Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Finanziamento del programma

EUR 200 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 225 del 1988-08-15

Riferimento legislativo

2506/88/CEE del 1988-07-26
Attuare un insieme di azioni coerenti e pluriennali intese a migliorare l'infrastruttura e l'ambiente fisico e sociale delle zone colpite dalla disoccupazione a causa del declino dei cantieri navali, nonché a sviluppare attività economiche creatrici di occupazione, a sviluppare le piccole e medie imprese e ad incentivare il processo innovativo in dette zone.

Riassunto

Il regolamento del Consiglio (CEE) n. 1787/84 del 19 giugno 1984 (Gazzetta ufficiale n. L 169 del 28.6.1984) riguardante il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) prevede che tale fondo partecipi a programmi comunitari volti a contribuire alla soluzione di gravi problemi che influiscono sulla situazione socioeconomica in una o più regioni ed a migliorare l'articolazione tra gli obiettivi comunitari di sviluppo strutturale o di riconversione delle regioni e gli obiettivi di altre politiche comunitarie.

Il 26 gennaio 1987 il Consiglio ha adottato la direttiva 87/167/CEE concernente gli aiuti alla costruzione navale (Gazzetta ufficiale n. L 69 del 12.3.1987), situata nella prospettiva di un'ulteriore riduzione della capacità di costruzione navale della Comunità ed una riduzione ancora più sensibile del numero degli addetti.

In passato talune azioni analoghe erano tese ad eliminare gli ostacoli allo sviluppo di nuove attività economiche nelle zone colpite dalla ristrutturazione della costruzione navale.

Suddivisione

Per questa sezione non è disponibile alcuna informazione.

Attuazione

Il programma è finanziato congiuntamente dagli Stati membri interessati e dalla Comunità. I programmi di intervento predisposti dalle autorità competenti dello Stato membro interessato sono trasmessi alla Commissione. L'aiuto concesso dalla Comunità può essere erogato, in parte o per intero, sotto forma di sovvenzione in capitale o di abbuono di interessi su prestito. E' escluso il cumulo tra gli aiuti concessi nell'ambito del presente programma e gli aiuti concessi, per lo stesso progetto, nel quadro di azioni analoghe.

Il contributo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), che può partecipare a talune operazioni del programma, non può oltrepassare il 55% delle spese pubbliche complessive. I beneficiari del contributo del FESR possono essere le autorità pubbliche, gli enti locali, le società regionali di sviluppo, organismi diversi, imprese, cooperative o singole persone.

Argomenti

Sviluppo regionale
Numero di registrazione: 68 / Ultimo aggiornamento: 1996-05-31