Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Incoraggiare, a livello europeo, la creazione di un ambiente favorevole allo sviluppo di Internet, promuovendo un uso più sicuro della rete

Riassunto

Le linee di azione del programma, unitamente alla proposta di raccomandazione del Consiglio sulla tutela dei minori e della dignità umana, costituiscono un modo per adottare un approccio europeo a un uso più sicuro del settore di Internet, basato sull'autoregolamentazione del settore, su un sistema di filtraggio e valutazione nonché su una maggiore consapevolezza. Le linee di azione si pongono i seguenti obiettivi:

- promuovere lo sviluppo di sistemi di autoregolamentazione da parte del settore e degli utenti;
- favorire buoni sviluppi tramite la dimostrazione;
- mettere in guardia ed informare genitori ed insegnanti;
- favorire la cooperazione e lo scambio di esperienze e migliori prassi a livello europeo e internazionale;
- la cooperazione, a livello intereuropeo, tra i vari settori e utenti;
- garantire la compatibilità tra gli approcci adottati in Europa e altrove.

Suddivisione

Quattro le linee di azione:

- creazione di un ambiente più sicuro;

- sviluppo di sistemi di filtraggio e valutazione compatibili e interoperabili a livello internazionale, che:

. dimostrino le potenzialità e i limiti di tali sistemi;

. incoraggino l'impiego di sistemi compatibili a livello internazionale e facciano sì che gli utenti si familiarizzino con il loro uso.

- promuovano azioni di sensibilizzazione.

. Superare le incertezze nell'affrontare tutti gli aspetti delle comunicazioni in rete e rendere genitori, insegnanti e ragazzi consapevoli del potenziale di Internet. L'obiettivo è conquistare la fiducia e la stima di genitori e insegnanti, mostrando loro come la rete possa essere utilizzata con sicurezza senza esporre chi la usa a contenuti indesiderati. Tali attività trarranno vantaggio da azioni di sensibilizzazione portate a termine nell'ambito di altri programmi, in particolare INFO2000;

. Le azioni specifiche rivolte agli insegnanti comprenderanno la preparazione e la distribuzione di informazioni particolari e di materiali multimediali a un vasto campione rappresentativo della professione. Verranno organizzate, in collaborazione con il settore, apposite "giornate della rete", per sensibilizzare gli utenti. Sono inoltre previste attività di sensibilizzazione rivolte ai giornalisti. Infine, verranno create e aggiornate speciali pagine web tramite la rete europea di dati delle scuole.

- Azioni di sostegno;

. valutazione delle implicazioni di natura legale, con particolare riferimento a: strumenti giuridici richiesti per classificare gli autori, i provider e i mittenti di messaggi di posta elettronica; quali norme debbano essere "approssimate" nel diritto penale degli Stati membri; con quale rapidità debbano essere vagliate le richieste formali di assistenza giudiziaria; entità delle modifiche da apportare alla legislazione degli Stati membri per consentire azioni preventive in relazione a contenuti di Internet perseguibili.

Attuazione

La Commissione verrà coadiuvata da un comitato consultivo formato da rappresentanti degli Stati membri e presieduto da un rappresentante della Commissione stessa. Il suo scopo sarà di assicurare che le azioni del programma vengano vagliate, monitorate e successivamente valutate al fine di garantire che gli aiuti comunitari vengano utilizzati in modo efficiente.

In massima parte, la selezione dei progetti con costi ripartiti si basa sulla consueta procedura degli inviti a presentare proposte pubblicati sulla Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. Il criterio fondamentale per il sostegno ai progetti, che dimostrano i vantaggi del filtraggio e della valutazione, sarà rappresentato dalla misura con cui essi incoraggiano l'uso dello strumento di valutazione nel processo di creazione dei contenuti e dimostrano i benefici di tali soluzioni tecniche. L'accento verrà posto sull'utilità e sulla praticità in situazioni "reali", che coinvolgono numerosi utenti tipo.

Alla fine dei due anni previsti dal programma, la Commissione presenterà un rapporto di valutazione, approvato dal comitato consultivo, al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al Comitato delle Regioni. Tale rapporto prenderà in considerazione il modo in cui le linee di azione del programma sono state messe in atto e presenterà le conclusioni generali relative a tutte le categorie di contenuto illegale presenti su Internet.
Numero di registrazione: 665 / Ultimo aggiornamento: 2000-06-16