Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programma comunitario pluriennale inteso ad incentivare lo sviluppo e l''uso dei contenuti digitali europei nelle reti globali ed a promuovere la diversità linguistica nella società dell''informazione (2001-2005)

Programma precedente

IS-INFO2000

Programma successivo

OTH-ECONTENTPLUS

Finanziamento del programma

EUR 100 million
Il programma ha come obiettivo fondamentale lo sviluppo e l'uso di determinate categorie di contenuti digitali europei e la promozione della diversità linguistica nella società dell'informazione mediante una molteplicità di canali di distribuzione esistenti e di nuova creazione, tra cui servizi e piattaforme a rapida crescita ed emergenti, come ad esempio Internet mobile.

Riassunto

I servizi ed i prodotti basati sui contenuti digitali assumono un ruolo di importanza crescente nell'evoluzione della "nuova economia". L'impatto dei servizi e dei prodotti digitali sull'economia e sulla società è notevole.
Secondo le stime, il settore dei contenuti vale circa 412 miliardi di euro, pari al 5 per cento del PIL europeo e supera il settore delle telecomunicazioni (221 miliardi di euro) e quello della produzione di hardware e software (189 miliardi di euro). Il settore dei contenuti conta circa quattro milioni di addetti in Europa.

È ancora aperta la finestra di opportunità per le imprese europee del settore dei contenuti, resa possibile dalla trasformazione di Internet in un mezzo di comunicazione di massa. È quanto è stato ribadito nel marzo 2000 durante il Consiglio europeo di Lisbona che ha stabilito il nuovo obiettivo strategico dell'Unione europea per il prossimo decennio, ossia la realizzazione della più dinamica e competitiva economia basata sulle conoscenze.
Al fine di conseguire tale obiettivo, la Commissione propone un'azione comunitaria in tre settori d'importanza decisiva:

_ maggiore valorizzazione delle informazioni del settore pubblico;
_ migliore adattamento alle specificità linguistiche e culturali;
_ sostegno agli operatori che favoriscono lo sviluppo del mercato.

Suddivisione

La proposta si basa su 4 linee di azione.

_ Maggiore valorizzazione delle informazioni del settore pubblico: le informazioni del settore pubblico offrono un potenziale enorme che al momento non viene ancora pienamente valorizzato.
Sulla base dell'esperienza di INFO2000, tale azione prepara una base economica per dare seguito al Libro verde, evidenziando ed analizzando le difficoltà concrete di partnership tra pubblico e privato in questo settore. Saranno finanziati progetti sperimentali che inducano operatori pubblici e privati a valorizzare le informazioni del settore pubblico che rivestono un interesse ed una portata europei, anche in materia di accesso multilingue.

_ Migliore adattamento alle specificità linguistiche e culturali: la seguente azione intende fornire un approccio integrato alla nascita di servizi multilingue nelle reti per applicazioni testuali, vocali e visive. Essa pone l'accento sull'esigenza di un adattamento culturale dei prodotti al di là degli aspetti linguistici, al fine di conquistare quote di mercato nei paesi terzi. La questione sarà affrontata promuovendo l'adozione di strategie linguistiche e di partnership tra gli operatori di mercato del settore linguistico e dei contenuti.

_ Sostegno agli operatori che favoriscono lo sviluppo del mercato: viene proposto un elenco di azioni volte a favorire l'accesso al capitale di rischio nelle forme disponibili sul mercato ed a sviluppare i mezzi per gestire i diritti on line per la produzione multimediale. L'obiettivo è quello di incentivare nuove iniziative e nuovi investimenti, nonché eliminare l'asincronia venutasi a creare tra le risorse finanziarie ed il loro impiego da parte del settore dei contenuti. La Comunità intende mettere in contatto le imprese che operano nel settore dei contenuti digitali con i potenziali investitori. Le azioni intendono ricorrere alle competenze professionali di esponenti del mondo accademico e di esperti della formazione, nonché ai sistemi di istruzione e formazione a distanza, a seminari e conferenze per favorire lo scambio di informazioni e delle migliori prassi.

_ Azioni di sostegno: per l'esecuzione del programma sono previste azioni di sostegno destinate alla divulgazione dei risultati (ad es. mediante pubblicazioni, siti Internet, conferenze e progetti di dimostrazione) ed iniziative strategiche (ad es. studi e convegni) per facilitare i contatti tra le diverse parti che operano nel mercato dei contenuti e delle lingue.

Attuazione

La Commissione è responsabile dell'attuazione del programma e del suo coordinamento con altri programmi comunitari ed elaborerà un programma di lavoro ogni due anni.
La Commissione è assistita da un comitato, composto dai rappresentanti degli Stati membri e presieduto dal rappresentante della Commissione; essa informerà regolarmente detto comitato sullo stato di avanzamento del programma nel suo complesso.

Trascorsi tre anni ed a conclusione del programma, la Commissione presenta al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale ed al Comitato delle regioni una relazione di valutazione dei risultati ottenuti nel processo di attuazione. Sulla base di tali risultati, la Commissione può presentare proposte per adeguare l'indirizzo del programma.

Al programma possono partecipare:

_ entità giuridiche con sede in uno Stato EFTA che aderisce allo Spazio economico europeo (SEE);
_ paesi candidati dell'Europa centrale e orientale (PECO);
_ Cipro, Malta e la Turchia;
_ entità giuridiche con sede in altri paesi terzi ed altre organizzazioni internazionali, qualora la loro partecipazione contribuisca concretamente all'attuazione del programma e tenga conto del principio del vantaggio reciproco.