Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Scienze e tecnologie nuove ed emergenti (NEST): azioni specifiche riguardanti un più ampio campo di ricerca nell'ambito del programma "Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca" (2002-2006).
FP6

FP6-NEST - Scienze e tecnologie nuove ed emergenti (NEST): azioni specifiche riguardanti un più ampio campo di ricerca nell'ambito del programma "Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca" (2002-2006).

Programma quadro

FP6

Finanziamento del programma

EUR 590 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 294 del 2002-10-29

Riferimento legislativo

2002/834/EC del 2002-09-30
NEST (Scienze e tecnologie nuove ed emergenti) offre uno strumento per anticipare esigenze e opportunità scientifiche ed economiche in campi di ricerca nuovi ed emergenti. Sostiene le attività di ricerca nell'ambito dell'area di intervento della ricerca comunitaria e le attività trasversali o che non rientrano nelle aree tematiche prioritarie. La ricerca è estremamente interdisciplinare e/o multidisciplinare e intende rispondere anche a sviluppi importanti e imprevisti.

Riassunto

Leggermente diverso dalle altre attività del programma quadro, NEST mira a sostenere ricerche "visionarie" e non convenzionali che possano aprire nuovi settori alla scienza e alla tecnologia in Europa. Se intende mantenere una capacità di ricerca davvero dinamica, l'Europa deve non solo sostenere i settori di ricerca critici per il futuro, ma anche le opportunità più promettenti nell'immediato. I progressi scientifici sono costellati da sviluppi importanti e imprevisti come nuove indagini teoriche, scoperte sperimentali impreviste e la disponibilità di strumenti ad alta risoluzione. Ciò apre nuove strade alla scienza e alla tecnologia, per esempio, fornendo gli strumenti per risolvere problemi di lunga data o aprendo nuove possibilità alla ricerca.
L'Europa, tuttavia, contemporaneamente, deve prendere coscienza dei potenziali problemi e rischi evidenziati dai nuovi sviluppi scientifici, e prendere misure appropriate per affrontarli.

NEST è congegnato in modo da essere più flessibile di qualsiasi altra area del programma quadro. La Commissione ha deliberatamente scelto di non porre limiti ai campi scientifici interessati. Detto questo, NEST non è stato creato per sostenere progetti che non trovino una propria collocazione all'interno di una delle sette priorità tematiche del 6PQ. Nel proporre argomenti di studio, spetterà ai ricercatori convincere i validatori indipendenti che gli obiettivi rappresentano una sfida significativa, che il potenziale impatto del lavoro è estremamente alto e che l'approccio è veramente innovativo.
Tutte le azioni NEST contribuiscono all'obiettivo generale di anticipare le esigenze scientifiche e tecnologiche. Oltre a sviluppare nuove competenze e capacità scientifiche e ad aprire nuovi settori, le azioni NEST contribuiranno a pianificare le future attività dello Spazio europeo della ricerca (SER) e a sviluppare temi che avranno bisogno di sostegno su larga scala nei futuri programmi europei di ricerca.

Suddivisione


NEST sostiene tre tipi principali di progetti/attività di ricerca:
- ADVENTURE;
- INSIGHT;
- PATHFINDER.

1. ADVENTURE

I progetti ADVENTURE sono progetti di ricerca "visionari", che puntano a creare e/o sviluppare nuove opportunità per la scienza e la tecnologia che potrebbero avere un alto potenziale a lungo termine, in particolare nei nuovi settori interdisciplinari.
Questi progetti si identificano per le loro caratteristiche di grande novità, di grandissima ambizione e forte impatto. Sostengono la ricerca che punta a creare un'evoluzione significativa della conoscenza, progressi scientifici e/o capacità tecniche, per esempio attraverso nuovi approcci all'indagine e all'analisi, e attraverso metodi non convenzionali di sviluppo o valorizzazione della conoscenza. Essendo concepiti come radicali, e per questo ad alto potenziale, questi progetti comporteranno di conseguenza alti rischi.
I progetti di successo devono produrre un impatto che vada ben al di là dei relativi risultati specifici, ad esempio creando nuove possibilità di sviluppo scientifico e tecnologico. Non esiste una restrizione "a priori" sui campi di ricerca nella linea di azione di ADVENTURE, tranne il fatto che i progetti devono estendersi o attraversare le priorità tematiche.
I progetti ADVENTURE saranno realizzati in genere come "progetti di ricerca specifici mirati".

2. INSIGHT
I progetti INSIGHT puntano ad esplorare e valutare le nuove scoperte o i fenomeni di nuova osservazione che potrebbero indicare rischi emergenti o problemi di grande importanza per la società europea.
Questi progetti offrono lo strumento per generare e consolidare la comprensione scientifica, nonché per assistere lo sviluppo di adeguate strategie di risposta. Potrebbero pertanto promuovere lo sviluppo di nuovi approcci analitici, metodologici e tecnici e un modo di pensare non convenzionale per esplorare, valutare e reagire a problemi e rischi, ad esempio quando insorgono importanti questioni sistemiche e interdisciplinari.
Non esiste una restrizione "a priori" sui campi di ricerca nella linea di azione di INSIGHT, tranne il fatto che i progetti devono estendersi su, o attraversare, le priorità tematiche.
I progetti INSIGHT offrono lo strumento, fra l'altro, per assistere gli organi responsabili che agiscono a livello nazionale per sviluppare quadri comuni in Europa per analizzare, comprendere e valutare le implicazioni delle questioni legate ai nuovi rischi emergenti, e contribuire così ad affrontare e gestire queste tematiche nella loro fase iniziale.
I progetti INSIGHT saranno realizzati attraverso "progetti di ricerca specifici mirati" e "azioni di coordinamento".

3. PATHFINDER
Le iniziative PATHFINDER sono azioni mirate, incentrate sulle aree emergenti della scienza e della tecnologia con un notevole potenziale per l'Europa a lungo termine. Si tratta di iniziative destinate a promuovere lo sviluppo iniziale e la realizzazione della ricerca, in particolare nelle aree strategiche, e a produrre un notevole effetto "leva" sullo sviluppo iniziale e sul consolidamento delle capacità europee di ricerca. Dove il potenziale di questi campi viene dimostrato, le azioni PATHFINDER possono costituire un precursore per finanziamenti più convenzionali attraverso il programma quadro.
Le iniziative PATHFINDER comprendono fino a 10/15 "progetti di ricerca specifici mirati" e una o più "azioni di coordinamento". In alcuni casi i "progetti integrati" possono essere usati in combinazione con progetti di dimensioni minori, o anche costituire tutta l'iniziativa. Indipendentemente dall'approccio utilizzato, ogni progetto componente dovrà operare strettamente in collaborazione con gli altri.
Sulle varie tematiche PATHFINDER possono essere anche creati dei gruppi di esperti, come anche sulle tematiche potenziali PATHFINDER, per sviluppare orientamenti strategici. Le proposte STREP saranno selezionate su base individuale secondo pertinenti criteri di valutazione, al fine di creare una gamma completa di progetti che corrispondono all'argomento in questione. Le azioni di coordinamento associate possono includere attività come: stesura di mappe, identificazione di opportunità emergenti, mappatura di eccellenza all'interno dell'UE, e organizzazione di conferenze specializzate o attività di formazione.

In ogni area di attività NEST, le proposte saranno valutate su criteri elaborati per rispondere a obiettivi specifici. NEST può inoltre intraprendere azioni di sostegno, come studi metodologici e attività volte a promuovere il dialogo con la comunità di ricerca sui campi scientifici emergenti.

**NEST SUPPORT: In aggiunta e parallelamente alle azioni ADVENTURE, INSIGHT e PATHFINDER, saranno svolte azioni NEST SUPPORT. Le azioni NEST SUPPORT si incentrano su questioni concettuali e pratiche specificamente legate all'attuazione di NEST.
Dato che NEST è una nuova iniziativa per la ricerca comunitaria, le caratteristiche specifiche di queste azioni, i loro mezzi di attuazione ed il loro equilibrio possono essere adeguati alla luce del progresso realizzato durante il programma. Si prevede che possano essere inclusi, nei casi appropriati, partecipanti di paesi terzi.

Attuazione

Ai fini dell'attuazione di NEST, la Commissione elabora un programma di lavoro che stabilisce nei dettagli gli obiettivi e le priorità scientifiche e tecnologiche e il relativo calendario di attuazione. Il programma di lavoro tiene conto delle attività di ricerca pertinenti svolte dagli Stati membri, gli Stati associati e le organizzazioni europee e internazionali. Ove necessario, il programma di lavoro viene aggiornato.

La Commissione è assistita da un comitato e riferisce periodicamente sui progressi generali dell'attuazione del programma specifico, fornendo anche informazioni concernenti gli aspetti finanziari e l'uso degli strumenti. La Commissione affida ad esperti indipendenti il monitoraggio e la valutazione del programma quadro, delle attività svolte nei settori previsti dal programma specifico. È previsto un Gruppo di Esperti per "Misurare l'Impossibile". Altri gruppi di esperti potrebbero essere costituiti nel corso del programma in conformità con le norme e le procedure previste.

Nel corso dell'attuazione del presente programma quadro e delle relative attività di ricerca dovranno essere rispettati i principi etici fondamentali. Si tratta dei principi che figurano nella Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea compresi i seguenti: tutela della dignità umana e della vita umana, protezione dei dati personali e della privacy, protezione dell'ambiente.

Le attività programmate da NEST saranno attuate mediante inviti a presentare proposte. Si tratterà di norma di progetti di ricerca specifici mirati (STREP), azioni di coordinamento (CA) e azioni di sostegno specifico (SSA). Gli inviti a presentare proposte per ADVENTURE, INSIGHT e azioni NEST SUPPORT saranno aperti ("bottom up" - ascendenti) nell'ambito dei parametri di queste linee d'azione. Le iniziative PATHFINDER saranno presentate tramite inviti a presentare proposte specifiche (mirate).

Nei progetti di ricerca ADVENTURE e INSIGHT, per gli inviti a presentare proposte per progetti di ricerca specifici mirati (STREP) è prevista una procedura di domanda articolata in due fasi. Gli inviti a presentare proposte di massima vengono presentati e valutati in modo anonimo. I candidati le cui proposte superano una prima valutazione con il massimo dei voti saranno invitati a presentare proposte esaustive per una seconda fase di valutazione. Il numero di proposte che supera la prima fase di valutazione può essere ristretto al fine di limitare un eventuale numero eccessivo di richieste rispetto alle risorse finanziarie disponibili. Durante la seconda fase, proposte esaustive (non anonime) saranno presentate e valutate, e quelle che otterranno più voti entreranno a far parte di una lista da cui la Commissione attingerà.
Tutti gli altri tipi di proposte (CA, SSA, e STREP PATHFINDER) devono essere presentati come proposte esaustive e non anonime sin dalla prima fase.

La valutazione è effettuata con l'aiuto di arbitri esterni (esperti indipendenti che lavorano a distanza, dalle proprie sedi) e/o panel di esperti che si riuniscono per avallare le singole valutazioni degli arbitri. NEST organizzerà inoltre gruppi di esperti, in conformità con le norme e le procedure previste, in particolare per analizzare la necessità di attività future in settori specifici di ricerca, nonché in occasione di seminari e conferenze, in cui tali attività forniranno gli obiettivi strategici di NEST.

I nuovi strumenti, le reti di eccellenza e i progetti integrati, saranno utilizzati dall'avvio del programma, laddove lo si ritenga opportuno, in quanto mezzo prioritario, mantenendo nel contempo il ricorso ai progetti specifici mirati nel campo della ricerca e alle azioni di coordinamento. Oltre alla ricerca e allo sviluppo tecnologico, questi strumenti possono comportare i seguenti tipi di attività, qualora questi presentino un interesse specifico rispetto agli obiettivi perseguiti:
- dimostrazione, divulgazione e valorizzazione;
- cooperazione con ricercatori ed équipe di ricerca di paesi terzi;
- sviluppo di risorse umane, ivi compresa la promozione della formazione di ricercatori;
- sviluppo di impianti di ricerca e di infrastrutture che rivestono un'importanza particolare in relazione alle ricerche che si intende svolgere;
- promozione di collegamenti più stretti tra scienza e società, anche per quanto riguarda la presenza delle donne nella scienza.

Osservazioni

Il record si basa su un'attività specifica che copre un campo più ampio di ricerca del sesto programma quadro.
Numero di registrazione: 751 / Ultimo aggiornamento: 2012-04-30