e delle strategie di promozione della salute;
- promozione delle attività di formazione relative alle suddette misure.

2.) "Migliorare la conoscenza e l'informazione per lo sviluppo della salute pubblica" include le seguenti attività:
- sviluppare e attuare un sistema di monitoraggio in materia di salute sostenibile per stabilire indicatori comparabili quantitativi e qualitative a livello comunitario sulla base del lavoro esistente e dei risultati conseguiti; e raccogliere, analizzare e diffondere informazioni comparabili e compatibili specifiche per età e sesso sulla salute umana a livello comunitario riguardanti stato sanitario, politiche in materia di sanità e determinanti della salute, fra cui situazioni demografiche, geografiche e socioeconomiche, fattori personali e biologici, comportamenti legati alla salute come l'abuso di specifiche sostanze, la nutrizione, l'attività fisica, il comportamento sessuale, le condizioni ambientali ma anche quelle di vita e di lavoro, con una particolare attenzione rivolta alle ineguaglianze in materia di salute;
- sviluppare un sistema informativo di allerta preventiva, rilevamento e controllo delle minacce alla salute, sia per le malattie trasmissibili, incluso il pericolo di diffusione transfrontaliera della malattie (ad es. agenti patogeni resistenti), che per la malattie non trasmissibili;
- migliorare il sistema di trasferimento e condivisione di informazioni e dati in materia di salute, compreso l'accesso pubblico;
- sviluppare e usare meccanismi di analisi, consulenza, documentazione, informazione e consultazione con gli Stati membri e con le parti interessate alla questione della sanità a livello Comunitario;
- migliorare l'analisi e la conoscenza dell'impatto degli sviluppi in materia di politica sanitaria e di altre politiche e attività comunitarie, come il mercato interno in quanto influisce anche sui sistemi sanitari, al fine di contribuire ad una protezione della salute umana di alto livello, sviluppando anche criteri e metodologie per valutare l'impatto delle politiche sulla salute e sviluppando altri collegamenti fra le politiche di sanità pubblica ed altre politiche;
- rivedere, analizzare e sostenere lo scambio di esperienze sulle tecnologie, in materia di salute, comprese le nuove tecnologie dell'informazione;
- sostenere lo scambio di informazioni ed esperienze sulle buone pratiche;
- sviluppare ed attuare un'azione congiunta con i piani elaborati in ambito e-Europe per migliorare la disponibilità al pubblico, su Internet, delle informazioni in materia di salute, considerando la possibilità di creare un sistema di sigilli comunitari riconoscibili di approvazione per i siti Internet.

Attuazione

La Commissione, in stretta collaborazione con gli Stati membri, garantisce l'attuazione del programma. È assistita da un Comitato composto da rappresentanti degli Stati membri e presieduta da un rappresentante della Commissione.
I piani di lavoro annuali per l'attuazione del programma definiscono le priorità e le azioni da intraprendere, compreso lo stanziamento di fondi.

La Commissione garantisce coerenza e complementarietà fra le azioni attuate nell'ambito del nuovo programma d'azione per la sanità pubblica 2003-2008 e quelle attuate nell'ambito di altre politiche e attività comunitarie.

Per garantire un elevato livello di protezione della salute nella definizione e attuazione di tutte le politiche e attività comunitarie, gli obiettivi del programma possono essere attuati come
- strategie congiunte e
- azioni congiunte.
Questo obiettivo potrà essere raggiunto con programmi e azioni comunitari correlati, segnatamente nei settori protezione dei consumatori, protezione sociale, salute e sicurezza sul lavoro, occupazione, ricerca e sviluppo tecnologico, mercato interno, statistiche, agricoltura, istruzione e ambiente, nonché con le azioni condotte dal Centro comune di ricerca (CCR) e dalle Agenzie comunitarie.

Il programma è aperto alla partecipazione dei paesi EFTA/SEE, ai paesi associati d'Europa orientale e alla Turchia. Viene incoraggiata la cooperazione con paesi terzi e con organizzazioni internazionali (in particolare l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il Consiglio d'Europa e l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico).

Entro la fine del quarto anno del programma, la Commissione farà svolgere da esperti qualificati indipendenti una valutazione esterna dell'attuazione e dei risultati ottenuti nei primi tre anni del programma. La Commissione valuterà inoltre l'impatto realizzato sulla sanità e sull'efficienza nell'uso delle risorse, nonché la coerenza e la complementarietà con altri programmi, azioni ed iniziative pertinenti attuati nel quadro di altre attività e politiche comunitarie.
Numero di registrazione: 658 / Ultimo aggiornamento: 2005-06-29