Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma quadro

ENG-ENERGY-FP C

Finanziamento del programma

EUR 15 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L7 del 1999-01-13

Riferimento legislativo

1999/23/EC del 1998-12-14
Promuovere la cooperazione internazionale nel settore dell'energia; fornire assistenza ai paesi terzi nella definizione, formulazione e attuazione delle politiche energetiche; nonché promuovere la cooperazione industriale tra la Comunità e i paesi terzi nel settore dell'energia.

Riassunto

Il programma Synergy è stato creato quale mezzo per l'istituzione di uno strumento legislativo specifico per le attività di cooperazione internazionale della Comunità nel campo delle politiche energetiche. Il programma è stato istituito nell'ambito del programma quadro pluriennale per le azioni nel settore dell'energia (1998-2002) adottato tramite la decisione 1999/21/CE, Euratom.

Suddivisione

Il programma Synergy realizzerà le seguenti azioni nell'ambito degli obiettivi energetici comunitari - sicurezza dell'approvvigionamento, competitività e tutela dell'ambiente:

- Attività riguardanti tutti e tre gli obiettivi:

. consulenze a paesi terzi in materia di politiche energetiche;
. promozione dell'efficienza energetica nei paesi terzi;
. sviluppo delle fonti energetiche locali con particolare riferimento alle fonti rinnovabili;
. incoraggiamento dell'integrazione energetica regionale;
. promozione dell'uniformità nell'attuazione dei programmi comunitari in regioni specifiche (per esempio, le regioni del Mar Nero, Mar Caspio, Mediterraneo, Mar Baltico e Golfo Persico).

- Competitività:

. sostegno allo sviluppo della cooperazione finalizzata a rafforzare la presenza di operatori europei sui mercati chiave nel settore energetico, in particolare in Asia e nell'America Latina;

. consulenze a paesi terzi in materia di organizzazione del settore energetico;
. sostegno alla liberalizzazione e all'apertura del settore energetico, aiutando i paesi terzi a mettere a punto politiche energetiche in questo nuovo contesto, in particolare, in conformità al Trattato sulla Carta dell'Energia;
. favorire maggiori investimenti delle imprese europee nel settore energetico nei paesi terzi;
- Sicurezza dell'approvvigionamento:

. conduzione di un dialogo con i paesi produttori ed esportatori di energia; Golfo Persico, Mar Caspio, Russia, paesi produttori in America, Asia e Africa;
. incoraggiamento del dialogo tra la Comunità europea e i paesi firmatari del Trattato sulla Carta dell'Energia, in particolare con i paesi di transito e i paesi di transito produttori di energia, collaborando all'attuazione delle disposizioni del Trattato sulla Carta dell'Energia;
. partecipazione e sostegno al lavoro degli organismi internazionali in questo settore: conferenze ministeriali e conferenze produttori/consumatori, Agenzia Internazionale per l'Energia;
. fornire sostegno per la creazione di un ambiente favorevole per gli investimenti nei paesi terzi nel campo della produzione e del transito dell'energia, in conformità alle leggi internazionali, con particolare riferimento al Trattato sulla Carta dell'Energia e alle discipline concordate con l'OMC.
- Tutela dell'ambiente:

. formazione in materia di sensibilizzazione ambientale dei responsabili delle decisioni e del personale nel settore dell'energia nei paesi terzi;
. divulgazione delle esperienze e delle informazioni comunitarie in materia di energia e ambiente;
. incoraggiamento delle tecnologie pulite, in particolare per la combustione del carbone nei principali paesi consumatori, come la Cina, tenendo conto delle implicazioni in termini di politiche energetiche;
. rafforzamento e sostegno delle iniziative finalizzate a garantire che nelle politiche e nei piani energetici dei paesi terzi si tenga conto degli aspetti ambientali;
. incoraggiamento e sostegno ai paesi terzi per la pianificazione e l'attuazione delle politiche nazionali in materia di fornitura e impiego dell'energia nel rispetto dei contesti ambientali specifici.

Inoltre, il programma Synergy realizzerà azioni in linea con i suoi obiettivi e garantirà un maggiore coordinamento delle attività di cooperazione internazionale nel campo delle politiche energetiche attuate all'interno della Comunità:

- Ruolo e priorità:

nei rapporti internazionali nel settore energetico, il programma Synergy:
. promuoverà la cooperazione energetica con i paesi terzi;
. farà in modo che i suoi obiettivi vengano presi in considerazione nelle attività di cooperazione esterna realizzate da altri programmi comunitari;
. faciliterà l'emergere di progetti energetici finanziati da altri strumenti comunitari di cooperazione.

- Aree di priorità geografica:

Il programma Synergy si concentrerà sulle priorità geografiche nei rapporti esterni della Comunità e contribuirà al raggiungimento di alcune di tali priorità.

Le aree prioritarie per il programma Synergy sono:
. Europa centrale e orientale;
. Nuovi Stati Indipendenti (NSI);
. paesi terzi del Mediterraneo;
. America Latina: in particolare Mercosur, Cile, Messico o Venezuela;
. Asia: Cina, India e i paesi dell'ASEAN;
. Africa.

Attuazione

La Commissione condurrà le operazioni sulla base di un piano di azione, che comprenderà un elenco dei principali progetti da finanziare. La Commissione sarà assistita da un comitato. I contributi comunitari saranno di norma erogati sottoforma di sovvenzioni.

I contratti di servizi saranno aggiudicati mediante bandi di gara con procedura ristretta. Gli appalti a trattativa privata potranno essere aggiudicati per operazioni che comportino importi inferiori a 50.000 euro. I contratti di fornitura, ove necessari per integrare i contratti di servizi e se rientranti nell'ambito degli obiettivi specifici del programma, potranno essere aggiudicati mediante bandi di gara con procedura aperta.

La partecipazione agli inviti a presentare offerte e ai contratti sarà aperta a tutte le persone fisiche e giuridiche degli Stati membri e degli Stati beneficiari. Nel caso di cofinanziamento, la partecipazione delle imprese dei paesi terzi interessati agli inviti a presentare offerte e ai contratti potrà essere autorizzata dalla Commissione, che valuterà caso per caso.
Numero di registrazione: 666 / Ultimo aggiornamento: 2001-12-11