Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programmi specifici di ricerca (CEE) che saranno eseguiti dal Centro comune di ricerca - Metodi di riferimento per le energie non nucleari -, 1988-1991

Programma quadro

FP2-FRAMEWORK 2C

Programma precedente

JRC-SOLARTEST 4C

Programma successivo

JRC-MEASTEST 1C

Finanziamento del programma

EUR 10,6 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 286 del 1988-10-20

Riferimento legislativo

88/521/CEE del 1988-10-14
Proseguire nell'ulteriore sviluppo di metodi di riferimento necessari per i sistemi di conversione dell'energia solare/fotovoltaica e dell'energia termica con particolare riferimento al miglioramento dei metodi di caratterizzazione per i nuovi materiali semiconduttori fotovoltaici ed il miglioramento della valutazione delle prestazioni.

Riassunto

Parte del Programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico (1987-1991) alla sotto-attività 3.4: "Norme tecniche, metodi di misura e materiali di riferimento".

Le procedure di certificazione dell'energia solare industriale (fotovoltaica/termica) verranno adottate utilizzando la sede ESTI (Impianto sperimentale europeo di energia solare) del Centro comune di ricerca (CCR) di Ispra.

Suddivisione

Sistemi solari/fotovoltaici ed energetici:
Lo sviluppo di tecniche avanzate di contabilità energetica a basso costo e strumenti di analisi per gli edifici a basso consumo energetico, nonché ricerca prenormativa (inclusa la calibratura e le prove) nei settori connessi ai sistemi solari/fotovoltaici, attivi, passivi e di conservazione dell'energia.

Attuazione

La Commissione, assistita dal consiglio di amministrazione del Centro comune di ricerca (CCR), è responsabile per l'attuazione di questo programma, condotto dall'Istituto dei sistemi del CCR, con sede a Ispra.

In collaborazione con il consiglio di amministrazione, la Commissione garantisce la continuità delle consultazioni periodiche con i relativi comitati consultivi di gestione e di coordinamento (CGC) o equivalenti, al fine di assicurare il coordinamento e l'uniformità di approccio tra le azioni cofinanziate e le attività del CCR nelle stesse aree.

Il Centro informazioni sui materiali del CCR funge da interfaccia permanente con l'industria e garantisce la tempestiva diffusione dei risultati e dei dati ai potenziali utilizzatori.

Entro il 31 marzo di ogni anno, la Commissione presenta una relazione sull'attuazione del programma al Parlamento e al Consiglio europeo. Presenta inoltre una relazione di valutazione finale preparata da un pannello di esperti esterni.
Numero di registrazione: 74 / Ultimo aggiornamento: 2000-06-05